Boko Haram

Ultima modifica 20 Aprile 2015

 

Da molto tempo ormai bande scatenate di integralisti islamici seguaci, dicono, di Al Qaeda terrorizzano molti stati africani, principalmente la Nigeria, prendendo di mira tutto quello che afferisce al mondo occidentale in primis le chiese e i loro frequentatori.
Bombe, incendi, sparatorie e stragi si sono susseguite una dietro l’altra. E rapimenti, rapimenti soprattutto di giovani donne solo perché studentesse, solo perché sono donne, solo perché non indossano il velo.

nigeria1Le hanno rapite per ricondurle sulla retta via, dettata non dal loro libro sacro, ma dalla loro deviata interpretazione, per usarle come schiave e, come schiave, per venderle.
Sin’ora l’occidente non aveva dato molto peso a questi rapimenti, si è attivato solo ora che più di 300 ragazze, studentesse dai 12 ai 18 anni, sono state coinvolte, sono sparite, non si trovano anche se sul web sono apparse loro fotografie, in abiti rituali, la testa coperta dal velo e con gli occhi terrorizzati.

Michelle Obama si è sostituita al marito nel consueto messaggio del sabato per perorare la loro causa, per meglio informare la popolazione, a lei si è unito il Papa e molti altri grandi.
Ma la Nigeria tace, perché?
Forse il governo è corrotto, forse colluso? Senz’altro è inane.
Non solo non contrasta efficacemente quelle bande, non solo non si attiva per ottenere la liberazione delle ragazze, ma non chiede aiut, né lo rifiuta, non fa nulla, non autorizza interventi altrui né attiva le proprie forze.

Sono indifferenti?
O in altre faccende affaccendati?
Oppure pensano, come gli adepti di Boko Haram, che la donna non abbia diritti, non abbia altro scopo sulla terra che quello di servire l’uomo, di accudirne la casa, di sfornargli dei figli?
Per questo, forse, credono che la donna sia nata? Per questo e non per altro?
Forse è per questo che non si indignano, non si attivano, forse è per questo che i rapimenti di ragazze si sono susseguiti nel tempo, rapimenti spesso conclusi con la loro morte nell’indifferenza dei nigeriani.
Certo mai un numero così alto era stato coinvolto, mai tante ragazze erano state rapite suscitando, così, lo sdegno generale.
Lo sdegno impotente del resto del mondo, mentre i nigeriani…….
Molti continuano a fuggire dal loro paese, molti si adeguano, altri si adattano, ma chi si ribella?
Chi si attiva per cambiare le condizioni di vita di un popolo?
Chi?
Boko_Haram

Nonna Lì

Rispondi