Alla scoperta di ‘Ohana: un film d’avventura per tutta la famiglia! [Recensione]

Ultima modifica 25 Ottobre 2022

A fine gennaio è uscito su Netflix il film per tutti “Alla scoperta di ‘Ohana”, dopo averlo messo in lista questo sabato sera ce lo siamo finalmente visto!

Devo dirvi che a noi questi film piacciono molto, non a caso i Goonies è uno dei miei film preferiti e Altea ha adorato Dora e la città perduta.

Ho trovato “Alla scoperta di ‘Ohana” un film divertente, avventuroso e con ambientazioni da sogno, oltre ai riferimenti alla cultura autoctona.

Questo film, infatti, ha due elementi unici: l’avventura, nel cercare un vecchio tesoro nascosto su una delle più belle isole del mondo e le tradizioni della cultura Hawaiana che trovo da sempre affascinanti.

Il film racconta di Pili, una dodicenne cresciuta a Brooklyn ma con origini hawaiane appassionata di cacce al tesoro.

Lei, sua madre e suo fratello maggiore Ioane, devono recarsi nella casa di famiglia, sull’isola di Oahu, per aiutare il nonno materno messo a riposo dopo un attacco cardiaco.

Ovviamente, nessuno dei due fratelli è entusiasta di questa decisione, soprattutto perché non conoscono niente della loro cultura originaria.

Inoltre, il nonno si rivela da subito burbero e contrariato proprio per questa loro ignoranza delle tradizioni hawaiane.

La permanenza sull’isola non sarà per niente noiosa, come immaginano invece i due protagonisti, perché Pili trova immediatamente un vecchio diario che racconta di un leggendario tesoro nascosto sull’isola alla fine dell’Ottocento.

Nonostante gli avvertimenti del nonno, Pili decide di partire alla ricerca del tesoro insieme al suo nuovo amico Casper, un simpatico ragazzino dai capelli rossi cresciuto alle Hawaii. Alla loro avventura successivamente si aggiungeranno anche il fratello Ioane e la bella Hana, una ragazza dell’isola.

Quest’avventura in luoghi fantastici, grotte misteriose e abitanti particolari cambierà per sempre le loro vite.

alla scoperta di 'ohana

Quello che alla scoperta di ‘Ohana vuole ricordarci è che bisogna sempre sostenersi e cooperare.

Infatti, nella lingua hawaiana ‘Ohana vuole dire famiglia e racchiude tutte quelle persone con cui si ha un legame profondo e speciale. Questo concetto quindi non è legato strettamente ad un rapporto di parentela, ma è molto più profondo.

‘Ohana è un elemento fondamentale che troviamo in tutta la narrazione del film e che ho apprezzato molto.

Lo vediamo quando i due fratelli non vogliono più andarsene dall’isola perchè hanno accettato le loro vere origini e hanno fatto nuove amicizia.
Lo enfatizza anche quando Leilani, la madre, recupera il rapporto con suo padre che era ormai logorato dal tempo e dalla distanza. Quindi, il messaggio veicolante della pellicola è che i problemi possono essere tutti risolti se c’è amore reciproco e il rispetto tra le due parti.

Alla scoperta di ‘Ohana e le tradizioni hawaiane

Un altro aspetto che mi è piaciuto molto di Alla ricerca di ‘Ohana è proprio la cultura hawaiana. Mi affascina da sempre!

alla scoperta di 'Ohana

Durante il film, infatti, vengono raccontati miti, leggende e tradizioni di questo affascinante popolo. Ad esempio, viene spiegato cosa siano le caverne sacre o kapu, o la bellissima e spaventosa leggenda dei Night Marchers e molto altro che non vi sto a raccontare!

Insomma, il film andrebbe visto solo per questo aspetto culturale oltre che per i suoi bellissimi landscape. Divertentissimi i riferimenti che i due protagonisti fanno di Jurassic Park e di Lost ambientati su quell’isola.

Ad Altea devo dirvi è piaciuta molto l’avventura di Pili e il modo in cui questa veniva raccontata.

Ad esempio quando i tre corsari sbarcati sull’isola per nascondere il tesoro, parlano con la voce dei protagonisti e con un linguaggio dei giorni nostri, quindi in contrasto con lo scenario.

E’ molto surreale e divertente come vi dicevo, quindi è fantastica per i bambini!

Si rivede anche in altre scene la comicità della regista Jude Weng (The Good PlaceUnbreakable Kimmy SchmidtYoung Sheldon) come ad esempio il primo incontro con Hana.

Insomma, concludendo, le due ore di pellicola passano molto velocemente e anche se potrà essere una storia già vista i riferimenti ad ‘Ohana sono molto profondi e quindi perfetti per essere visti in famiglia.

#Speventometro4

Ci sono scene un pò buie e con la presenza di scheletri. Inoltre, può spaventare i bambini l’arrivo dei Night Marchers.

Dati tecnici:
Alla scoperta di ‘Ohana
di Jude Weng
2021, Netflix
durata 2 h e 3 min
Avventura per famiglie – commedia d’azione

Rispondi