Coppie omosessuali

Ultima modifica 21 Aprile 2021

Hanno sentenziato che ai bambini vivere con una coppia omosessuale non produce danni o, meglio, non ci sono riscontri di danni. E così è stato respinto il ricorso di un padre che pretendeva l’affidamento della figlia perché la sua ex moglie conviveva con una donna. Bisogna premettere che quest’uomo, di religione musulmana, è un tipo che voleva imporre la sua volontà a moglie e figlia con qualsiasi mezzo, violenza fisica e morale compresa e che la sentenza di separazione, per i predetti motivi, aveva disposto l’affido esclusivo della bimba alla madre.

La Cassazione non poteva far altro che ribadire la sentenza poiché un padre violento e prevaricatore è una delle cose peggiori che può capitare ad un bimbo. Ma questo è passato inosservato, le associazioni degli omosessuali, nonché tutti i media, hanno focalizzato l’attenzione e messo in rilievo il fatto che la bimba fosse stata affidata alla madre nonostante il suo essere lesbica. Lo hanno presentato come un riconoscimento giuridico, come una certificazione che un bimbo possa crescere in seno ad una coppia omosessuale senza problemi, senza dover sopportare alcun danno, lo hanno indicato come in via libera della suprema Corte all’adozione da parte di una coppia omosessuale.

Certo, nel caso sopraccitato, non si può parlare di adozione, perché la piccola un padre, se pur  indegno, ce lo ha, e una madre che chiaramente la ama e la vuole con se. La compagna della madre è solo ed esclusivamente una compagna, non ha rapporti ‘parentali’ con la bimba, non ha diritti su di lei, ne ha compiti di istruirla e crescerla. Compiti che, secondo la legge, sono di esclusiva competenza materna.

Discorso diverso è quello di un figlio di una coppia omosessuale, uomini o donne che siano, e non per il problema di indicare quale sia il papà e chi la mamma, anche se mi sembra ridicolo indicarli come genitore 1 o genitore 2, perché un bimbo mai li chiamerà così, ma per il contesto che li circonda. Siamo veramente sicuri che un bimbo cresca senza problemi con una coppia dello stesso sesso? È vero che oggi gay e lesbiche non suscitano più le stesse reazioni di qualche decennio fa, ma le loro coppie sono veramente accettate?

Siamo veramente sicuri che la maggior parte di noi le consideri uguali e che permetta ai propri figli di giocare con loro senza problemi, senza commiserarli o farli sentire diversi? La situazione è complessa e molto, molto delicata. 

Non sono passati molti anni da quando le ragazze madri erano segnate a dito, scansate, ignorate ed i loro figli, bollati con il marchio di infamia nn( figli di nessuno) in tutti i documenti e nel sentire comune. Forse chi legge non lo sa, ma la cancellazione di quel marchio è stata lunga e difficile. Il fatto di essere figli illegittimi li privava non solo di molti diritti, ma il solo fatto di esserlo era, nel sentire comune, considerata una colpa. Ora fortunatamente non è più così, anche se …c’è ancora qualcuno che la pensa diversamente. Resta però di pressante attualità il problema degli omosessuali, perché non dobbiamo nascondere che, purtroppo, è ancora un problema. Anche per colpa di alcune religioni, non solo di quella cattolica, che consideravano e considerano ancora l’omosessualità come una malattia, una devianza, una anormalità gli omosessuali sono considerati diversi, appartenenti ad una categoria inferiore, con meno diritti, con meno dignità delle persone cosiddette normali.

Bisogna crescere in conoscenza e sapienza per riuscire a considerare indifferente il fatto che una coppia sia composta da esseri di sesso uguale o diverso, che non ci sia solo un’accettazione apparente nell’intento di apparire moderni ed evoluti, una accettazione solo formale, no deve essere un’intima, sicura convinzione, e allora…Nel frattempo i bimbi soffriranno la diversità dei genitori che si rifletterà e peserà sulla loro crescita con quali implicazioni e quali sofferenze non so, non è dato sapere. Abbiamo il diritto di non preoccuparci per loro, di pensare solo ai diritti dei grandi? È vero che le mamme ed i papà ‘normali’ non sono tutti santi, che alcuni delinquono, trattano male i loro figli. Ho scritto di veri e propri mostri assoluti, indegni di essere chiamati esseri umani, ai quali venivano tolti, a volte purtroppo tardi, i piccoli orrendamente maltrattati che, ne sono altrettanto sicura sarebbero vissuti decisamente meglio in seno a famiglie omosessuali, ma… Ho ancora molte perplessità sul permesso di dare loro in adozione dei bimbi, oggi, non siamo ancora maturi, il processo è ancora lontano dall’essere concluso.

A Parigi, in molti sono sfilati in corteo contro i matrimoni gay e la concessione di adottare un bimbo e questo mi conferma l’impressione che non siamo ancora pronti, che dobbiamo ancora crescere, purtroppo!

Nonna Lì

1 COMMENT

  1. il padre è stato imbrogliato! la madre non è che è diventata lesbica dall’oggi al domani. ha imbrogliato luomo. si è fatta mettere in cinta e poi lo ha mollato!

Rispondi