Amore non corrisposto: come comportarsi

Ultima modifica 21 Aprile 2021

Amare senza essere corrisposti è un’esperienza che può capitare a chiunque nell’arco della vita, di certo quando accade è destabilizzante. La situazione peggiora se la persona di cui ci siamo innamorati fa parte della nostra quotidianità. Ci sono casi in cui lui è un collega d’ufficio o il nostro istruttore, per cui, volenti o nolenti, si è costretti ad incrociare quello sguardo tutti i giorni, celando i nostri sentimenti e provando imbarazzo per quell’amore non corrisposto.

La vita non è sempre come la desideriamo, nasconde insidie e sorprese. Quello che possiamo fare, però, è non farci trovare impreparati, reagire alle difficoltà e trarre da ogni situazione un insegnamento in grado di farci crescere come persone. Partiamo da qui, dal considerare questa situazione come una prova di superare, per poterne uscirne migliori e più forti.

Come affrontare un amore non corrisposto

Dichiarare il proprio amore è un atto di fiducia. Permettere a qualcuno di conoscere il proprio mondo interiore, mostrandosi nudi al suo cospetto, richiede coraggio. Quando questa fiducia viene tradita il dolore che ne consegue è forte. I sentimenti che si generano vanno dalla rabbia allo sconforto, dalla tristezza all’ angoscia. È una reazione normale: il vostro orgoglio è ferito, e tutti i progetti che avevate in mente si sono sciolti come neve al sole. Forse, però, non sapete che potete incanalare quest’energia negativa e trasformarla in un’occasione di crescita personale.

È il momento di reagire, affrontare la realtà senza paura, ma, allo stesso tempo, senza sopprimere i sentimenti. Vediamo come affrontare un amore non corrisposto:

  • non nascondete le lacrime: essere rifiutate fa soffrire, ma questo dolore contiene in se i semi della rinascita. Date sfogo alla vostra tristezza: piangere non è sbagliato; al contrario, attraverso le lacrime vi libererete di quelle energie negative che vi impediscono di voltare pagina. Un amore non corrisposto non deve essere fonte di depressione, è solo una fase: a decidere quanto questa sarà lunga siete voi. Il dolore nasce, vive e cresce perché siete voi ad alimentarlo. La vostra mente è il motore che porta avanti questa condizione, e può, cambiando rotta, interrompere questa agonia.
  • il principe azzurro lasciamolo alle favole: quando ci si trova ad affrontare un rifiuto, un errore comune, in cui cadono molte donne, è idealizzare quello che sarebbe potuto essere e non è stato. L’uomo che non potete avere non è il principe azzurro: non perdete tempo prezioso a fantasticare sulla persona eccezionale che non è. Anche se vi costa fatica ammetterlo, là fuori ci sono uomini altrettanto interessanti e pronti a conoscervi, apprezzarvi ed amarvi come lui non ha saputo fare. Il primo passo, per uscire da questa situazione, è smetterla di crogiolarsi nella fantasia ed affrontare la realtà.
  • confidarsi: in questo frangente, può essere d’aiuto affidarsi ad una persona cara, alla quale confidare il proprio stato d’animo. Aprirsi aiuta ad esteriorizzare il problema, dando voce al proprio dolore ed a tutti quei sentimenti negativi che vi bloccano, non permettendovi di voltare pagina. Siamo animali sociali, dobbiamo ricercare l’aiuto di coloro ai quali vogliamo bene: l’isolamento non è mai la soluzione, ma, al contrario, può fare in modo che il dolore fermenti dentro di noi.
  • accettare il rifiuto: l’ultimo passo per affrontare un amore non corrisposto è accettare il rifiuto. Prima avete pianto, poi avete smesso di idealizzare la persona che non potete avere; adesso è il momento di fare i conti con la realtà per poter andare avanti. Il segreto è non considerare il rifiuto una sconfitta, magari pensando di non essere all’altezza della persona che vi ha detto di no. Semplicemente, nella vita le cose non vanno sempre come vogliamo, dobbiamo accettare ciò che non possiamo controllare, trarne i giusti insegnamenti, e andare avanti. Forse guardandoti intorno scoprirai che anche tu stai rifiutando da tempo una persona nella tua vita. 

