Tuo figlio è cresciuto, e tu non te ne sei neanche accorta!

0
1249

Eccoti lì, nuova mamma.
Con quel minuscolo figlio fra le braccia.
Lo culli, lo allatti, lo addormenti. Lo guardi e lo annusi.
Che profumo meraviglioso hanno i nostri cuccioli.

tuo figlio è cresciuto

E mentre tieni in braccio quel bambino, la tua mente viaggia lontano e cominci a pensare al futuro, a come sarà.
Ovvio che sarà il più bello e il più bravo di tutti.
Quale figlio non lo è per la sua mamma!
Sarà timido o spavaldo? Spezzerà cuori?
Sarà bravo a scuola?
E quando sarà adolescente ti farà impazzire?
E come sarete voi due insieme? Andrete d’accordo?
Andrete a fare shopping insieme?
Andrete a farvi un weekend insieme?

Cerchi di immaginarti come sarà la tua quotidianità intorno a loro e loro intorno a te.
Le tue corse per portarlo ai vari sport o per portarlo a casa degli amici.
Quando inviterà gli amici a casa cosa preparerai? Prenderai tutto pronto o farai tutto tu?

E tu? Che madre sarai? Saprai ascoltare i tuoi figli?
Li saprai sostenere, incoraggiare?
Saprai trasmettere loro i valori fondamentali? Saprai guidarli e consolarli?
Sgridarli ma amarli?

E poi, all’improvviso, mentre sei lì con tuo figlio in braccio che lo culli e che viaggi col pensiero, ti distrai. Un momento soltanto. Ed ecco che quel bambino è lì, davanti a te, più alto di te, bello, intelligente, sveglio.
E davanti a te hai tutte le risposte che cercavi quel giorno che sembra fosse l’altro ieri e invece…

Sono passati 15 anni!

Mioddio! Ma dov’è finito il passato? Dove sono finiti quegli anni?
Com’è possibile che quella straordinaria creatura ora sia un adolescente?
Uno si fa la barba e l’altra è alle prese con il ciclo!

Tuo figlio è cresciuto, e non te ne sei neanche accorta!

tuo figlio è cresciuto

Ma lo guardo, li guardo.
Insieme, sempre. Scambiarsi le canzoni, ridere insieme, coccolarsi, rincorrersi per casa con ancora tanta voglia di divertirsi insieme. Passeggiare per le strade mano nella mano.

Eh sì, ora so, so di aver fatto un buon lavoro.
Ma sinceramente… mica mi sento la mamma di due adolescenti.

Nata ad Ivrea, con il mio compagno condividevo un sogno: vivere in America. Ed è grazie a lui e al suo lavoro (il mio l’ho perso a causa della crisi) che il nostro sogno si realizza.

Rispondi