Iglù: un libro che ci piace leggere prima di fare la nanna [letto con Sofia]

Ultima modifica 9 Marzo 2021

Ultimamente prima di andare a letto Sofia mi chiede sempre di leggerle Iglù, un libro di Sara Calvario, edito da Ideestortepaper.

Di questa casa editrice vi avevamo parlato qualche tempo fa dei Mostrellini, un libro che ci capita spesso in mano, e ci piace molto!

Come vi dicevo ultimamente Sofia prima di andare a dormire mi chiede di leggerle sempre questo libro.

iglù

La storia è molto semplice, le illustrazioni sono piacevole e colorate e soprattutto il testo è molto breve!

Credo che il motivo di questa scelta sia dovuta anche al suo protagonista: Iglù un particolare pupazzo di neve.

Già, perchè da Frozen dipendenti, i pupazzi di neve come Olaf ci fanno impazzire, ma Iglù non è proprio come lui ha una caratteristica tutta sua, che lo contraddistingue dagli altri.

Iglù, come vi dicevo, è un pupazzo di neve che vive in un posto freddissimo insieme alla sua famiglia.

Ognuno di loro è caratterizzato da una sciarpa, un cappello, dei bottoni e una grande carota a posta del naso.

Ad esempio il papà Piumone di Iglù ha un cappotto, sua mamma Lana indossa sciarpe colorate e sua zia Stufetta ha degli occhiali da vista.

Tutti questi indumenti servono ai pupazzi di neve per ripararsi dal freddo, perchè vivono in un posto freddissimo dove è sempre inverno.

Infatti, dovete sapere che i pupazzi di neve qui non si sciolgono mai neanche quando il sole è alto e caldo in cielo.

Devo confessarvi, che a me un pò piace l’inverno, e da quando vivo a Catania, mi manca quel freddo pungente delle mattine milanesi ma devo anche dirvi che non mi posso lamentare delle temperature di questa stupenda regione.

Però non so se vorrei vivere in quel posto freddissimo e anche Sofia è d’accordo con me!

Ad ogni modo, tornando alla storia, Iglù, invece, oltre a sciarpa, cappello e carota ha qualcosa di particolare, che gli altri non hanno, ossia un grande cuore.

I piccoli pupazzi di neve, qui, si divertono come pazzi, scendono dallo slittino e giocano felicemente insieme ai bambini della zona.

Iglù

Tutti si divertono con la neve, ma appena qualcuno si avvicina ad Iglù questo si scioglie subito perché il suo cuore batte forte per l’emozione e le guance diventano rosse come due peperoni.

Un giorno, però, viene invitato ad una grande feste di compleanno dove pupazzi di neve e bambini si divertono insieme.

Purtroppo come tutte le altre volte il nostro protagonista se ne sta in disparte, in un angolo perchè combatte con l’emozione.

Ad un certo punto rimane scioccato, guardando dall’altra parte della sala, vede una bambina che sembra proprio come lui, se ne sta tutta sola ed il suo cuoricino batte forte forte.

Anche lulù era in un angolino e non giocava, neanche un dolcetto si era mangiata. Incredibile! somigliava a iglù! uguale, identica, spiccicata!

E da quel giorno inizio una bellissima amicizia tra Iglù e Lulù!

Come vedete la storia è raccontata molto brevemente ed è in rima per rendere la lettura più piacevole all’orecchio dei bambini più piccoli.

Ad accompagnare questi versi ci sono delle coloratissime illustrazioni di Nina Melan che catturano i bambini.

Il libro ci insegna che due spiriti affini si possono riconoscere da subito anche a distanza e che insieme si riescono così ad affrontare ostacoli che da soli sembravano altissimi.
La timidezza e l’emozione di Iglù erano ingestibili da solo, ma sapendo che anche altre persone possono provare le sue stesse emozioni, insieme a Lulù si fa coraggio e partecipa alla festa.

Concludendo il libro è una buona variante per le storie della buonanotte, è veloce da leggere e colorato.

Il libro piace molto a Sofia che ha 2 anni, quindi a mio avviso è perfetto per un target 0-3 anni.

Dati tecnici:

Autrice: Sara Calvario
Illustrazioni: Nina Melan
Editore: Ideestortepaper
Prezzo: 10 €
Pagine: 32

Consigliato dai 0 anni

Rispondi