6 Idee per un regalo di natale… tecnologico!

0
540

Se avete figli adolescenti che non si interessano all’estetica, e non volete relegare il vostro regalo all’immancabile videogioco, oggi vi diamo qualche consiglio per regali di Natale tecnologici e robotici.

Regali di Natale tecnologici. Impariamo il coding

Regali di Natale tecnologici

Avete mai sentito parlare del coding?

Io onestamente mai prima d’ora, e magari se invece avessi approfondito prima, oggi non starei due pomeriggi in auto ad aspettare che mio figlio teen-ager faccia svogliatamente il suo corso di tennis. Perchè starebbe facendo un corso di coding.

Coding significa programmazione, ovvero la materia che si deve imparare per programmare tutto del nostro presente quotidiano: dal videogioco allo smartphone, dal pc al microonde.

E non è che per imparare il coding si debba necessariamente nascere ingegneri, almeno per i fondamenti della materia.

Anzi, forse i nostri figli più grandicelli, i millennials, tra qualche anno dovranno saperne di coding quanto di inglese, se vorranno trovare qualcosa nel mondo del lavoro in un futuro molto prossimo.

Il codice informatico potrebbe essere infatti l’asso nella manica per trovare un impiego, e allora potremmo anche cominciare da subito coi nostri figli, e pensare a regali di Natale tecnologici da mettere sotto l’albero.

“Non comprate un videogioco, fatene uno”, aveva detto Obama ai suoi studenti americani tempo fa.

Cosa fanno questi regali tecnologici per insegnare il coding ai ragazzi?

Incredibile ma vero, si può insegnare a programmare anche fin da piccoli.

La logica dei computers si basa sull’algoritmo, che è un po’ quello che fa il nostro cervello, anche se non ce ne accorgiamo: una sequenza di azioni o un procedimento fatto di infiniti passi semplici che portano alla soluzione di un problema complesso.

E i regali di Natale tecnologici che oggi vi raccontiamo insegnano ai nostri figli a giocare imparando il coding.

Ecco alcuni esempi di regali di Natale tecnologici

Regali di Natale tecnologici

Dash

È un piccolo robot, ipotetico regalo anche per bimbi dai 5 anni in su. Può essere programmato attraverso iPad a muoversi, emettere suoni o luci o scansare gli ostacoli.
Attraverso dei tutorial i bambini e i ragazzi imparano a programmare Dash per fargli compiere infinite azioni. Con Dash si possono addirittura realizzare creazioni con i Lego Technics compatibili.

Jimu Robot

Una sorta di umanoide da costruire in casa.

Il kit da starter (che però costa circa 200 euro) consente di assemblare un piccolo robot programmabile attraverso un app per smartphone che trasmette poi i comandi al robot via bluetooth.

Anki Superdrive

Una specie di Supercar versione 2.0!

E’ un’auto dotata di una sorta di intelligenza artificiale che le consente di imparare i percorsi man mano che li esplora.
Il guidatore non deve far altro che organizzare la pista, o se vuole sfidare altri compagni a un duello a 4 ruote.

Sprk+

Ecco un altro di quei regali di Natale tecnologici per ingegneri in erba.

Si tratta di un robot sferico programmabile e controllabile attraverso un’app.

Viene venduto in un kit e bisogna assemblarlo prima di usarlo.

Anche questo non è tra i regali di Natale tecnologici a buon mercato: si trova su Amazon  a circa 130 euro.

Ollie

Altro robot da assemblare, programmare e comandare.

Nello store  dell’ azienda costruttrice è inoltre possibile acquistare una serie di accessori per personalizzare il robottino, ma dubito che riuscirete a riceverli per questo Natale: la sede si trova in Colorado!

Regali di Natale tecnologici

Droni

Come non parlare di droni in fatto di regali di Natale tecnologici?

Anche questo potrebbe essere un regalo per un teenager con la fissa del volo tecnologico.

Ne esistono di tutte le dimensioni, di tutti i prezzi e di tutte le difficoltà: da quelli telecomandati per bambini a quelli da costruire e programmare per i più grandicelli.

E voi quale scegliereste?

Classe 1971, dicono buona annata per il barolo, viaggiatrice per indole, blogger per caso, mamma per scelta di 2 ragazzi di 8 e 14 anni che come tutti i figli (maschi per giunta), mi fanno tribolare.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here