Pensate di comprare un passeggino trio? Ecco i suoi principali pro e contro

0
82

Il passeggino trio è uno dei prodotti più apprezzati dai neogenitori.
Con le sue tre funzioni: passeggino, culletta e carrozzina, permette di affrontare diverse fasi della vita di un bambino facendo un solo acquisto.

Ma non è tutto oro quello che luccica, vediamo quindi pro e contro dei passeggini trio.

comprare un passeggino trio

Pro di un passeggino trio

  • Tre in uno. Per prima cosa, come abbiamo detto, con una sola spesa si ottengono ben tre prodotti. Quattro se si considera che i modelli di passeggino trio più moderni hanno anche il passeggino auto.
    Questo permette spesso di risparmiare non solo soldi, ma anche spazio in casa.
  • Numerose opzioni. Molti presentano funzioni aggiuntive, non solo il passeggino auto, ma anche la seduta regolabile o il sistema di sgancio facile per gestirli con una sola mano.
    Un modo facile per scoprire le opzioni di tutti i passeggini è leggere la guida sui migliori passeggini trio di LaTop10, che offre descrizioni dettagliate, la comparazione dei diversi modelli e un’utile classifica, troverai sicuramente quello più adatto a te.
  • Accessori per tutti i gusti. Si passa dal cestino per portare i giochi del bambino alla copertina coprigambe. Dal portabicchieri ai pneumatici XL antiforatura per le passeggiate all’aria aperta.
    Dalla zanzariera alla capote con finestra trasparente per vedere sempre il bambino.
    Dal poggiapiedi al fasciatoio da viaggio. Dal punto di vista degli accessori risulta praticamente impossibile non trovare quello più adatto alle proprie esigenze.

Contro di un passeggino Trio

  • Peso e ingombro. Proprio perché destinato a servire tre diverse funzioni, la struttura dei passeggini trio risulta spesso più grande rispetto ai modelli a funzione unica.
    Questo può essere un problema, pensiamo ad esempio all’ingresso in ascensore.
    La stessa cosa si può dire del peso: dal momento che i passeggini sono pensati per contenere bambini fino a circa 10kg, la struttura è rinforzata e di conseguenza più pesante del normale.
  • Scarsa maneggevolezza. Sebbene siano pensati appositamente per svolgere diverse funzioni, non tutti i passeggini trio sono comodi da trasformare, e anche questo può essere un problema quando contemporaneamente si deve badare a un bambino, o per quelle funzioni di uso frequente come sganciare l’ovetto per metterlo in macchina.
    Anche i pneumatici, progettati per ridurre al minimo gli urti, possono rivelarsi pesanti e poco scorrevoli. Anche in questo caso però va detto che i modelli più moderni tengono conto di questo aspetto e sono più facili da manovrare.
  • Una sola scelta per momenti diversi. Prendere un solo prodotto per vari momenti della vita del bambino è sicuramente un vantaggio sotto vari punti di vista. Allo stesso tempo però, si tratta di decidere su un solo prodotto per dei momenti in cui possono presentarsi esigenze anche molto diverse tra loro.
    Questo rende la scelta più ardua, e obbliga i clienti a tenere conto anche di aspetti che non conoscono e non possono prevedere.
    Sotto questo punto di vista risulta particolarmente importante informarsi in modo adeguato prima di procedere all’acquisto, possibilmente su siti professionali come LaTop10.it che forniscono sia descrizioni dettagliate che utili classifiche e comparazioni dei prodotti più raccomandati, tutte curate da professionisti esperti.

Trio si o trio no? A ciascuno il suo!

Valutando insieme i pro e i contro, possiamo dire che in linea di massima la scelta di un passeggino trio è sempre consigliabile.

Rispetto all’acquisto di una carrozzina, di un passeggino, di una culletta e di un seggiolino per auto, si rivela indubbiamente una soluzione non solo più economica, ma anche più ragionevole dal punto di vista dello spreco.
Non dimentichiamo infatti che si tratta di prodotti la cui durata è necessariamente limitata.

Quello che consigliamo, però, è di informarsi molto bene prima di acquistare, perché la scelta del modello sbagliato potrebbe renderci la vita decisamente scomoda.

Sicuramente sono da valutare elementi come le dimensioni, la possibilità di sganciare la parte superiore da quella inferiore in modo rapido, e il peso.
O ancora, chi non è un amante delle escursioni dovrebbe escludere i modelli con pneumatici pensati appositamente per le attività all’aperto.
Tutte le ruote ormai sono sufficientemente ammortizzate per le passeggiate in città, e non avrebbe davvero senso trasportare del peso in più per una funzione che non verrà mai sfruttata. Puoi saperne di più sui diversi fattori da considerare su questo sito.

Sotto questo punto di vista, la cosa migliore da fare è affidarsi a siti professionali che illustrano i vari modelli e li mettono a confronto tra loro, magari anche valutando prodotti che appartengono a diverse fasce di prezzo.
Questo consentirà, tra le altre cose, anche di aggiornarsi sulle ultime novità, e scoprire magari che un determinato modello ha un accessorio che ritenete assolutamente indispensabile.

E una volta scelto, buona passeggiata!

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

Rispondi