Monster School. Piccoli geni contro mostri. Chi vincerà? [Recensione]

0
127

Monster School è il film di animazione ambientato in una scuola speciale tra genietti e mostri. 

Monster Schoo

In quale scuola non c’è il bulletto di turno?

Il film comincia con una competizione di scienze, dove Danny presenta un progetto degno di uno scienziato, ma non viene premiato. Ma si sa, non sempre i geni vengono compresi…in questo caso anche derisi. Così mentre cerca di salvarsi dall’ennesima angheria dei prepotenti della sua scuola, Danny riceve una strana visita da parte di Miss Evans, la preside di un’Accademia per scienziati.

Cosa vorrà mai? Perché lo salva? Ecco che la vita di Danny prende una svolta diversa.
La preside gli offre una borsa di studio per studiare nella sua Accademia. 

Monster School. L’inizio dell’avventura

Danny ovviamente accetta senza indugiare e arriva in questa splendida Accademia dove ci sono solo menti capaci di ottenere sempre il massimo punteggio nei test, dove anche 99 è un punteggio fallimentare. Quindi bisognerà dimostrare di essere all’altezza per meritarsi di stare lì, ancor di più se con borsa di studio.

Così dovrà inventarsi un progetto davvero sbalorditivo per convincere il professor Stern delle sue reali capacità. Potrebbe lavorare in coppia con qualcuno ma lui preferisce da solo.

Questo ovviamente non sarà possibile, dal momento in cui condivide la stanza con Liz, alla quale non può nascondere ciò che ha in mente. 

Monster Schoo

Quale sarà il suo progetto straordinario?

Danny ha in mente di aggiustare il reattore atomico dell’Accademia, da anni non più funzionante. Così non si ferma davanti a nulla e riesce nel suo intento…peccato che così facendo apre un portale che lo collega ad un’altra dimensione. 

Qui cominciano i veri guai. La quinta dimensione è popolata da mostri che invaderanno la scuola e Danny e Liz cercheranno di rimediare al guaio. 

Il nostro punto di vista

Piccola riflessione doverosa. L’ultimo film che abbiamo visto con Mattia in anteprima era al cinema, poco prima del lockdown… ma speriamo di tornarci quanto prima!

I protagonisti del film sono dei ragazzini adolescenti, quindi alcuni temi sono sicuramente più comprensibili per i più grandi. Mattia, che ha 6 anni, ha seguito per tutto il tempo senza problemi. Nonostante ci siano dei mostri, in generale non sono così spaventosi, però il nostro parere è che sicuramente sarebbe più apprezzato da un pubblico dai 7/8 anni in su.

Spaventometro 3

Monster Schoo

Per i bambini più piccoli. 

Il film non è particolarmente avvincente.
A tratti si perde in alcuni particolari che non sono propriamente utili allo scorrimento della storia. Ho apprezzato molto l’idea di far comparire l”uomo falena” tra i tanti mostri, rifacendosi ad una leggenda metropolitana degli Stati Uniti e che mi ha riportato alle maratone di X-Files. Però anche questa figura risulta ambigua: adora cibo messicano, in particolare la salsa piccante e si innamora perdutamente ogni qualvolta vede una luce (collegamento che difficilmente potranno avere chiaro i più piccoli). 

L’insegnamento che lascia il segno è che il “genio prende forma condividendo idee geniali”.

Cosa vuol dire? Che solo lavorando in squadra è possibile mettere insieme le idee più geniali. E finalmente lo ha capito anche Danny!

Dati tecnici: 

Durata: 1 ora e 25 minuti.
Monster School è stato diretto da Leopoldo Aguilar, i creatori, gli stessi di Nut Job 2, sono Bob Barlen, Cal Brunker, Jose C. Garcia de Letona e Rita Street. Distribuito da Koch Media, sarà disponibile dal 21 luglio su Sky, Rakuten TV, Tim Vision, Infinity, Chili e VVVVID.

37 anni, siciliana di origine ma romana di adozione. Psicologa dell’età evolutiva e psicoterapeuta, adoro viaggiare, ascoltare musica e perdermi nelle librerie a curiosare tra le copertine dei libri odoranti di nuovo, sperando un giorno di poterli leggere…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here