#BuildToGive 2019 per donare sorrisi ai bambini in ospedale

0
21

Sono 30mila i set di mattoncini che quest’anno verranno regalati da Lego, ai bambini ricoverati nei reparti pediatrici degli ospedali milanesi.

Un’iniziativa che ritorna, dopo il grande successo dello scorso anno.

#BuildToGive 2019 per donare sorrisi ai bambini in ospedale

#BuildToGive

Ambassador del progetto Chiara Maci e Giorgia Palmas con Filippo Magnini, anche se come sempre avviene in LEGO, i veri protagonisti sono i bambini.
Sono loro infatti che dovranno con la loro immaginazione, realizzare una decorazione di Natale personale. La campagna mondiale Lego Build to Give nasce proprio da questo, per stimolare i bambini a creare qualche cosa di unico.

Lego Build to Give prende il via proprio oggi, 9 novembre, dalle 14 alle 18.30 presso le Gallerie d’Italia di Piazza della Scala, 6 a Milano.

Tutti possono partecipare, basta registrarsi al sito https://buildtogive-milano.eventbrite.it. La registrazione è fondamentale per

Il 16 ed il 17 dicembre l’evento sarà a Roma, al Museo Macro di Via Nizza 138, mentre il 30 novembre ed il 1 dicembre ci si sposterà a Napoli, dove si chiuderà l’evento presso Castel dell’Uovo, in Via Eldorado, 3.

Però non preoccupatevi, se volete partecipare attivamente all’evento e contribuire a donare i 30.000 set di mattoncini LEGO potrete farlo in qualsiasi in qualsiasi store o nei negozi che hanno dato il loro consenso all’iniziativa.

Ma potete anche fare la vostra decorazione comodamente seduti sul divano di casa.
Basterà poi condividerla sui social con l’hastag ufficiale #BuildToGive.

Lego Build To Give si svolgerà contemporaneamente in tutto il mondo. Ai bambini in difficoltà verranno regalati oltre 1.000.000 di set di mattoncini a bambini in difficoltà. L’iniziativa fa parte della campagna Rebuild The World del Gruppo LEGO.

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here