The Playfull Living al Milano Film Festivalino

0
1379

Ultima modifica 17 Luglio 2020

Per chi non la conoscesse The Playful Living è una piattaforma di co-progettazione che collabora con istituzioni, aziende, realtà del mondo del design, dell’architettura e della creatività, intervenendo in spazi pubblici e privati per trasformarli in luoghi accoglienti.

Per la prima volta, quest’anno The Playfull Living è Partner Culturale del milano film festivalino.

La motivazione di questa collaborazione è legata alla passione che entrambe le realtà hanno per il gioco del cinema.
Un film infatti è un gioco dall’inizio alla fine: per chi lo fa, per chi lo interpreta e per chi lo guarda.

Per l’occasione verranno realizzati una serie di laboratori creativi e talk gratuiti nella Sala 2 di The Space Cinema Odeon che offriranno la possibilità a bambini, ragazzi e adulti di vivere la magia del cinema anche a proiettori spenti.

Non mancherà l’attenzione ad approfondimenti sociali su temi come l’importanza delle parole e l’inclusione.

© Elisa Legramandi

Presentazione talk e laboratori

Sabato 5 ottobre 14,30 -16,00 – Domenica 6 ottobre 14,30 -16,00
Tacchini dallo spazio profondo
Tenuto da: Rossella Arena e Carlotta Cubeddu (autrici e sceneggiatrici), Alberto Billon (compositore, arrangiatore, polistrumentista), Lorenzo Prioli (autore e animatore)
Tipologia: Laboratorio di un’ora e mezza
Numero massimo: 20
Età: 4-7 + 8-12 (doppio laboratorio)

Un laboratorio per i bambini che vogliono imparare come nasce e si costruisce un cartone animato. Durante il laboratorio i partecipanti inventeranno la fine di una storia, faranno un piccolo storyboard e musicheranno in diretta una mini animazione.

Domenica 6 ottobre 10,30 -11,30

Penso, Parlo, Posto
Tenuto da: Carlotta Cubeddu (scrittrice)
Tipologia: reading di un’ora
Numero massimo: nessuno
Età: dai 10 anni
Vogliamo cambiare il mondo un post alla volta. Come? Attraverso storie (tante), domande (tantissime) e risposte (le vostre) su ciò che si comunica di sé, sul come e sul perché lo si fa. Partiremo dal Manifesto della comunicazione non ostile dell’associazione Parole O_Stili e inizieremo una scalata alle nostre abitudini di comunicazione online e offline. Perché? Per essere felici, per stare bene con gli altri e con noi stessi, per decidere attivamente quale tipo di persona vogliamo essere. Non si è mai troppo piccoli o troppo grandi per cominciare.

Domenica 6 ottobre 10,30 -11.30/ 16,30-17.30
Libro scenografico
Tenuto da: Giulia Poli (book designer) e il team di Paper Lab
Tipologia: Laboratorio di un’ora
Numero massimo: 12
Età: 8-12I partecipanti potranno realizzare un libro gioco partendo da un’unica striscia di carta e con poche pieghe. Grazie alla tecnica del collage ognuno trasformerà il suo libretto in una piccola ambientazione scenografica, ma chi sarà il protagonista della storia?

Paper Lab è una realtà che offre laboratori tematici di book design e della lavorazione della carta, inserendo elementi di riflessione sociale e sul valore della comunicazione non solo verbale.

Domenica 6 ottobre 10,30-12,00
Una candela nel vento
Tenuto da: Carlo Francesco Ridolfi (giornalista pubblicista, coordinatore nazionale associazione C’è speranza se accade @ – Rete di Cooperazione Educativa)
Tipologia: Laboratorio di 1 ora e mezza
Numero massimo: 15
Età: 8-12
Descrizione: un brano musicale, un breve testo poetico, una immagine fissa (quadro; fotografia; tavola di fumetto), fino alle immagini in movimento (dalla storia del cinema a quelle che vedranno successivamente nelle proiezioni a loro dedicate dal MFF). Sono i materiali che useremo per riflettere con i ragazzi e dialogare con loro sul “tema della morte”. La morte di una persona cara, di un animale. La morte virtuale dei videogiochi o quella drammaticamente reale riportata quotidianamente in tv.

