Costruire un Christmas Cracker

0
695

Tutti, forse, conoscono i dolcetti della fortuna, tradizione cinese, che si trovano nei tanti ristoranti tipici  sparsi sul territorio italiano, ma, forse, pochi sanno che anche i popoli in qualche modo legati alla tradizione anglosassone, hanno i loro biscotti della fortuna . Li “ consumano” solo un volta all’anno e sono una delle tradizioni  del Natale.

Sono l’essenza di un popolo, veri e propri tesori del passato, che ti legano indissolubilmente ai tuoi avi e sono usanze, memorie, eventi, riti, miti, credenze, insomma sono il nostro retaggio, che ci distinguono e ci uniscono. Credo che sia di importanza vitale continuare ad osservare le nostre tradizioni, ma che sia altrettanto importante conoscere ed apprezzare quelle degli altri popoli, per capirli, conoscerli meglio e, perché no, inserirle nella nostra vita, arricchire il nostro bagaglio e condividere.

Ecco perché voglio dividere con voi non solo le tradizioni delle regioni in cui ho vissuto, ma anche quelle dei miei amici che sono nati altrove e conservano, nei loro Natali, riti e tradizioni della loro terra. E vorrei iniziare da un paese che amo molto, dove ho amici, dove ho trovato calorose accoglienze e diviso con loro tanto e che hanno un posto speciale nei miei ricordi, è anche il paese della più cara tra le mie amiche che vive in Italia e alla cui tavola siedo spesso, anche a Natale.

L’ Irlanda e…. i suoi Christmas crackers.

Si racconta che un pasticciere, avendo mutuato i classici dolci della fortuna cinesi, li volesse modificare adattandoli meglio allo spirito del paese delle fate e una sera seduto comodamente in poltrona fumando la pipa e con l’immancabile guinnes in mano, fu attratto dallo scoppiettio della legna del camino, che idea!!! Ecco poteva introdurre nei suoi dolcetti quell’allegro crack. Tentativo dopo tentativo, riuscì nel suo intento. Inserì in ogni dolcetto una sottilissima striscia di carta cosparsa di salnitro che, strappandosi, ripeteva quel crack.

Il successo fu assicurato, e poco dopo i dolcetti furono sostituiti da piccoli doni, fatti in casa, di carta come le coroncine per eleggere il re e la regina o ……un cappellino, un regalino o uno scherzo, un bigliettino con, magari, una barzelletta. Erano nati i Christmas crackers

Provate a farli anche voi. Servono:

  • un foglio di carta da regalo
  • nastro per pacchi o qualunque filo
  • qualcosa da inserire all’interno
  • metro, matita trincetto e forbici

Dividete il rotolo in tre parti lasciando la più lunga al centro e le due laterali della stessa misura.

Incollate i tre rotoli su un foglio di carta da regalo facendo attenzione alla distanza da lasciare.
Questa deve essere pari almeno al diametro del tubo altrimenti quando la piegherete si romperà.

Arrotolate la carta, dopo averla incollata, intorno al tubo.

Ora  aiutandovi con le dita e facendo attenzione a non romperla, piegate la carta tra i rotoli e legatela con il nastro.


Inserite i vostri oggetti all’interno, come un regalino, una coroncina di carta (o in feltro), un bigliettino con un pensiero personale. Chiudete anche la seconda parte.

A questo punto potete personalizzarlo  aggiungendo una tag con il nome dell’invitato, usando disegni fatti dai vostri bambini (ne faremo diversi così) e utilizzandoli come segnaposto.

Noi abbiamo deciso per un cracker senza botto ma se volete, potete acquistare online i crackers snap, speciali striscette scoppiettanti. Buon Natale!

Nonna Lì

Sono una giovane ragazza dai capelli bianchi, un vulcano di curiosità con una voglia irrefrenabile di sorseggiare la vita, una fantasiosa e interessante signora piena di voglia di fare, dire, raccontare, condividere.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here