Consigli per superare un amore non corrisposto

Ora è arrivato il momento di andare oltre. Un amore non corrisposto fa soffrire, ma non deve mai diventare un’ossessione. Dopo aver pianto, è arrivato il momento di dimenticare. Vedremo insieme come superare definitivamente un rifiuto in amore, riscoprendo voi stesse e focalizzandovi sul vostro futuro. Ecco qualche utile consiglio per voltare pagina:

  • tagliate i ponti: il primo passo, dopo aver metabolizzato il rifiuto, è tagliare i ponti con l’uomo che vi ha fatto soffrire. Questo passaggio è il più delicato; può capitare che la persona che vi ha rifiutato sia per forza di cose presente nella vostra quotidianità, ma questo non deve abbattervi. Tagliare i ponti è una vostra scelta: significa relegare quella persona, e i sentimenti che provavate per lui, nel passato. Ricordatevi sempre che le persone sono come appaiono ai vostri occhi, siete voi a decidere quale importanza possono avere nella vostra vita. Nell’arco di una giornata, quante persone incontrate senza neanche conoscerne il nome? Pensate al barista che vi prepara il caffè, o al giornalaio da cui comprate il giornale. Sono persone che attraversano la vostra vita senza lasciare alcun segno: siete voi a decidere chi davvero conta, non dimenticatelo mai.
  • valorizzate voi stesse: basta passare le giornate chiedendovi perché lui ha rifiutato il vostro amore! Voi siete persone piene di qualità, pronte a donare il vostro amore alla persona giusta, alla persona capace di apprezzarlo e di amarvi a sua volta. Imparate a volervi bene, a stimarvi per le persone che siete. In questo momento, qualunque cosa decidiate di fare, dovete farla per voi stesse. Il primo passo per piacere agli altri è amare sé stessi. E il vostro compito sarà far emergere le vostre qualità: prendetevi del tempo per voi, domani sarà il primo giorno del resto della vostra vita.
  • fate nuove esperienze: è arrivato il momento di uscire dal guscio. Questo non significa che, girato l’angolo, troverete il principe azzurro che vi farà salire sul suo cavallo bianco. È il momento di non pensare: uscite con le amiche, fate nuove esperienze, divertitevi. Siete voi al centro del vostro universo. Come si dice? Datevi il tempo di ricominciare a camminare prima di iniziare a correre.
  • siate selettive: dopo un primo periodo di svago, potreste sentire la voglia di approfondire la conoscenza di un uomo. Questo è un ottimo segno: significa che vi state lasciando alle spalle il passato, quel passato che vi ha fatto soffrire. State attente, però, a non commettere l’errore di cadere tra le braccia del primo che capita. Ogni esperienza della vita, anche dolorosa come quella di un amore non corrisposto, deve aiutarvi a crescere, a migliorare come individui. La maturazione interiore che avete compiuto, deve manifestarsi attraverso le vostre scelte. Rimettersi in gioco è giusto, ma solo se ne vale davvero la pena. Prima di intraprendere un nuovo cammino con una persona, domandate a voi stesse se lui è davvero ciò che cercate. Non lasciate che siano solo i sentimenti a guidarvi. L’amore va bene, è alla base di tutto, ma ci vuole un progetto. 

Conclusioni

Se avete letto queste righe, probabilmente siete all’inizio del vostro cammino tortuoso. Sta a voi comprendere che qualsiasi difficoltà può diventare un’occasione di crescita. L’importante, in questo momento, è guardare oltre: potrete soffrire, potrete passare dei momenti di sconforto, ma ogni lacrima spesa vi aiuterà a conoscervi meglio, a capire chi siete e cosa volete dalla vostra vita. Se l’uomo a cui eravate pronte a donare il vostro amore non ha compreso quanto siete meravigliose, il problema non è vostro, ma suo. Il dolore di oggi vi farà apprezzare ancor di più l’amore di domani, aiutandovi a raggiungere la maturità necessaria a scegliere la persona giusta.
Non dimenticate che “accanto” è un posto per pochi.

Rispondi