Viaggiare con gli animali: il trasporto in aereo

Ultima modifica 22 Settembre 2017

Chi possiede un animale domestico sa quali sono tutte le necessità e le cure che questi richiedono.

Adottare un cane od un gatto, infatti, significa accettare anche l’evenienza di dover fare dei sacrifici, per il loro bene. E spesso questo finisce per limitare anche quei momenti di svago e di relax, che vorremmo prenderci. Come ad esempio le vacanze, alle quali non di rado rinunciamo per non lasciare soli i nostri pet.

Quando poi si prospetta un viaggio lungo e impegnativo, ecco che calano drasticamente le percentuali di riuscita: abbandonare per tanto tempo un cucciolo, cozza irrimediabilmente con questi piani.
Tuttavia, oggi quasi tutte le compagnie aeree consentono il volo anche agli animali.

Dunque una soluzione c’è, per viaggiare tutti insieme.
A patto che si diventi consapevoli delle norme e di come preparare il cane o il gatto al viaggio.

Viaggi in aereo: fai da te o professionisti del settore?

Far viaggiare in aereo un animale domestico, è una missione che richiede il rispetto di regole molto precise.
Per questa ragione, la soluzione più immediata è rivolgersi ai professionisti del settore cioè agenzie come blisspets.eu, che sono propriamente specializzate nel trasporto di animali in aereo.

In questo modo potrete avere meno grilli per la testa e meno preoccupazioni per la salute del vostro cucciolo.

In alternativa, è comunque possibile organizzarsi da soli, anche se servono alcuni pratici consigli.

Intanto assicuratevi di informarvi sulle condizioni necessarie per il trasporto degli animali, chiamando la vostra compagnia aerea. Dopodiché, accertatevi anche di possedere tutti i documenti del vostro animale, come il passaporto europeo. Infine, informatevi anche sulle regole imposte dai paesi di destinazione.

Come preparare un animale ad un viaggio in aereo?

Viaggiare in aereo può essere stressante anche per gli animali domestici.
Ecco perché emerge l’obbligo di prepararli, fisicamente e psicologicamente.
Innanzitutto facendo leva sul trasportino: se avete addestrato e abituato il cucciolo a questo oggetto, gli farete immediatamente capire a cosa va incontro.

Il che gli permetterà di “impostare” il cervello in modalità viaggio.
Inoltre, è inutile che vi stressiate, perché il vostro animale percepirà il vostro umore e reagirà empaticamente di conseguenza. E poi è sempre consigliato far sfogare un cane prima della partenza, giocandoci o portandolo a passeggio: questo lo stancherà, facilitando il riposo in aereo.

Per i gatti funziona in modo diverso: devono essere lasciati il più possibile tranquilli, durante le ore pre-partenza.

Un altro consiglio prezioso?

Portate sempre con voi gli oggetti ai quali l’animale è legato, come la ciotolina del cibo o questo o quel giocattolo. Così facendo lo aiuterete a stabilire delle certezze, che possano rendergli meno stressante il viaggio.

Rispondi