Mamme e tacchi, è possibile?

Ultima modifica 28 Ottobre 2019

Il titolo di questo articolo mi fa sorridere.

Un po’ per vecchi ricordi che riaffiorano alla mia mente regalandomi immagini ancora nitide di una prima versione mammesca.
Poi per l’assonanza cognitiva che faccio, collegando i tacchi all’equilibrio, ovvero alla costante ricerca di un baricentro che noi donne e mamme spesso dimentichiamo di possedere.

Perchè diciamocela tutta: essere mamme con i tacchi non è esattamente facile!

Come riuscire a correre dalla mattina alla sera, senza prendere almeno una storta?

Per chi come me da ragazza ha molto amato le scarpe basse, ritrovarsi adesso mamma e con una fisiologica necessità di calzare tacchi alti, rende felice qualsiasi negoziante di calzature. Destabilizzando però me e il mio portafoglio.

TACCHI

Ma torniamo al titolo dell’articolo, al nostro punto di partenza: quando le mamme possono concedersi di indossare i tacchi?

Nell’immaginario collettivo, una mamma la immaginiamo con scarpe comode, che rendono l’andatura stabile, capace di sostenere lente passeggiate e balzi felini per “contenere” i figli e le loro piccole “esuberanze motorie”.
Tutto questo però, a discapito delle scarpe con tacchi alti, femminili, sollecitatrici di un baricentro che ahimè spesso, tarda a manifestarsi.

E poi per alcune di noi, magari con individuali tempi di adattamento, si aprono le porte del meraviglioso mondo delle scarpe alte. Noi donne, eternamente curiose, non possiamo fare altro che accoglierle nella nostra vita, chiedendoci più volte, ma come ho fatto a sopravvivere senza?

tacchi

E intanto, mentre rinnoviamo la nostra scarpiera, inizia a far posto dentro di noi, il desiderio di un nuovo baricentro.

All’inizio facciamo più fatica, non siamo abituate a camminare su una base di pochi centimetri, ma timorosamente ci proviamo scoprendo che in fondo il baricentro è nella nostra mente e i piedi, validi trasduttori, possono adattarsi a qualsiasi terreno da percorrere.

I limiti appartengono ai nostri pensieri, non ai nostri piedi ed ecco che un tacco alto può sorprenderci, regalandoci nuove prospettive e interessanti curiosità.

E, come dice la meravigliosa Sara in questo articolo, si impara anche ad andare a scuola con i tacchi, e a fare tutto cio’ che mai avremmo pensato. Con i tacchi, si. perchè noi siamo donne.

2 COMMENTS

  1. mi è tornato in mente un episodio di qualche anno fa. durante i saldi avevo trovato un bellissimo paio di sandali con il tacco altissimo, il nano allora duenne mi guardava sconcertato non abituato a tanta altezza e per dissuadermi mi disse”no, non compaee chelle che poi cadi”. hanno vinto i sandali….

Rispondi