Cellulite: 5 modi per combatterla

0
186

L’estate non è ancora alle porte, è vero, ma è ADESSO il momento di iniziare a pensare alla prova costume. Adesso abbiamo tempo a sufficienza per agire sui nostri inestetismi.
E qual è il problema estetico femminile numero uno? Esattamente, proprio lei… la cellulite.

Perchè purtroppo lo dicono le statistiche: 8 donne su 10 è vittima di questo problema estetico, che poco c’entra col peso e la forma fisica, quanto piuttosto con una cattiva circolazione sanguigna.

Non ne soffrono solo le donne in sovrappeso, ma anche quelle magre… e persino le celebrità!

Viene quasi considerata una “malattia” (parola un po’ troppo forte per i miei gusti) le cui cause possono essere tantissime: fattori genetici, ormonali, vascolari, ma anche carenza di attività fisica, abuso di alcool e fumo e cattive abitudini alimentari.

cellulite

Ma che cos’è la cellulite?
Tra la pelle e muscolo sottostante ci sono un tessuto connettivo ed un tessuto adiposo (il grasso). Se le cellule adipose si accumulano, iniziano a far pressione sulla pelle, mentre le fibre connettive, più resistenti, fanno pressione verso l’interno dell’organismo. In questo modo, sulla superficie della cute si formano le irregolarità e gli avvallamenti tipici della cellulite.

Cosa possiamo fare per combatterla?
Tante cose. E più le facciamo agire in sinergia, più avremo la possibilità di eliminarla prima e facilmente. Vediamole insieme!

Corretta Alimentazione

Iniziamo ad agire dall’interno, eliminando tutti i cibi che favoriscono la cellulite e facendo il pieno di alimenti disintossicanti e che accelerano il metabolismo.
Riduciamo quindi i carboidrati (magari sostituiamo la pasta normale con quella integrale e consumiamo quinoa, farro, grano saraceno, orzo perlato, che sono “cereali buoni”), i dolci e l’alcool. Limitiamo anche i latticini (i prodotti senza lattosio sono buonissimi!), gli insaccati, la farina bianca, il burro e i grassi saturi che derivano dalla carne. Tutti questi alimenti infatti accentuano la pesantezza alle gambe.
Sono invece da preferire alimenti quali: frutta e verdure di stagione, pesce, oli vegetali, legumi. Infine, cerchiamo di ridurre al minimo il consumo del sale, alleato numero uno della ritenzione di liquidi

Acqua e Tisane

L’acqua ci aiuta proprio a “pulirci” dall’interno, perché permette l’eliminazione di sostanze tossiche e di rifiuto. Ma attenzione a non esagerare perché l’eccessivo apporto di acqua può avere effetti negativi sulla funzionalità renale. Un litro e mezzo al giorno è più che sufficiente.
La mattina un bel bicchiere di acqua e limone (e zenzero) ci aiuterà a pulire l’organismo e ad accelerare il metabolismo e la sera una tisana drenante stimolerà il nostro sistema linfatico favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso.
Vi segnalo la “Tisana alla Betulla” e la “Linfa di betulla” da aggiungere all’acqua (acquistabili entrambi in erboristeria o in farmacia) che in particolare prevengono problemi venosi, gonfiori e pesantezza alle gambe, disturbi circolatori e ristagni linfatici.

Attività Fisica

Muoversi è l’imperativo categorico per ridurre la cellulite. Già solo con la ginnastica dolce, con passeggiate o pedalate, si allevieranno i disturbi agli arti inferiori, si mantiene una buona circolazione e si ossigenano i tessuti. Attività come nuoto e acquagym, sono indicatissime perché al lavoro muscolare si aggiunge l’attrito dell’acqua che raddoppia i tempi di resistenza, rimodella il corpo e riossigena i tessuti.

Creme e Massaggi

A questo punto la vostra arma letale saranno creme anticellulite da acquistare in farmacia e da applicare mattina e sera con un bel massaggio circolare dal basso verso l’alto. Ritagliatevi il vostro tempo per questo rituale, il massaggio migliorerà la circolazione nelle gambe e favorirà lo smaltimento dei liquidi.
Provate anche ad aggiungere alla crema qualche goccia di olio essenziale che prolungherà il tempo del massaggio e apporterà grossi benefici grazie alle sue proprietà.
Vi segnalo l’olio essenziale di betulla (aiuta l’eliminazione e la scomparsa dei noduli fibroconnettivali), di limone (rafforza i vasi sanguigni e fluidifica il sangue) e di rosmarino (stimola la circolazione periferica)
Due o tre volte a settimana provate anche gli impacchi anticellulite o i fanghi.

Indumenti giusti

Sembra banale ma non lo è: indossare abiti troppo stretti o scarpe con il tacco troppo alto, influenza la circolazione. Il sangue affluisce e defluisce con molta difficoltà se le gambe sono fasciate da un paio di jeans molto stretti! Inoltre, se avete qualche capillare in evidenza, non vi farà di certo bene.

Infine, ci sono tutta una serie di TRATTAMENTI da fare dall’estetista che sono più “invasivi” ma di sicura efficacia. Se l’argomento vi interessa, rimanete connesse… perché sarà l’oggetto di uno dei prossimi beauty post!

Abbiamo dichiarato guerra alla cellulite… scommettiamo che tra qualche settimana già notiamo i risultati?

® Riproduzione Riservata

Mi chiamo Andreana, ho 34 anni, un marito che definirei "workaholic" e due figli: Matteo, 4 anni, e Camilla, 1 e mezzo Il mio messaggio a tutte le mamme (lavoratrici o meno) è: non dimenticate chi eravate prima di avere figli, e se amate davvero i vostri bambini... allora prendetevi cura della loro madre (e un po' anche del loro padre)!

Rispondi