Una gita a Napoli con i bambini

Ultima modifica 30 Ottobre 2017

“A ZONZO COI BAMBINI”
posti belli, gite e vacanze (con un occhio al risparmio)
suggeriti da Around Family

Una Torre, un vulcano, le botteghe artigiane, i piccoli archeologi e i metrò dell’arte: una Napoli come non l’avete mai vista!

gita a Napoli con i bambini

Tempo fa ci hanno chiesto se avevamo suggerimenti per visitare Napoli con i bambini…se ci fosse qualche tour che potesse interessarli, senza annoiarli o stancarli troppo.
E allora abbiamo cercato..ci siamo informati… e alla fine abbiamo trovato quello che speravamo: un “posto” mooolto speciale dove dormire e tante visite entusiasmanti per piccoli turisti dai 4 anni in poi…

Dove dormire

La prima sorpresa per i bambini sarà il B&B :quanti di loro (o di noi!) hanno dormito in…una vera torre??
Una torre al centro di Napoli? L’avreste mai detto?
E invece..eccola qui: la Torre di Rò

torre di ro gita con i bambini

La Torre di Rò ha una storia un pò speciale : fu costruita nell’800 (chiaramente ispirata a Palazzo Vecchio di Firenze) da Ferdinando Palasciano, un professore di clinica chirurgica dell’Università di Napoli che la adibì a dimora per i suoi ospiti… Dopo vari passaggi, oggi è di proprietà della signora Rosaria, che ci abita e accoglie con affetto i (meravigliati) turisti.
La Torre di Rò ha quattro camere (di diverse dimensioni), una per piano, con finestre su ogni lato, da cui si ha una incredibile vista, quasi a 360°, del panorama della città.

FOTO 3

Immersa nel verde di un bosco-giardino (chè una “continuazione” della vicinissima Reggia di Capodimonte) la torre, oltre alle camere, ha dei grandi spazi comuni, un salotto e un soggiorno con uno splendido panorama e un camino sempre acceso, dove viene servita la colazione nei mesi freddi, nella bella stagione, invece si fa colazione all’aperto, in un terrazzo che si affaccia sul giardino.

terrazza torre di ro

L’atmosfera e’ molto calda e avvolgente, quasi magica…l’unica “scomodità” sono le scale : le camere sono su più livelli, quindi, attenzione, ricordatevi che sono da evitare valige pesanti e passeggini, ed anche che i bambini molto piccoli potrebbero, se non li tenete d’occhio, inciampare (anche se le scale non sono ripide e sono di modesta alzata).

Cosa fare con i bambini a Napoli

Il Centro storico di Napoli dista 10 minuti in autobus (o in taxi: conviene non avventurarsi con la propria auto nel traffico della città, nè affaticarsi per il parcheggio), da qui potete partire per diverse visite pensate esclusivamente per le famiglie (con passaggi in luoghi dove sia possibile, ogni tanto, giocare e riposare e durante le quali ricevetrete tante informazioni per il resto del fine settimana: monumenti da visitare, tipo di biglietti per i mezzi di trasporto, ristoranti ecc..in base alle specifiche esigenze di ogni famiglia).
Abbiamo scelto per voi, tra le visite e i tour, quelli più belli e sopratutto quelli più adatti ai bambini…quindi, non vi rimane che scegliere quali (e quante!):
Le Visite Gioco di archeologia (5-11 anni)
a cura di Charlie Jones alla scoperta di Neapolis (10€/bambino, adulti gratis).

FOTO 6 bis

Percorsi archeologici per bambini, dove, attraverso un intrigante percorso (seguito da uno scavo archeologico simulato) i piccoli turisti comprenderanno quanto sia unica la nostra Storia e perchè anche il più piccolo frammento di ceramica è importantissimo: la preziosa tessera di un eccezionale puzzle.

I tre Tour Tematici personalizzati (4-12 anni)
a cura dell’associazione Arteteca At Work.
(40€ per tre persone, dal 4° partecipante in poi 12,50€ a persona).
1) Il Metrò dell’arte :

FOTO 7

la curiosità e la conoscenza dell’arte contemporanea attraverso il giro delle famose stazioni si trasforma in una visita in uno speciale “museo”, in cui i bambini si possono muovere liberamente e dove sono, quindi, anche più disposti a “guardare” e ad apprendere.

2) Il Centro antico ed i suoi chiostri:

napoli con i bambini

Alla scoperta di chiostri più noti come Santa Chiara e San Domenico Maggiore e quelli  meno noti (o meno facilmente raggiungibili da un visitatore di pochi giorni;) il Chiostro dei Santi Marcellino e Festo, il chiostro di San Gregorio Armeno, di Santa Maria di Monteverginella, i due chiostri di Santa Maria la Nova: la visita  graduata in funzione delle forze e delle curiosità dei piccoli ascoltatori.

3) Via Toledo, le gallerie coperte e le tradizioni artigiane:

gita a napoli con i bambini

Partendo dalle due gallerie in vetro e ferro di Napoli, la Galleria Principe di Napoli e la Galleria Umberto I, lungo tutto il percorso, si scopriranno tracce delle antiche tradizioni artigiane, i liutai, gli artigiani degli ombrelli, delle borse e dei guanti, il Museo del corallo, il Museo del San Carlo, tracce flebili ma ancora significative del made in Naples e delle sue antichissime tradizioni artigiane.

La Visita Spettacolare al Vulcano: (dai 5 anni)
(bambini 5-12 anni 6€; adulti 5€)

napoli bambini

Un percorso notturno nel cratere del Vulcano Solfatara con una guida che illustra le zone di maggior interesse, coinvolgendo il pubblico con racconti tra il serio e lo scherzoso, districandosi tra storia, scienza e mitologia. A conclusione di tutto il giro del cratere, dal Pozzo alla Fangaia, l’arrivo alle vaporose fumarole, dove c’è il coinvolgente esperimento della “cucina geotermica”: pesce azzurro freschissimo del Golfo cotto nella bocca di una fumarola a 160°!

Se cercavate anche voi un’idea per una Napoli “all’altezza dei bambini”, non vi rimane che decidere quando partire e prenotare un intero weekend, direttamente da QUI

E non dimenticate di dire che vi manda Around Family!

Francesca Moscarelli

Rispondi