Quanti figli? Uno, due, tre, o nessuno?

Ultima modifica 14 Ottobre 2019

Sono stufa degli stereotipi, sono annoiata dalle frasi fatte, sono nauseata dai luoghi comuni.

Navigando in internet mi ha colpita la “diatriba” figlio unico/più figli.
Ci sono una vagonata di parole e opinioni sul tema, con una, a volte fastidiosa, presunzione della mamme bis di voler a tutti i costi convincere il mondo che due figli sono meglio di uno.
E mi chiedo: chi ha in mano la Conoscenza? La Risposta? Chi può dire cosa sia meglio?
Cerchiamo di usare entrambi i nostri muscoletti detti cervello e cuore. Assodato che un figlio non è un capriccio, non è un cagnolino da compagnia, non è un obbligo, io credo che non esista una risposta al quesito.

Anzittutto è una questione di Natura.
Non ci sono automatismi.
Non abbiamo telecomandi per fare un figlio.

In secondo luogo la Maternità è un lusso, di cui molte donne non riescono a godere.

E terzo, è una scelta personalissima, che deve esulare da ogni giudizio. E preferisco una donna che ammette di non essere affatto interessata ad avere figli di una che recita la sua parte, perché così deve essere.

E quando mamme si diventa, con amore, con tenacia, con forza di volontà, con l’aiuto della scienza, con un miracolo, con un incontro, ecco che una nuova Donna sta nascendo. E cresce con il suo cucciolo. Insieme.

Quindi direi che è bene ricordare che ogni donna ha la sua storia, le sue paure. E fa le sue scelte.


Ho amiche, figlie uniche; c’è quella che ha odiato l’essere tale, perché si sentiva sola e quella che non si è mai nemmeno posta il problema. Il trucco? Non c’è. E’ una giostra di eventi, caratteristiche, fatti, situazioni, sentimenti, circostanze, quindi una serie infinita di elementi per lo più incontrollabili. Senza formule magiche. E senza verità assolute.

Un figlio, due, tre, anche quattro se si può, se si desidera. Anche nessuno. Ognuna deve poterlo decidere, o dovrebbe, se vogliamo considerare che purtroppo spesso questi desiderati figli non arrivano.

Ma per cortesia, diamoci un taglio.
Una Donna è Madre se lo sente nel cuore.
Solo così la si può definire tale.
Io credo che l’importante non è avere uno o più figli, è il voler Essere Mamma.

1 COMMENT

Rispondi