Bambini e cambiamento climatico. La ricerca di Cartoon Network

0
9

Ultima modifica 13 Luglio 2021

Il 91% dei ragazzi intervistati ha a cuore il tema del cambiamento climatico.

Lo dimostra la ricerca condotta da Cartoon Network.
Oltre 4.000 bambini intervistati, in un’età compresa tra i 6 e i 12 anni.
La domanda è quella più gettonata in questi ultimi tempi: quanto ti sta a cuore il tema del cambiamento climatico?

Tanto.

Dai risultati emerge che la salute del pianeta è una priorità assoluta per i più piccoli.
La cosa interessante è che non solo prendono a cuore i temi ecologici ma desiderano anche essere parte attiva della soluzione.

La considerano una delle più grandi sfide del nostro tempo.

Lo studio, condotto in tredici paesi dell’area EMEA (Germania, Francia, Italia, Polonia, Emirati Arabi Uniti, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo, Regno Unito, Sud Africa, Romania, Turchia e Repubblica Ceca) rivela che il 91% dei piccoli intervistati è preoccupato per il cambiamento climatico, indicando preoccupazione, paura e tristezza come i sentimenti più comuni quando si affronta questo tema.
Lo studio ha anche rilevato che il 78% dei bambini coinvolti desidera ricevere maggiori informazioni sull’argomento, e che l’83% vuole fare di più per contrastare il cambiamento climatico, mentre il 66% degli intervistati cerca attivamente opportunità per mettersi in gioco in questa sfida in favore della sostenibilità ambientale.

Alla domanda su chi li ispira di più nella battaglia contro il riscaldamento globale, il 60% dei bambini ha indicato “mamma” come la loro più grande eroina in grado di aiutarli a combattere il cambiamento climatico, così come “papà” e “insegnanti” sono stati indicati come modelli da seguire.

Già… la mamma è sempre la mamma!

I bambini italiani tra i più sensibili al tema

Soprattutto tra i bambini italiani (97%), la ricerca ha evidenziato un’elevata consapevolezza sul tema del cambiamento climatico.
Tra le azioni svolte più frequentemente dai piccoli intervistati per contrastare il cambiamento climatico, troviamo al primo posto il riciclo (svolto dal 66% dei bambini italiani che hanno partecipato al sondaggio), seguito dal risparmio di acqua e riduzione del consumo della plastica (58% e 57%).

Vanessa Brookman, Head of Kids WarnerMedia EMEA, dichiara: “I risultati di questa ricerca confermano ciò che avevamo già intuito dalle conversazioni con i nostri giovani fan: i bambini si preoccupano immensamente per il pianeta e sono desiderosi di mettersi in gioco.
Ciò ha contribuito alla creazione e al lancio di “Cartoon Network Campioni del Clima”, un’iniziativa di sensibilizzazione sui cambiamenti climatici che invita i bambini di tutta l’area EMEA a partecipare a delle sfide quotidiane che possano aiutare l’ambiente in modo concreto. Sebbene la campagna sia attiva solo a partire da giugno 2021, 300.000 sfide sono già state completate, il che conferma il desiderio dei bambini di agire in prima persona nella battaglia per il clima. Siamo lieti di sostenere il nostro giovane pubblico in questo modo e siamo impressionati da come riescano a fare la differenza collettivamente”.

La redazione del magazine. Nato nel maggio 2013, da marzo 2015, testata registrata al tribunale di Milano. Mamme di idee rigorosamente diverse commentano le notizie dell'Italia e del mondo, non solo mammesche.

Rispondi