La società segreta dei principi minori: un film per secondogeniti! [ Recensione]

0
280

Ultima modifica 23 Marzo 2021

L’altra sera, quando il papà era fuori per lavoro, Altea ha deciso che dovevamo vedere “La società segreta dei principi minori” su Disney+.

Diciamo che vedendo il trailer sembrava promettere bene, una società segreta di agenti speciali con super poteri che sono anche dei principi e principesse.

Uaho! Ho pensato…

Già, ho pensato proprio così!
Un binomio perfetto sulla carta ma un disastro nella realtà!

Devo dirvi che lo sviluppo della trama, semplice e banale nell’insieme e l’esecuzione della pellicola sono davvero pessimi.

Ho visto, sicuramente, film migliori che avevano all’incirca la stessa storia!

Insomma era un misto tra i doveri regali delle famiglie monarchiche e il dna modificato dei secondogeniti che posseggono dei  poteri magici.

Ma ecco brevemente di cosa parla La società segreta dei principi minori:

Sam è la secondogenita del regno di Illyria, diciamo che è la tipica ragazza ribelle che suona in una rock band e si veste con abiti super succinti, super fashion, ma che se fosse mia figlia anche no.

Ovviamente è l’opposto di sua sorella Eleanor, perfetta e futura regina con cui non condivide niente se non il sangue reale.

La scuola è finita ma dati i suoi pessimi voti, la regina Catherine la spedisce ad un campus scolastico estivo. Immaginate quanto possa essere felice la nostra protagonista!

la società segreta dei principi minori

Ma arrivata in classe ecco la sconvolgente verità, non è un corso estivo ma un corso di addestramento per saper gestire i poteri che posseggono ed entrare così a far parte della società segreta dei principi minori.

Tra cui dalle immagini sembra ne faccia parte anche il Principe Harry, non so se ne sia a conoscenza! Ad ogni modo, loro sono i paladini della Monarchia e del mondo, ovviamente nessuno sa della loro esistenza!

Quindi, grazie all’aiuto di James, il loro istruttore, Sam e le altre reclute reali impareranno ad usare i loro poteri e a lavorare come una squadra.

la società segreta dei principi minori

Ovviamente, a questo punto entrerà in scena un super cattivo con dei super poteri e loro dovranno cercare di fermarlo!

Come vedete la trama è già vista, ma dove in altri film è ben strutturata e funzionale, vi basti ad esempio pensare a We can be heroes, qui fa veramente pena.

Ci sono numerosi aspetti di questo film che non mi hanno convinta, oltre alla trama.

Ad esempio,  mi ha lasciato basita la posizione di questo regno. Illyria si trova in Europa o meglio nel nord Europa ma le scene girate nella città rimandano a città sicuramente d’oltreoceano.

Enormi grattacieli e skyline che ricorda le più famose città americane. Se penso ad un luogo dove è attiva la monarchia penso ad edifici storici, edifici barocchi, rinascimentali insomma non a dei grattacieli.

La società segreta dei principi minori, come avrete capito, non ci è piaciuta molto. Possiamo dire che sembra la trama di una serie televisiva che andrebbe sviluppata in più puntate, non quella di un film.

La società segreta dei principi minori

Altra particolarità è targato 6+, io l’ho visto con Altea che ha 5 anni e Sofia che ne ha 2, e non c’era nessuna scena che l’abbia spaventata o che non fosse adatta a lei.

Come dicevo forse qualche outfit fantastico ma un pò troppo succinto della protagonista.

Inoltre, la fine del film lascia supporre che potrebbe esserci un sequel, vi prego Disney+ non spendete inutilmente dei soldi così.

Concludendo è un film che non vi consiglio di vedere, un enorme perdita di tempo!!!
Al momento è uno dei più brutti realizzati dalla Disney che abbia mai visto.

#Speventometro1

Non ci sono scene paurose particolarmente paurose, una scena forse nel bosco ma unicamente perchè è buio.

Dati tecnici:
La società segreta dei principi minori
di Anna Mastro
2020, Disney+
durata 1 h e 39 min
Commedia per famiglie – Supereroi

Classe 1985 nata e cresciuta a Milano, meglio Cormano. Sono laureata in scienze sociali applicate ma ora faccio la mamma a tempo pieno di due piccole vivaci pesti. Da febbraio 2017 ho lasciato il nord per trasferirmi a Catania con la famiglia! Amo viaggiare, la lettura, il cinema e il baseball/softball.

Rispondi