DOCUMENTIamoci e partiamo! Documenti dei minori

2
32

Le leggi italiane cambiano continuamente, soprattutto quelle legate ai minori e ai documenti validi per viaggiare con loro. E visto che a breve potremmo voler organizzare qualche viaggetto, qualche ponte o qualche vacanza, oggi parliamo di documenti dei minori in viaggio.

Documenti dei minori, tutto pronto per partire?

documenti dei minori

Non c’è cosa più spiacevole che arrivare al gate d’imbarco e scoprire che non abbiamo le carte in regola per partire. Quindi, visto che manca ancora qualche giorno alle prossime vacanze, teniamoci pronti per viaggiare in tranquillità aggiornandoci con le ultime normative sui documenti per minori.

Dal 26 giugno 2012 la legge italiana si è adeguata alla normativa europea e ha previsto che i minori debbano viaggiare in Europa e all’estero con un proprio documento di viaggio.

Niente più iscrizioni dei nostri figli sul passaporto di noi genitori.
Anche i neonati dovranno dunque avere la loro carta d’identità personale.

Documenti dei minori: la Carta di Identità.

documenti dei minori

La carta di identità per i minori avrà validità fino a tre anni di età. Alla sua scadenza sarà emessa una nuova carta valida cinque anni e rinnovabile fino al compimento del diciottesimo anno di età.
Per richiedere la carta di identità ci si dovrà rivolgere al proprio comune di appartenenza o presso una qualsiasi delegazione comunale d’Italia.
Alla richiesta si dovrà allegare 3 foto formato tessera.
La data di scadenza della carta d’identità sarà la data di nascita dell’intestatario.

Attenzione. La richiesta dei documenti dei minori deve essere fatta contestualmente da tutti e due i genitori. Che firmeranno sul retro della carta di identità del figlio.

In caso di firma di uno solo dei genitori, sarà necessario un atto di assenso del giudice tutelare che autorizzi l’anagrafe all’emissione del documento. Salvo che il genitore firmatario sia anche il titolare esclusivo della potestà del figlio.
In caso di viaggio all’estero di un minore di 14 anni, quest’ultimo dovrà essere accompagnato da uno dei genitori. In caso di assenza dovrà portare con sé una dichiarazione dei genitori, convalidata dalla Questura, che indichi il nome dell’accompagnatore, o l’agenzia di viaggi o trasporti.

Consigli. Visto che la carta di identità di un minore non reca alcun dato anagrafico dei genitori, se non le loro firme, è sempre utile viaggiare con un documento (certificato di nascita) dal quale risulti evidente il grado di parentela.

I paesi in cui si può espatriare con solo la carta di identità sono:

Albania, Andorra, Austria, Belgio, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Cipro, Croazia, Egitto, Rep. Macedonia, Finlandia, Francia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtestein, Lituania, Lussemburgo, Marocco, Monaco, Montenegro, Norvegia, Regno Unito, Serbia, Slovenia, Romania, San Marino, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tunisia, Turchia, Ungheria.

In alcuni di essi però la carta di identità è valida con alcune restrizioni.

Vi ricordiamo inoltre che gli aeroporti principali in Italia accolgono al loro interno delegazioni comunali dell’anagrafe, autorizzate al rilascio di carte di identità per “non residenti”. Le modalità di emissione di tali documenti sono uguali. L’ufficiale anagrafe incaricato all’emissione dovrà in questo caso contattare il comune di residenza e farsi dare il nulla osta al rilascio.

Vale dunque sempre la pena documentarsi prima della partenza per non trovarsi con sgradite sorprese.

Documenti dei minori: il passaporto

documenti dei minori

Per entrare nei paesi extra-UE, anche il passaporto dovrà essere individuale. Se i genitori hanno il passaporto che scade dopo il 26 giugno 2012, questo resterà valido, ma soltanto per loro.
Ricordate innanzitutto che il rilascio del passaporto richiede più tempo.
Dipende ovviamente da realtà e realtà, ma il consiglio è sempre quello di farne richiesta diverse settimane/mesi prima della data della partenza.
La richiesta del passaporto, sia per adulti che per minori può essere inoltrata sia nel proprio comune di residenza, o presso i commissariati, o presso la Questura della propria città.
Insieme al modulo dovranno essere allegate due foto che abbiano dimensioni e caratteristiche precise (controllate sul sito della polizia di Stato), un conto corrente di 42.50 eur e un contrassegno di 40.29 eur.
Il passaporto dei minori viene rilasciato con microchip per i bimbi fino ai 12 anni, e con l’apposizione di impronte digitali e firma digitalizzata dai 12 anni in su.

Per il passaporto dei minori è necessario l’assenso di ambedue i genitori, che saranno chiamati a firmarlo in presenza di un ufficiale.

In assenza di assenso sarà necessario allegare un nulla osta firmato da un giudice tutelare.
Se uno dei due genitori fosse impossibilitato a richiedere fisicamente il passaporto dovrà allegare fotocopia del documento e una dichiarazione di assenso all’espatrio firmata in originale.
Per l’espatrio di un minore non accompagnato dai genitori, questi dovrà viaggiare con una dichiarazione di accompagno sottoscritta dai genitori o il nome dell’accompagnatore scritto direttamente sul passaporto vistato dalle autorità competenti al rilascio.

Il passaporto dei minori ha diverse validità

documenti dei minori

  • da 0 a inferiore ai tre anni di età il passaporto ha validità 3 anni.
  • Da 3 a 18 anni ha validità 5 anni.

Anche in questo caso il sito della Polizia di Stato contiene tutte le indicazioni per la richiesta e l’emissione.

Per quanto riguarda l’assistenza sanitaria invece, ricordatevi di portare sempre con voi la tessera sanitaria con il codice fiscale dei vostri figli. E, secondo i paesi dove vi recate, alcuni rimedi di prima necessità, medici o omeopatici, in base al vostro “credo”.

Qualche altro consiglio di viaggio

documenti dei minori

Ricordatevi inoltre che in volo, durante le fasi di decollo e atterraggio, i vostri piccoli potrebbero soffrire di mal d’orecchie. Potrete evitarlo facendo mangiare loro una caramella, poiché il gesto della suzione aiuta a impedire che le orecchie si tappino. In caso di bambini piccoli potrete ovviare a questo problema usando il ciuccio o il biberon e, ai neonati allattati esclusivamente al seno, offrirlo loro affinché possano “servirsi da soli”.

Nei voli lunghi, é importante far camminare i bambini e offrire spesso loro da bere.

Idratare la loro pelle e vestirli comodi e “a cipolla”, in modo da poterli coprire o scoprire in base alla temperatura della cabina.

Infine, la regola che vale sempre in viaggio, sia esso in auto, nave o aereo, é intrattenerli con giochi e racconti, Così da accorciare le distanze usando la fantasia.

Altrimenti vi ritroverete con un clone del Ciuchino di Shrek che schioccherà la lingua chiedendovi ogni due minuti… “Siamo arrivati?”

Classe 1971, dicono buona annata per il barolo, viaggiatrice per indole, blogger per caso, mamma per scelta di 2 ragazzi di 8 e 14 anni che come tutti i figli (maschi per giunta), mi fanno tribolare.

2 COMMENTI

  1. Bell’articolo! e ottimi consigli, sopratutto per il volo e come intrattenere i piccoli…
    Ma perchè allora hai deciso di evitare le Mauritius???
    ( Mauritius. Troppe ore di volo per lui che, ormai superato l’anno, ha solo voglia di camminare, muoversi, giocare. No, non è fattibile. )

Rispondi