Bulbo: l’orto a km.0

Ultima modifica 7 Gennaio 2020

Qualche tempo fa vi ho raccontato come organizzarsi per coltivare l’orto sul balcone o su una finestra.

E se provassimo a farlo in casa? Avremo veramente un orto a Km.0!!!
Grazie alle lampade a led nasce l’idea innovativa della start up bolognese “BulboTM” fondata tre anni fa dal giovane designer Lorenzo Antonioni.
Il concetto è quello di utilizzare la tecnologia utilizzata nelle serre, con strumenti per la casa, facili da usare. Per cui si può coltivare anche ora che è finita l’estate…
Di qui le lampade a Led che sfruttano le frequenze rosse e blu assorbite dalle piante durante la fotosintesi.

Nel 2013, BulboTM diventa una realtà vera e propria, grazie anche alla partnership con lo studio Pasquini srl, che offre il suo sostegno per la produzione di prototipi industriali e la registrazione dei primi modelli della lampada.
A settembre 2013 Lorenzo Antonioni fonda il marchio insieme ad un gruppo di giovani creativi e con il sostegno dello Studio Pasquini, inizia la commercializzazione dei prodotti BulboTM.

Tante vendite on line, soprattutto all’estero (Germania, Francia, Olanda) la sede e punto vendita a Bologna, in via Rialto, il magazzino a Pianoro, rivenditori anche a Milano e in Finlandia.

Le lampade, ad alto risparmio energetico (la più piccola consuma sette watt) e commercializzate con un costo da 150 a 300 euro, sono realizzate in Italia.
Si possono otenere tutti i tipi di insalata, pomodori, melanzane, peperoni, erbe aromatiche.
Per crescere una pianta di basilico per fare il pesto occorre un mese. Costo: sedici centesimi.

Conveniente, no?

Rachele Masi

Rispondi