“Terra tra le mani” all’Hortus Urbis

0
1191

Ultima modifica 11 Novembre 2015

Ce ne sono tanti di bei racconti per bambini: storie di cappelli arrabbiati, di topi che fanno i direttori di giornale, di maghi e stregonerie; eppure ne ho scoperto uno, insieme a mia figlia giorni fa, di cui non credo ne sappiate ancora nulla!

Terra tra le mani

terra-tra-le-mani

 

E’ una storia profonda che narra di un incontro magico tra un semino d’orzo e una bambina. Una storia d’altri tempi, lontana dai nostri luoghi e dalle nostre abitudini. Nadeema è una bambina di una terra povera e deserta che si prende cura di un semino con cui ha stretto un legame profondo di amicizia e di protezione. Il semino parla con Nadeema, la chiama, si fa sentire. Noi adulti invece, non ci accorgiamo mai della nostra terra che chiama, che ci parla. I bambini lo sanno fare, colgono i segni, sono attenti. La grande unione tra Nadeema ed il suo semino Shair disvelerà una grande trasformazione. L’inaspettato germoglio del primo seme, porterà alla nascita dell’agricoltura.
Una storia ambientata in terra di Siria, nel deserto, dove il rumore del vento che muove la polvere è la scenografia di questa narrazione.

In anteprima all’Hortus Urbis, direttamente dalla voce dell’autrice Cristiana Pezzetta e con l’ausilio delle immagini originali realizzate dall’illustratrice Gioia Marchegiani, abbiamo potuto meravigliarci tutti insieme, io e i tanti bimbi presenti quella mattina. L’autrice, una esperta archeologa da campo in Medio Oriente, ha saputo trasferire, attraverso la sua voce, tutte quelle sensazioni di chi quei luoghi li conosce per davvero. Cristiana ha sfogliato e letto con noi questo bel libro, ci ha trasmesso i sentimenti e le emozioni provate dalla bambina siriana e quasi per incanto ci siamo trovati immersi in questo mondo antico e meraviglioso. Il contesto naturale dell’orto in cui ci trovavamo tutti, ha aggiunto quel certo non so che di magico a tutta la narrazione. Il sole, il verde, le piante, i profumi della natura, il racconto; tutto girava intorno a noi. Gioia Marchegiani l’artista grafica ci ha mostrato i disegni che man mano l’hanno ispirata nella creazione del personaggio principale e con i quali è stato poi illustrato il libro. Le mani dell’artista hanno creato delle immagini realizzate con il colore della terra stessa, polverose come il deserto.

E come una vera e propria mostra a cielo aperto, le figure create da Gioia sono state sistemate lungo il percorso dell’orto.  I bambini accompagnati alla scoperta di queste opere hanno seguito attenti e curiosi le indicazioni di Gioia.

“Terra tra le mani” è il titolo di questa piccola opera edita da Anicia. Un libro completo, che racconta la storia della vita e che accompagna la lettura con una serie di immagini stimolanti la curiosità e belle da guardare.

Il racconto è in corso di pubblicazione, tra pochi giorni sarà possibile acquistarlo.

Fate posto nella vostra libreria per questo volumetto. Ne vale la pena. E’ una storia per bambini dai 6 anni in su ma sono certa di non sbagliare se dico che è per tutti, grandi e piccini.

Graziana Le Donne

Rispondi