Come salvare e aiutare una rondine decisamente impaurita.

Ultima modifica 22 Agosto 2020

Il papà di Lavinia e Adriano lavora in una compagnia situata nel bel mezzo di una verdissima valle, la Val Brembana. Ogni giorno vede molti animali, come gatti, cani, ma anche anatre e qualche falco. Ma l’incontro più bello c’è stato questa settimana, quando ha scovato, non molto lontano dal nido, una piccola rondine, caduta via dalla mamma e decisamente impaurita.

aiutare una rondine

Il nido era molto alto e, dopo svariati tentativi di attirare la mamma dell’amica pennuta, il papà dei mie due adorabili monelli ha deciso di prendersi cura personalmente della rondine smarrita.

Cosa fare se si trova una rondine o un rondone?

La prima cosa da fare è cercare un contatto di esperti che vi possano aiutare e guidare in un’esperienza emozionante di salvataggio di animali selvatici e protetti dalla legge.

Noi ci siamo rivolti all’Oasi del WWF della Valpredina.
Ecco il sito che abbiamo consultato il sito del WWF.

L’operatore è stato molto gentile e ci ha spiegato, innanzitutto che si trattava di un cucciolo di rondone e ci ha suggerito come poter capire se il piccolo volatile fosse ferito.
Il piccolo rondone non sembrava ferito, ma terrorizzato.
Così, sotto suggerimento della guida dell’Oasi, l’abbiamo messo in un coperchio di una scatola, adagiandolo delicatamente su un cuscino di stoffa, per tenerlo al fresco.

La giornata era caldissima e la cosa più importante era riuscire a far bere il piccolo amico. Con l’aiuto di una pipetta, siamo riusciti a darle qualche goccia di acqua tiepida. L’operatore WWF ci ha pregato di contattarli per qualsiasi dubbio o domanda e, nel caso non avessimo visto miglioramenti, di portare il rondone immediatamente all’Oasi.
I miglioramenti si sono, fortunatamente, palesati velocemente.

Il rientro a casa nostra

Conoscendo bene la mia Lavinia, amante degli animali e bambina facilmente eccitabile, le abbiamo spiegato che stava per arrivare un ospite in casa molto delicato e che avrebbe dovuto aiutare me e il papà a prendersi cura di una creaturina in difficoltà.

aiutare una rondine

Era felicissima! Ha accolto il cucciolo di rondone con gioia ed entusiasmo.

Ci ha subito detto di essere molto fiera dei suoi genitori che cercano sempre di salvare gli animali, e con questa frase credo che sarò a posto per un bel po’!

Anche M. Adri è stato sorprendemente gentile con Daisy Elvis, questo è il nome che la mia bambina ha dato al cucciolo di casa.
Non essendo sicuri del sesso, ha preferito dare un doppio nome.

salvare una rondine

Abbiamo deciso che il davanzale interno del bagno fosse il luogo più sicuro e fresco della casa. Le abbiamo sistemato un nido improvvisato con un asciugamano pulito e abbiamo subito cercato di darle da bere.

Cosa dare e come far mangiare un cucciolo di rondone

I rondoni e le rondini, come la maggior parte dei passeri, sono degli insettivori, mangiano grilli, mosce e zanzare, ma quando sono così piccoli non riescono a procacciare il cibo da soli, aprono il becco e aspettano che la mamma faccia il resto.
Abbiamo capito si trattasse di un uccello molto giovane osservando il piumaggio che presenta ancora piccole piume grigio/bianche sparse lungo tutto il manto, le cosiddette piume di nascita.

rondine

Di zanzare se ne trovano parecchie in questo periodo, grilli e mosche, volendo, ne è pieno il parco. Allora, Lavinia, Adriano e io, muniti del barattolino trasparente che di solito utilizziamo per catturare e osservare gli insetti che troviamo lungo le nostre passeggiate, siamo andati al parco locale alla ricerca di cibo fresco per l’ultima arrivata di casa.

salvare una rondine

Dopo pochissimo, praticamente tutti i bambini del parco ci stavano aiutando. Lavinia era così felice della nostra missione che non riusciva a trattenersi nel dirlo a tutti…ma proprio tutti gli abitanti della nostra città!

Quando il pomeriggio siamo tornati a casa, Daisy ha mangiato, con nostra immensa gioia, tre zanzare e un piccolo grillo. Aiutandoci con il dito le abbiamo proposto il cibo e lei voracemente a spalancato il becco. Era molto buffa!

Da buona mamma italiana che si preoccupa che il cibo destinato ai cuccioli non sia mai abbastanza, ho comprato un paio di omogeneizzati al pesce.
Ho letto che in casi estremi possono aiutare l’alimentazione di rondini e rondoni orfani. Daisy Elvis ha mangiato anche quello.

Dopo una lunga dormita nella casetta delle bambole, lontana dalle grinfie del pastore maremmano padrone di casa e dalle amorevoli coccole di Mr. Adri, Daisy Elvis si è svegliata più vivace e molto affamata.

Abbiamo comunicato i progressi ai ragazzi molto competenti dell’Oasi WWF e abbiamo deciso di tenerla qualche giorno con noi.

Speriamo possa imparare presto a volare e che rimanga in zona. Neanche a dirlo che ormai ci siamo tutti affezionati a lei.

La missione salvataggio sembra stia funzionando.
Con Lavinia abbiamo deciso di costruire un nido ad hoc per lei e una mangiatoia per quando lei crescerà e per tutti gli amici che vorranno svolazzare nel nostro giardino.

Seguiteci sulle storie instagram, vi racconteremo le avventure della nostra Daisy Elvis e di come costruiremo una casa per Lei.

Rispondi