Hot cross buns panini dolci pasquali anglosassoni [Ricetta]

Ultima modifica 12 Aprile 2020

Hot cross buns… pronti a scoprire cosa sono?

Si tratta di un panino speziato e con un buon profumo di agrumi che generalmente viene fatto nel periodo di Pasqua e consumato il Venerdì Santo.

Come  tutte le ricette dedicate ad una determinata festività sono arricchite da storie e curiosità. Decorati sulla superficie con una croce simbolo della Crocifissione di Cristo, questi panini, se fatti il Venerdì Santo, si dice che si conservino senza rovinarsi per un anno intero, sino alla Pasqua successiva, e vengono appesi in cucina come porta fortuna.
Una volta ormai secchi vengono polverizzati e utilizzati per curare ogni tipo di malattia.
Se due persone dividono a metà e mangiano insieme lo stesso panino per un anno intero la loro amicizia sarà garantita, di questi tempi una fortuna non indifferente.

Io ho seguito la ricetta di uno dei miei libri preferiti questo “Come si fa il pane ” di E. Hadjiandrou. Ho trovato questa preparazione molto interessante.

Si può impastare in una ciotola a mano senza l’uso dell’impastatrice, perché mica ce l’hanno tutti. La glassa per lucidarli è fantastica, profumatissima, per nulla stucchevole.

Ingredienti per 13 pezzi circa

Per le croci:

  • 90 ml di acqua
  • 40 ml di olio
  • 75 g di farina
  • 2,5 g di sale

(ma c’è qualcosa da rivedere nelle dosi perché, come vedete le mie croci in cottura sono scomparse)

Preparazione:
mescolare la farina ed il sale in un contenitore, in un altro i liquidi, olio e acqua e unire poi ai secchi, formando una pastella  che metterete al fresco.

Per la glassa:

  • 250 ml di acqua
  • 150 g di zucchero
  • 1/2 arancia non trattata
  • 1/2 limone
  • 2 bastoncini di cannella
  • 5 chiodi di garofano
  • 3 semi di anice stellato

Preparazione: tagliate l’arancia in 4 parti e il limone in due, poi mettete tutti gli ingredienti in una pentola e portate ad ebollizione, appena raggiunge il bollore togliere dal fuoco  e lasciare freddare conservando poi in un luogo fresco.
Questa glassa si può fare il giorno precedente, così gli aromi si intensificheranno e potrà essere conservata in frigo per poterla utilizzare anche in altre preparazioni.

Per l’impasto:

  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 40 g di zucchero
  • 200 ml d acqua calda
  • 400 g di farina
  • 200 g di mirtilli secchi
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • la scorza grattugiata di due arance
  • la scorza grattugiata di 1 limoni
  • 90 g di burro morbido
  • 1 uovo grande
  • pizzico di sale

Prima di partire con l’impasto prepariamo la frutta secca.
In una ciotola mettiamo la scorza grattugiata delle arance e limone, poi uniamo i mirtilli, e le spezie: cannella e zenzero.

Preparazione dell’impasto che consiste in un preimpasto e poi un impasto finale.

Preimpasto o poolish:
in una ciotola mettiamo il lievito di birra con l’acqua e lo zucchero e aggiungiamo 200 g di farina presi dal totale, mescoliamo bene.
Copriamo e lasciamo riposare per 30 minuti.

Impasto finale:
mettiamo in una ciotola grande la farina rimanente, e cioè 200 g, il pizzico di sale, aggiungiamo a questi il burro morbido ridotto a pezzetti mescoliamo con la punta delle dita sino ad avere un impasto “bricioloso”.
Uniamo all’impasto di farina e burro l’uovo, leggermente sbattuto, e il preimpasto; mescoliamo sino ad amalgamare gli ingredienti e poi copriamo e lasciamo riposare per 10 minuti. Ora inizia la tecnica dell’impasto in ciotola che già vi avevo proposto per il pane armeno piatto.

Passato il tempo necessario lavorate l’impasto in ciotola così:

*prendete un lembo e riportatelo al centro e girate la ciotola, continuate così per 8 volte e coprite di nuovo con la ciotola e lasciate riposare per 10 minuti.*
Ripetete l’operazione compresa tra gli asterischi * per altre 2 volte. Vedrete che l’impasto diventa sempre più liscio ed elastico.

Ora unite all’impasto delicatamente la buccia di arancia e limoni con i mirtilli secchi e spezie che avevate preparato. Coprire e lasciare riposare 30 minuti.

A questo punto potete procedere così:

  • si può trasferire il composto in frigo e procedere il giorno dopo, con l’accortezza di lasciare a temperatura ambiente l’impasto per almeno 15 minuti e poi formare i panini.

oppure

  • procedere alla pezzatura dei paninetti, ciascuno di circa 70 g; sulla spianatoia ben infarinata dividere l’impasto e formare delle palline.

Li trasferiamo su una teglia rivestita con carta forno e lasciamo lievitare sino al raddoppio.

Al momento di infornare con l’aiuto di una sac à poche disegnate una croce sulla superficie dei panini.

Cottura:

forno preriscaldato a 180° per circa 15-20 min. Una volta cotti li tiriamo fuori e spennelliamo con la glassa, lasciamoli raffreddare su una griglia.

DSC_5103

Che dire sono veramente deliziosi, dal momento che li ho sfornati  e mi sono messa a scrivere il post ne sono rimasti solo 6, vi lascio immaginare.

Rispondi