Ognuno avrà in dotazione una piccola candela, che colorerà nel corso del racconto comune e che potrà accendere a casa in memoria di chi non è più con noi.

Domenica 6 ottobre 16,30-17,30
Il grande gioco del cinema. La realtà incontra la fantasia attraverso il giocattolo
Tenuto da: Simone Saglietti (designer del mondo del giocattolo) e Luca Pecora (autore e attore RAI, imprenditore creativo)
Tipologia: Laboratorio di un’ora con intervista
Numero massimo: 20
Età : 8 – 12
Un laboratorio per famiglie in cui potremo vivere oltre lo schermo le avventure dei nostri super eroi. Portate con con voi l’action figure (il personaggio d’azione) preferita dei vostri bimbi… insieme ai nostri due esperti e alla famiglia dimostreremo come si costruiscono ambiente fantastici dove vivere e ricordare insieme le più belle avventure giocate. Come dal cinema si traducano importanti segnali e modificazioni sociali.

Lunedì 7 ottobre 16,30-17.30
Giochiamo con il cinema
Tenuto da: Luca Borsa (game designer)
Tipologia: Laboratorio di un’ora
Numero massimo: 10
Età: 4-7
Un laboratorio di giochi da tavolo per i bambini. Perché ogni gioco può essere raccontato come un film o avere riferimenti cinematografici divertenti e inaspettati.

Martedì 8 ottobre 16,30-17.30
Che film è?
Tenuto da: Luca Borsa (game designer)
Tipologia: Laboratorio di un’ora
Numero massimo: 10/12
Età: 8-12
Un gioco da tavolo può ri-creare film? Si è possibile!
Useremo “Imagine” e non solo per andare alla scoperta di tanti film con giochi semplici ma fortemente creativi.

Martedì 8 ottobre 16,30-17.30/ Giovedì 10 ottobre 16,30-17,30
Includo – Il ruolo del pettegolezzo online, da cyberbullismo a cyberhate
Tenuto da: Valentina Torrione, designer della comunicazione
Tipologia: Laboratorio di un’ora
Numero massimo: 15
Età: 8-12 + accompagnatori
Insieme per riflettere sulla preponderante presenza nella società contemporanea online di discorsi d’intolleranza verso persone e comunità considerate diverse per nazionalità, religione, ideologie politiche, orientamento sessuale, genere, disabilità e caratteristiche fisiche. Laboratorio di condivisione e partecipazione.

Mercoledì 9 ottobre 16,30-17.30 / Giovedì 10 ottobre 16,30-17,30
Silent book (titolo in via di definizione)
Tenuto da: Martina Gerosa (Disability Accessibility Manager) con interprete lingua dei segni
Tipologia: Laboratorio di un’ora
Numero massimo: 15
Età: 4-7 + 8-12 (doppio laboratorio.
I partecipanti scopriranno “Silent Book” scelti tra gli scaffali delle opere accessibili della
Biblioteca del CDH-Accaparlante di Bologna e saranno invitati ad esplorare storie per immagini, raccontate a voce e in lingua dei segni italiana (grazie al contributo del Pio Istituto dei Sordi di Milano). I bambini saranno invitati infine a fare l’esperienza del silenzio scoprendo modi diversi di ascoltare e comunicare, anche attraverso il disegno.

Giovedì 10 ottobre 16,30-17,30
Alla scoperta della doodleart, l’arte dello scarabocchio
Tenuto da: FRA! (illustratore doodle artist)
Tipologia: Laboratorio di un’ora e mezza
Numero massimo: 15
Età : 8-12
Un laboratorio per i bambini alla scoperta della Doodle Art, l’arte dello scarabocchio.
Durante il laboratorio i bambini, attraverso tre esercizi, impareranno cos’è il concetto di creatività scoprendo come trasformare un errore da cancellare in qualcosa di nuovo da apprezzare.

Rispondi