Luca: il nuovo film Pixar è un omaggio all’Italia. La Recensione

Ultima modifica 25 Ottobre 2022

Uscito da pochissimo sulla piattaforma Disney+ non potevamo non vedere il nuovo film Pixar dal titolo Luca.

Ci è piaciuto sin dalle prime immagine, ma che dico ancor prima, dai titoli della casa di produzione, ossia da quando inizia a risuonare un classico del Quartetto Cetra: Un bacio a mezzanotte.

Il film, come già avrete capito, è ambientato in Italia o meglio sulla Riviera Ligure a Porto Rosso, che non esiste è una città inventata.

Anche se in realtà è la fotocopia della bellissima Monterosso, una delle cinque Terre…

luca

Per riassumere la storia in poche parole potremmo dire che:

Il nuovo film Pixar, Luca, è una storia di amicizia e di crescita personale attraverso una fantastica avventura estiva.

Tutto comincia con il mare e l’incontro di Alberto, che diventa subito il migliore amico di Luca.

Così, dopo aver sognato insieme di possedere una vespa e viaggiare per il mondo, decidono di mettere piede a Porto Rosso.

luca

Qui, tra tiri a calcio, gelati, giri in bicicletta e piatti di pasta, fanno amicizia con Giulia una bambina del posto ritenuta da tutti una “sfigata”.

Decidono così di unire le forze e formare la banda degli “sfigati” per sconfiggere lo strafottente e prepotente Ercole alla Rosso cup.

Una gara composta da tre specialità: nuoto, mangiata di pasta e giro in bicicletta.

Il premio è in denaro e potrà permettere ai due amici di acquistare la bellissima e famosissima Vespa, con la quale visiteranno ogni giorno un posto nuovo.

Mentre a Giulia non interessa il denaro, le basterà porre fine al regno di terrore di Ercole.
Ovviamente, non è così semplice perché Luca e Alberto nascondono un grande segreto…

Già avete capito bene, i due non sono dei bambini normali come sembrano, ma sono dei mostri marini che appena toccano l’acqua si ritrasformano.

Quest’avventura come dicevamo, cambierà molto i protagonisti e farà crescere molto Luca.

Riflessioni sul film

A noi il film Luca è piaciuto molto è una fiaba d’altri tempi che tratta diversi temi a mio avviso e lo fa con poesia ed intelligenza.

Luca è timido ed introverso ma comunque trova il coraggio di iniziare un avventura. Questo è sicuramente il primo tema importante della pellicola: la crescita personale del protagonista.

luca

Durante il film si possono notare altri argomenti importanti, come l’apertura del mondo verso qualcosa di diverso ed il distacco dai genitori. Inoltre, con Giulia viene inserito il tema del non sentirsi adatti, strani, disadattati, insomma sentirsi sempre fuori posto!

Questo unirà Luca e Alberto ancora di più a lei!

Luca non è per niente noioso, anzi è una pellicola che tiene sempre alta l’attenzione perché si alterna tra risate e momenti commoventi utilizzando una colonna sonora perfetta fatta anche da grandi classici di quell’epoca.

Infatti, ascolterete il “Gatto e la volpe” di Bennato, “Fatti mandare dalla mamma” di Gianni Morandi per non scordare Rita Pavone e la bravissima Mina.

La cosa più divertente era vedere le bimbe che mi guardavano cantare e dicevano:

“Mamma come fai a conoscere le canzoni?!”

Io sono molto legata a quell’universo musicale, che non è vicino alla mia data anagrafica, ma semplicemente perché erano le musicassette che mio padre metteva in macchina tutte le volte che ci spostavamo per andare alla casa al lago.

Quindi, fin da subito quelle musiche, i colori e forse un pò i personaggi mi hanno ricordato la mia infanzia.

Un’altra particolarità del film che ho molto apprezzato sono i continui riferimenti culturali al nostro bel paese, oltre alla musica ci sono omaggi a Leonardo, a Roma, alla nostra cucina e molto altro…

Insomma, niente da dire sul film che ci fa sentire proprio come a casa e fa conoscere il nostro bellissimo popolo anche all’estero.

Un’unica pecca forse Ercole gesticola un pò troppo, secondo i miei guasti, ma potrebbe essere fatto intenzionalmente dato che il regista è italiano per sottolineare uno di quegli  stereotipi che il mondo ha di noi!

Per concludere Luca è un film magico quasi di un’altra epoca ,come i personaggi che vengono rappresentati e ricorda, come dicevo, le estati della (mia) nostra infanzia!

#Spaventometro 0

Non c’è veramente niente che spaventi il bambino. I mostri di mare sono pesci con colori brillanti e carini.

Una curiosità: se vi recate a Monterosso per un giro, potrete vedere al largo le statue subaquee dei due protagonisti, in omaggio al film.

Queste statue di 2 metri e mezzo sono realizzate da artigiani ed ingegneri italiani con materiali ecosostenibili in vetroresina e dipinte con vernice color sabbia costituita da polvere di pietra naturale per rispettare l’habitat marino.

Assolutamente da andare!

Dati tecnici:
Luca
di  Enrico Casarosa
2021, Disney
durata 1 h e 41 min
Animazione per famiglie

Rispondi