Sulle tracce del Gigante Baranci tra prati, boschi, giochi e gnomi misteriosi

0
358

Ultima modifica 17 Settembre 2020

La cittadina di San candido con escursione al Monte Baranci, che la sovrasta e crea un’atmosfera incantata, merita una visita. 

Siamo arrivati a San candido con il treno da Brunico, direzione Lienz.
È comodo spostarsi con i treni, poiché non è necessario cercare parcheggio.
E si può sfruttare l’Holiday Pass. Una carta pensata per i turisti, che viene rilasciata dalla maggior parte delle strutture in cui si soggiorna. 

Consente di spostarsi in treno, in pullman e su alcune funivie gratuitamente.

San Candido ha un corso ricco di negozi di prodotti tipici e artigianato, che merita una passeggiata. Ci sono anche diversi locali dove poter fare una sosta e degustare taglieri e dolci di ottima qualità. 

Appena fuori dal centro del paese, è possibile salire sul Monte Baranci prendendo una comoda funivia.

Gigante Baranci

In pochi minuti si arriva all’altezza di circa 1490 metri. 

Arrivati in cima si può godere di un panorama mozzafiato.

Ed è possibile trascorrere diverse ore in totale tranquillità e relax. Ci sono diverse attrezzature e giochi adatti ai bambini, che offrono svago e divertimento. Altalene, scivoli, sabbiera, torri che girano e tappeti elastici su qui poter fare salti e capriole.
Senza contare la discesa veloce a bordo di un gommone. 

Sono presenti anche due laghetti artificiali e un fiumiciattolo.

Sono perfetti per immergere i piedi o, se si vuole, fare un piccolo bagno. I genitori, nel frattempo, possono rilassarsi su i lettini in legno disseminati nel parco oppure godere del profumo dell’erba sdraiandocisi sopra.

L’attrazione maggiore è sicuramente il parco degli gnomi.

È un vero villaggio in legno da esplorare.
C’è il castello, le casette, la scuola, la Chiesa, l’ufficio postale,..
I bambini si possono divertire a suonare le campane, piantare chiodi, arrampicarsi e nascondersi.  

Per fare una sosta golosa c’è il rifugio, che offre un’ampia scelta di specialità locali.
O in alternativa si può scegliere di fare un pic nic all’aria aperta, godendo della vista sulla vallata.

Per scendere dal Monte Baranci, si può scegliere di sfrecciare a valle a bordo del Funbob. Questo scende su una pista lunghissima di circa 1736 metri, con un dislivello di 314 metri. 

Dato che noi avevamo già fatto questa esperienza emozionante, abbiamo optato per la discesa a piedi attraverso i boschi e i prati.

La passeggiata è adatta per tutta la famiglia.
Dura circa un’oretta e mezza e non presenta particolari difficoltà.

È particolarmente suggestiva perché si va alla scoperta del “Regno del Gigante Baranci”.Camminando ci si imbatte in gigantesche opere in legno su cui è possibile giocare.

Che aspettate? Il divertimento e l’avventura sono garantiti!

Ecco i costi per la funivia: il biglietto è gratuito fino a 8 anni; per gli adulti solo la salita costa 11 euro, la discesa 6 euro, entrambe 17 euro; per i bambini sopra gli 8 anni la salita costa 7,50 euro, la discesa 4,50 euro, entrambe 12 euro.

Per il Funbob: la discesa per gli adulti costa 11 euro e per i bambini sopra gli 8 anni 7,50 euro.

Accortezze particolari per il contenimento della diffusione Covid-19: è necessario indossare la mascherina all’ingresso della funivia, all’interno del rifugio e averla a portata di mano qualora non sia possibile osservare il distanziamento.

40 anni, sono nata e vivo a Roma nello storico e suggestivo quartiere della Garbatella. Insegnante, psicologa/psicoterapeuta, mamma di tre piccole pesti: Gabriele 6 anni, “l’ingegnere/scienziato della famiglia”, Gaia 4 anni, la “nostra lettrice e ballerina” e Zoe 2 anni, “il sindaco”, con una capacità più unica che rara di decidere cosa fare e gestire i fratelli.

Rispondi