Cassate di Pasqua. Tortino di pasta frolla e ricotta insaporita con scaglie di cioccolato.

0
1111
cassata

Ultima modifica 12 Aprile 2020

A Pasqua ed a Pasquetta le cassate sono il dolce che caratterizza le tavole di tutti i siciliani della parte sud orientale della Sicilia ed in particolar modo tipici della tradizione di Ragusa.
Deliziose, si possono degustare in quanto, ancora oggi, si preparano come si facevano all’inizio del 1900.

Queste cassate non sono quelle a cui tutti magari siamo abituati quando si parla di cassata siciliana, ma un tortino di pasta frolla e ricotta insaporita con scaglie di cioccolato o cannella o canditi.

cassata

Un simbolo dell’arte pasticcera siciliana, nelle sue diverse forme, nel mondo ed anche un segno di rinascita tanto che gli antichi affermavano:
” TINTU CU NON MANCIA CASSATI LA MATTINA RI PASQUA”
( “meschino chi non mangia cassata la mattina di Pasqua”).
Possiamo abbinare un vino dolce, il Moscato di Noto DOC, da servire ad una temperatura compresa tra 8 – 10 °C in un piccolo calice formato tulipano.

A questo punto Buona Pasqua!

Ingredienti:

gr.1200 di ricotta
1 kg di farina per panificazione
8 uova
2 limoni
100 gr di sugna
100 gr di zucchero
1/2 stecca di cannella

Procedimento:

Disporre la farina sulla spianatoia e aggiungervi la sugna strofinandola con le mani fino a quando si amalgama bene alla farina.
Formare la conca, versarvi le uova intere, un guscio d’acqua, un cucchiaio di zucchero e un cucchiaino di sale.
Impastare il tutto e tirare una sfoglia sottile.
Passare la ricotta dal passatutto, condirla con 100 gr di zucchero e la buccia grattata di 2 limoni.
Con la sfoglia preparare dei dischi della grandezza di un piatto, alzarvi un bordo di un cm e riempirli con la ricotta.
Disporre su una teglia rivestita di carta da forno e infornare per 15 minuti a forno caldo.
A cassatella sfornata aggiungere un cucchiaio di miele e cannella appena macinata.

Rispondi