Le Nuove Mamme per l’Emilia

18
139

La terra continua a tremare.
Se ieri sembrava che tutto fosse sotto controllo, oggi la situazione è decisamente precipitata.

terremoto emilia

Ho molti amici in Emilia, mio marito è emiliano e, anche le sue zone non sono state gravemente colpite, viviamo queste ore con l’angoscia di chi abbia i propri cari lontani.

Quando ancora la situazione non era così grave come oggi, avevo pensato che non potessi restarmene con le mani in mano, ad aspettare di ricevere notizie seduta sul divano di casa, ascoltando i telegiornali. Dovevo fare qualcosa.

Sono entrata in contatto con la responsabile del Comune di San Felice sul Panaro, oggi seriamente danneggiato. Le ho raccontato di me, de Le Nuove Mamme, dei nostri progetti. Le ho detto che avrei voluto fare qualcosa per loro e che non sarei stata da sola. Sì, perché le donne che condividono con me il  progetto Le Nuove Mamme non mi hanno fatto neanche arrivare alla fine della prima frase. Loro erano già con me.

Lei mi ha raccontato di come stessero gestendo l’emergenza, delle cinque tendopoli allestite per accogliere le famiglie sfollate e, soprattutto, di quanto i bambini più di chiunque altro stessero soffrendo.

Parlando con lei abbiamo capito cosa avremmo potuto fare: portare un po’ di conforto ai bambini e alle loro famiglie, non solo morale ma anche materiale. No, non possiamo e non intendiamo raccogliere denaro. Vogliamo invece  regalare vestitini, giocattoli e materiale didattico. Sicuramente tutti noi abbiamo in casa abiti dismessi, giocattoli in disuso e qualche scorta di matite e quaderni dei nostri piccoli scolaretti.

Noi abbiamo la possibilità di raccogliere il materiale a Roma, Milano, Piacenza, Azzano Decimo (PN) e Verona (dove abbiamo i nostri magazzini). Chiunque desiderasse mettere a disposizione garage, cantine o magazzini, in altre località, può mettersi in contatto con noi.

Nelle prossime settimane, verso metà giugno, andremo a San Felice sul Panaro, per passare una giornata con i bambini, per distrarli, portare loro un po’ di serenità e per consegnare loro tutto il materiale raccolto, accompagnato da una lettera aperta in cui verranno nominate e ringraziate tutte le persone che avranno aderito.

Questa iniziativa è aperta a tutti, chiunque volesse collaborare con noi in qualsiasi forma è il benvenuto.
Scriveteci a lnmperlemilia@lenuovemamme.it

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

18 COMMENTI

  1. Di tutte le iniziative che ho letto on line riguardo il terremoto questa è la meno banale e scontata, nonché la più funzionale, a mio modesto parere.
    Quindi appoggio l’iniziativa e la pubblicizzo anche da me, estraendo una breve parte di questo articolo e rimandandovi i miei lettori, chiunque capiti dalle mie parti…
    Ve l’ho scritto anche per e-mail che mi piacete, mi piace la forma del vostro portale, il modo in cui vi proponete e imponete nella vita.
    Le mamme non sono “solo” mamme, sono donne guerriere e forti!!

  2. […] dato la notizia sul nostro sito, condividendo questo post sulla nostra pagina […]

  3. Ci sono, sono disponibile.
    Gualtieri (RE), al limite del territorio più colpito (da noi per ora solo danni a edifici pubblici, musei, chiese e scuole ma a 3 km sono fuori casa).
    Sono a disposizione come centro di raccolta. Fra l’altro tramite una parrocchia amica (info sul mio blog) posso far arrivare aiuti anche a Mirandola. In caso vogliate aderire fatemelo sapere.
    Intanto condivido il post e lo inserisco nell’elenco sui miei blog.

    • Grazie. Certo che aderiamo. Condividiamo subito il post che hai inserito sul tuo blog sul nostro profilo. Ci mandi in privato un tuo contatto?? grazie ancora

  4. ciao sono enrica , io avrei un pò di vestiti e scarpe per bibmi piccoli da 6 a 12 mesi vorrei capire dov’è il centro ad azzano x, così almeno ve li porto alquanto prima grazieee

    • Ciao Sandra, scusami tantissimo se non ti abbiamo ancora risposto. Forse ci siamo perse le email, ne arrivano tantissime!!! Controllo subito la posta e ti rispondo!! a presto, e grazie.

    • Ciao Cristina, grazie per averci scritto… Il centro di raccolta di Milano che ha ancora posto è ad Affori. Ti mandiamo una email con l’ indirizzo ed il contatto della persona che ti potrà ricevere. Grazie ancora!

  5. Salve, vorrei aderire anche io con abiti per bambini (3-6 anni), qualche gioco e libro. Solo non posso portare direttamente i vestiti ai centri di raccolta. Vorrei sapere quindi se posso spedirli, eventualmente a quale indirizzo e quali sono i tempi (so che sono stretti, ma fino a metà giugno noi non torniamo a casa e non posso preparare niente!)
    Grazie mille

  6. […] un articolo precedente abbiamo spiegato le nostre motivazioni che ci spingono a non rimanere con le mani in mano e fare […]

  7. Ciao Chiara, che soddisfazione!! sono arrivati i primi pacchi per l’Emilia anche in quel di Verona!!!
    Mariarosa, centro di raccolta di Brentino Belluno (VR)

  8. […] dell’evento, la voce si è diffusa e hanno cominciato a chiamarmi le amiche, chiedendo conferma dell’articolo pubblicato. Così piano piano la mia taverna si è riempita di giocattoli, materiale didattico, vestiti e […]

  9. […] non siamo certo rimaste a guardare e abbiamo proposto un’iniziativa, Le Nuove Mamme per l’Emilia, per raccogliere prodotti per i bambini, dai vestiti alle scarpe, al materiale didattico. Siamo […]

  10. ciao, vi scrivo da Novaledo, un piccolo paesino nella provincia di Trento. la nostra scuola elementare ha una piccola cooperativa scolastica che l’anno scorso ha spedito ai bambini di mirandola una somma per aiutare a ricostruire la scuola… come dire, dai bambini ai bambini… ora, mercoledì 24 tutti i bambini della scuola elementare con i pullman verranno a mirandola e conosceranno questi bambini, mi chiedo, secondo voi, possiamo portare ancora vestiti, giocattoli ed eventualmente quaderni e matite e penne? non credo che l’emergenza sia terminata… mi fate sapere? lo so che è tardi ma mi sono svegliata con questa idea stamattina… grazie, una mamma.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here