Pasqua alla mostra Dinosauri in Carne e Ossa

Ultima modifica 13 Maggio 2015

La Mostra sui giganti della preistoria, presso La Sapienza, sta riscuotendo un successo indiscusso: sono tante le famiglie che sono andate già a scoprire i Dinosauri in Carne e Ossa, e altrettante le scolaresche che hanno avuto modo di approfondire e conoscere da vicino i giganti del passato.

Dinosauri in carne e ossa la sapienza roma

Per tutto il mese di aprile, gli incontri e gli approfondimenti aumentano proprio per andare incontro alle esigenze di tutti e per poter offrire il modo di andare alla mostra a quante più persone possibile.

Mostra dinosauri in carne e ossa

I contenuti della manifestazione si prospettano ulteriormente interessanti e sempre nuovi grazie al contributo di artisti e scienziati, che saranno i protagonisti di speciali giornate. Inoltre la mostra resterà aperta nelle giornate festive di Pasqua e Pasquetta, con orario continuato dalle 10.00 alle 18.00.
La serie di iniziative di approfondimento prenderà il via proprio dal weekend pasquale con l’illustratrice cremasca Loana Riboli, docente di educazione artistica e specializzata in tavole di tema preistorico, ospite con un laboratorio di disegno creativo tutto dedicato ai bambini dal suggestivo titolo di “Tratti primordiali” nel pomeriggio di sabato 4 aprile (ore 14,30 – 18,00) e domenica 5 aprile in due sessioni, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 18,00.

Sabato 11 e domenica 12 aprile sarà la volta di un viaggio nella scienza di studio dei fossili con “Chiedi al paleontologo!”, che avrà per protagonisti i membri dello staff Dinosauri in Carne e Ossa; il 18 e 19 aprile ecco ancora un paleoartista a interagire con il pubblico: Davide Bonadonna, illustratore noto a livello internazionale reduce da una collaborazione con National Geographic Magazine, che terrà un laboratorio sul tema “Ricostruire il passato”.

L’orario della mostra è stato prolungato, con l’ultimo ingresso possibile fino alle ore 18.00 e la chiusura effettiva del percorso alle 19.00, per permettere ai visitatori di vivere la loro esperienza “preistorica” in tutta la sua intensità, fino al calar del crepuscolo tra artigli e feroci fauci: è questo il momento di lasciare i dinosauri e gli altri animali estinti, tornando al presente con un ricordo indelebile.

Rispondi