Il nuovo DPCM differenziato: ecco le nuove misure nazionali

Ultima modifica 2 Novembre 2020

Priorità oggi come in primavera: la salute.

Siamo consapevoli della frustrazione, del senso di smarrimento e anche dalla rabbia.
Ma dobbiamo prendere delle decisioni per salvaguardare la salute degli italiani

Non vi puo’ essere alcun dilemma tra la protezione della salute e la difesa dell’economia.
Così afferma il Premier Giuseppe Conte nella diretta appena terminata in diretta dalla Camera dei Deputati.

Il nuovo DPCM dovrebbe arrivare tra questa sera e domani.
E, dovrebbe essere differenziato.
Una serie di misure nazionali, e una parte regionale.

Le misure nazionali.

Chiusura dei centri commerciali nel week end.
Chiusura dei giorni festivi e prefestivi dei centri commerciali.
Fatta eccezione delle realtà essenziali qual, ad esempio, la farmacia, il supermercato..

Chiusura sale gioco e sale bingo.
Vabbè, questa è l’unica misura che ci interessa davvero poco.
Chiuse tutte le attività collegate al mondo delle scommesse.

Chiusura musei e mostre.
Ce l’aspettavamo…

Riduzione al 50% del limite di capienza dei trasporti pubblici.

Limiti agli spostamento da e verso le regioni con diverso coefficiente di rischio. Fermo restando la possibilità di muoversi per comprovate esigenze lavorative, motivi di studio e salute, situazioni di necessità.

Coprifuoco nella fascia serale.
Anche se non ha ancora specificato l’orario. Fatto salvo sempre le medesime eccezioni relative agli spostamenti tra regioni.

Didattica a distanza al 100% per le scuole secondarie di secondo grado.
Le scuole secondarie di secondo grado potrebbero passare anche integralmente alla didattica a distanza, sperando sia una misura temporanea, spiega Giuseppe Conte.

Per quanto riguarda le misure regionali sono state identificate tre fasce di rischio, a seconda del coefficiente.
L’ingresso e l’uscita di un territorio da una fascia sarà stabilito da un’ordinanza del Ministero della Salute.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

GLI ULTIMI ARTICOLI

More article