La casa di Peppa Pig: supernovità di Leolandia [Reportage]

Ultima modifica 4 Gennaio 2020

A sigillare l’accesso un grandissimo lucchetto, a ciascun bambino una grossa chiave da appendere al collo, sullo sfondo una grande casa gialla.

Peppa Pig e il suo mondo bidimensionale pensato per il target dei più piccoli ha invaso la nostra quotidianità tanto da spostare il grado di attenzione e di meraviglia ad un pubblico più adulto.

I genitori erano più emozionati dei propri figli nel poter entrare in un mondo ricreato e frutto dell’immaginario collettivo.

Leolandia ha riaperto con Peppa Pig, noi c’eravamo!

La casa di Peppa Pig

Da quest’anno a Leolandia per i più piccini i sogni diventano realtà con il Mondo di Peppa Pig. Un’area del Parco interamente dedicata alla maialina più famosa della tv costruita su una collina e circondata da uno spazio gioco. All’interno dell’area è parcheggiata l’auto della famiglia, il castello ventoso (ancora in costruzione) e alcuni tendoni con area trucco e gadgets.

La casa di Peppa Pig

La casa della famiglia Pig con le sue stanze da esplorare è una sorta di grande museo con tutti gli elementi fedelmente riprodotti.

Dalla camera dei due fratellini piena di giocattoli (anche la casa delle bambole con tanto di ragno Mister Zampe-fini), al bagno dove è possibile immergersi nella vasca con paperella, dal soggiorno per stare comodamente seduti sul divano e guardare la tv (si può cambiare anche canale!!!), fino alla cucina per sedersi comodamente a tavola e mangiare pizza e insalata.

La casa di Peppa Pig

Tutto davvero molto bello, forse più per mamma e papà.

I bambini molto piccoli infatti non riescono a comprendere la legge del non toccare ed effettivamente molti degli oggetti sembrano alquanto delicati e non propriamente kids friendly. Lo stewart dell’area soggiorno guardava con sguardo atterrito il bambino che sollevava la grossa cornetta del telefono gioco. Nonostante fosse stato lui stesso a proporre ai giovani ospiti il suo utilizzo per simulare una telefonata.

La casa di Peppa Pig

Perché non poter giocare con i giocattoli di Peppa e George nella loro cameretta?

Forse per attirare l’attenzione di un bambino si potrebbe pensare a qualche forma di interazione o di movimento all’interno del set (la staticità mussale al di sotto dei 3 anni è difficile da gestire) lo stesso vale per la cucina (il cibo in plastica si staccava dai piatti figuratevi quale divertimento per i più piccoli, decisamente meno per il personale terrorizzato da tanto dinamismo…)

Il giro nella casa dura pochi minuti a fronte di una coda lunghissima per l’ingresso.

Ovviamente trattandosi dell’attrazione di punta del parco (o quantomeno la novità) ci si aspetta un importante flusso di persone e lo spazio antistante la casa potrebbe non essere così agevole per ospitare tanta curiosità.
Ma questo ovviamente non è per il momento prevedibile.

inaug-34

Lasciata la casa di Peppa e i suoi segreti Leolandia è in grado di offrire giostre, un ricco calendario di spettacoli e animazioni.

Avventura (che nel 2014 ha avuto bel 100.000 spettatori), l’Allegra Fattoria, con la scoperta dell’affascinante mondo dei pappagalli di Leolandia. Fiesta al Saloon, per vivere il west a suon di musica messicana; Assalto al Galeone, la nuova avventura piratesca e La Bussola del Mare per scoprire la vera storia della piratessa Mediterranea.

inaug-200

Leolandia è anche Minitalia: ovvero un percorso per scoprire le bellezze del nostro paese in miniatura e per i bambini l’opportunità di imparare un pochino di geografia in 3D non virtuale.

Un parco sicuramente adatto a tutta la famiglia, con offerte dedicate e un buon numero di attrazioni adatte per ogni fascia di età e ovviamente dal 29 marzo l’unico ad offrire il Mondo di Peppa Pig con i due protagonisti sempre presenti.

5 COMMENTS

Rispondi