E se giocassimo con un castello vero?

Ultima modifica 7 Gennaio 2020

C’era una volta una principessa imprigionata in un castello…
C’era una volta un principe triste che cercava una principessa da sposare…
C’era una volta un re malvagio…
C’era una volta una regina bellissima ma….

Castello7

Quante volte abbiamo sentito da piccoli favole che iniziavano cosi?
O quante ne abbiamo lette o raccontate ai nostri figli?

Da piccola ricordo che ogni storia che mi veniva raccontata mi faceva volare con la fantasia in mondi sconosciuti.
Da mamma invece, ho scoperto che quello che mi diverte di più e che piace da morire anche ai miei figli, sono le favole “autoprodotte”… inventate da noi 3.

Io inizio con una frase tipo: “C’era una volta un gruppetto di bambini che stava passeggiando nel bosco. Ad un certo punto (da recitare con un po’ si suspance)….”
E un figlio continua: “…ad un certo punto alzarono lo sguardo verso il cielo e videro all’improvviso un drago volante…”
E l’altro figlio continua: “….all’inizio si spaventarono e si nascosero in una grotta per non farsi vedere ma poi si accorsero che quel drago non riusciva a sputare il fuoco e che non era pericoloso…e allora i bimbi decisero che…”

E andiamo avanti per ore ad aggiungere personaggi, situazioni, elementi, particolari, paure, sogni.
Le storie non finiscono mai ma alla fine escono fuori dei racconti pieni di fantasia, dove ognuno di noi ci ha messo del proprio per contribuire.
Consiglio a tutte voi di provare almeno una volta se non lo avete fatto…il divertimento è assicurato 🙂

Perché oggi parliamo di favole?

Castello9

Perché volevo farvi conoscere un prodotto molto particolare, che in Italia non esiste, che personalmente non solo trovo bellissimo ma che ho scelto perché grazie a questo castello…le favole che raccontiamo o che raccontano i bambini possono “prendere forma”.

Si, si tratta di un verro e proprio castello, o meglio, di una torre, che si può posizionare nell’angolo della cameretta dei bambini. Basta avvitarlo alla parete seguendo le istruzioni ed il gioco è fatto!

Castello1

Il castello ha una porta per entrare all’interno, finestrelle di varie dimensioni per affacciarsi o “spiare il nemico”, i classici “merli” in alto da cui affacciarsi, una scaletta per entrare dall’esterno direttamente alla finestra del secondo piano…dove il principe potrà salvare la sua principessa 🙂 Ovviamente per i più piccoli la scaletta si può eliminare per evitare che si arrampichino senza la presenza dei genitori.

Castello3

Un mobile per bambini di alta qualità sia per il design che per la produzione che per la qualità dei materiali utilizzati.

Immaginate solo in quanti modi si potrebbe utilizzare. Per inventare storie da soli, con il fratellino, con la sorellina o con i compagni di scuola. Uno spazio per giocare, una tana per rifugiarsi quando si è arrabbiati, un nascondiglio perfetto per giocare a nascondino, un luogo per leggere, fare merenda…e perché no…anche per fare un sonnellino quando si è stanchi. Una cosa è certa…sarebbe l’invidia di tutti gli amichetti 🙂

Se volete conoscere caratteristiche e misure, o se volete acquistarlo con lo sconto, potete cliccare qui!

E vissero tutti felici e contenti! 🙂

Valentina Babymama

Rispondi