Andare a vivere in Austria con la famiglia

0
1227

Trasferirsi in Austria non è per tutti, l’ho già detto tante volte.

Non per spaventare nessuno, ma è giusto sapere che un trasferimento all´estero, anche a corto raggio, può implicare parecchie difficoltà.

andare a vivere in austria

Anzitutto la lingua: trasferirsi in Austria senza sapere il tedesco non è facile.
Certamente se voi o il vostro partner lavorate per una multinazionale, questa di solito assiste nella prima fase del trasloco. Ma se pensate a un fai-da-te vedo difficile trovare casa, scuola e lavoro senza sapere la lingua. Anche nel caso di un trasferimento aziendale assistito, credo che imparare la lingua sia fondamentale almeno in un secondo momento, ai fini dell´integrazione. I bambini di solito sono quelli che hanno meno difficoltà!

Se con la lingua ve la cavate, allora potete pensare alla ricerca di un lavoro.
Consiglierei di cercare un impiego in cui sia richiesto l’italiano, per essere competitivi rispetto agli austriaci.
Ve lo dico subito. Il mercato del lavoro in Austria è certamente più dinamico di quello italiano: la disoccupazione è minore, la domanda è tanta, l´offerta più settoriale, i contratti più sicuri almeno nel breve periodo, gli orari meno stressanti e la meritocrazia maggiore.

Ma va fatta un’osservazione: se pensate di essere persone qualificate, con delle conoscenze specifiche, anche linguistiche, e/o con un´esperienza lavorativa importante, allora l’Austria fa per voi e potrebbe rappresentare un salto di qualità nella vostra vita lavorativa.

Se invece cercate di partire da zero, allora attenzione, perché rischiate di sbattere la testa contro il muro.
Gli austriaci difficilmente daranno spazio a uno straniero che non offra più di quanto possa offrire un connazionale…questa ovviamente non è una regola assoluta, ma le esperienze negative che ho sentito in questi anni sono molteplici!

vienna

Per quanto riguarda il luogo in cui trasferirsi, la maggior parte degli italiani punta a Vienna, essendo la capitale. Senza considerare però che si tratta della città più cara d’Austria, e che il mercato del lavoro è statisticamente saturo, soprattutto per gli italiani.
Qui in Tirolo ci sono molti italiani, quasi tutti impiegati nel turismo, che da queste parti offre molto, ma anche il Tirolo è molto caro. Innsbruck in classifica viene subito dopo Vienna. Salisburgo segue di poco sotto.
Sempre statisticamente parlando, la regione che offre di più nel settore del terziario è sicuramente l’Alta Austria: l’area di Linz-Wels è una buona zona dove cercare lavoro e trovare casa a costi più contenuti. Anche la Stiria se la gioca bene in classifica, e può vantare gente più aperta rispetto alle zone montane…almeno così dicono!

Mi allaccio a questo ultimo punto. L’Austria non è famosa per la simpatia dei suoi abitanti, integrarsi qui non è facile e richiede un gran “lavoro”, a volte anche piuttosto lungo, ma alla fine porta i frutti, ed è importantissimo soprattutto per i bambini.

Sempre a tale riguardo, vi segnalo anche la forte differenza tra le zone cittadine e le zone rurali.
Più ci si allontana dai centri urbani, più si incontrano problemi quali mancanza di servizi, mancanza di lavoro, diffidenza delle persone…quindi vi consiglierei di non farvi incantare da un paesaggio idilliaco o dai prezzi bassi, ma di orientarvi su zone poco distanti dalla città. Qui in Tirolo anche 20 km fanno la differenza!

Per quanto riguarda la ricerca di una casa, spesso sento di italiani che cercano disperatamente su internet alloggi senza provvigione, senza però considerare che affittare da privati può comportare molti rischi, tra cui quello di non rivedere più la cauzione versata. Qui, in Austria la legge pende molto dalla parte dei proprietari, che hanno il diritto di trattenere la cauzione o buona parte di essa per riparare anche il minimo danno causato…il confine con il normale uso dell´immobile è molto sottile. Se questo vi succede, vi dovrete rivolgere a un avvocato, affrontare delle spese, per non parlare dello stress e del problema linguistico. Pertanto, se non vi sentite esperti, consiglierei di affidarvi ad agenzia, che va pagata, ma vi garantisce una certa sicurezza nella gestione dei problemi.

Da ultimo, un’osservazione sul clima.

tirolo_inverno

Se scegliete l´Austria non avete scelto la Spagna, e andate incontro a un clima non particolarmente ridente! Qui in Tirolo cade molta neve, gli inverni sono freddi ma piuttosto soleggiati e le giornate piene di attività invernali da fare in famiglia. Se però non amate lo sci, il pattinaggio sul ghiaccio, la slitta, o le camminate, meglio cercare un´altra meta! Se invece puntate alle zone più pianeggianti, preparatevi al cielo grigio invernale. Le estati sono piovose un po’ ovunque… ma ci sono le vacanze!

Rispondi