Arena Acquamica, bambini e campioni in acqua insieme

0
204

E anche quest’anno il progetto Arena Acquamica è giunto al termine.

Lo scorso settembre 1000 classi primarie hanno ricevuto il kit di partecipazione all’interno del quale oltre alle cuffie Arena per tutti gli alunni, hanno trovato la guida per capire e conoscere l’importanza dell’acqua.

Partecipare al progetto era semplice: alle classi è stato chiesto di produrre degli elaborati su tracce specifiche legati ovviamente al mondo dell’acquaticità.

La nostra festa dell’acqua: una giornata in acqua all’insegna del divertimento
Avventura in acqua: il racconto di una storia avvincente vissuta in acqua
Bagnino per un giorno: come si comporta la persona con un così grande ruolo di responsabilità.

Guardate cosa sono stati in grado di creare i bambini!
Gli elaborati più creativi sono stati selezionati da una giuria e i più meritevoli hanno potuto partecipare alle Feste dell’acqua.

E dopo Napoli, Ostia, Firenze e Trieste dove abbiamo avuto l’onore di intervistare Gregorio Paltrinieri e Massimiliano Rosolino eccoci a Milano per la tappa conclusiva. Potevamo mancare?

Ovviamente no! Oramai ci siamo un po’ affezionati a queste feste, e vedere i bambini che si divertono, curiosi, è sempre un’emozione forte.

arena-Acquamica-Milano

Festa di chiusura per una terza edizione alla quale hanno partecipato 275 scuole con un totale di oltre 2500 bambini.

 

Ospiti speciali i campioni del nuoto sincronizzato di ritorno dagli europei di Londra (dove la nostra squadra si è fatta valere con 9 medaglie in totale!) Giorgio Misini, Manila Flamini e Mariangela Perruppato.

E già che c’eravamo, abbiamo posto una domanda veloce ai tre ragazzi:

Ho iniziato a dedicarmi al nuoto sincronizzato più o meno all’età dei bambini che ho incontrato oggi.
Rivedo in loro il mio stesso entusiasmo e il desiderio di imparare a volteggiare nell’acqua.
Partecipare come ambasciatrice a questo progetto è un’esperienza meravigliosa perché ti permette di trasmettere in modo immediato la tua passione, il senso di libertà che si prova in acqua, lo stesso che mi ha portata fin qui, ora, con tante medaglie al collo e grandi soddisfazioni nel cuore, racconta Marta Flamini.

La famiglia di Giorgio Misini proviene dal nuoto sincronizzato.
Non avrei mai immaginato di arrivare a questi livelli. Mia madre è stata una sincronette, mio padre è stato un giudice di gara e i miei fratelli sono tutti coinvolti in discipline che hanno come protagonista l’acqua. Questo mi è stato di grande aiuto, ma non è bastato. Ho capito che solo con la tenacia ed il coraggio si possono raggiungere i propri obiettivi. Auguro ad ogni bambino di inseguire i propri sogni, proprio come ho fatto io, e magari di esser un giorno un mio valido concorrente a qualche gara internazionale.

Mariangela Perruppato: Credo che il progetto arena Acquamica sia un ottimo punto di partenza per mostrare ai bambini quanto uno sport diverso, come il nuoto sincronizzato, possa essere bello e completo. Aver potuto mostrare dal vivo le nostre performance è stato fondamentale per avvicinare i piccoli che a volte ci vedono come campioni irraggiungibili che si vedono solo in tv. Assistere alle nostre esibizioni da vicino stimola senza dubbio la voglia di imitarci e di imparare. Solo cosi potranno emergere nuovi e talentuosi campioni per il futuro.

arena-Acquamica-nuoto-sincronizzato
I bambini e i campioni hanno giocato insieme, affiancati dagli istruttori FIN, ed hanno imparato alcuni segreti per vivere il contatto con l’acqua, al mare come in piscina, in maniera divertente, sicura e salutare.

Con Acquamica hanno vinto il gioco, il divertimento… l’acqua!

All’anno prossimo!!

Psicoterapeuta e mamma, mi occupo di adulti e di coppie, di problemi legati alla gravidanza e al post-partum, alla genitorialità, alla relazione di coppia e con i figli… insomma di quello che è la nostra vita quotidiana ne ho fatto un bellissimo lavoro!

Rispondi