Paese che vai, orario che trovi

Ultima modifica 8 Gennaio 2020

Vorrei parlarvi di orari.
Già perché quando uno decide o viene costretto a trasferirsi in un altro paese, l’ultimo dei suoi pensieri è l’orario. L’orario di qualsiasi cosa. Sembra niente eppure è una di quelle cose che ti costringe a cambiare completamente i tuoi ritmi, la tua routine.
A volte in meglio, a volte in peggio.

Da una parte la sicurezza di negozi e uffici: qui abbiamo due supermercati, ai duo poli della città, che sono aperti 7/24. Sempre! Anche il giorno di Natale.
Ed è una certezza che aiuta perché in qualsiasi momento sai di poter fare affidamento su quei due posti.

Quando arrivi da un viaggio, la sera del primo dell’anno, e ti manca il latte… ti fermi a comprarlo. Compri un pacco di pasta e dell’insalata per una cena veloce. O la domenica hai voglia di fare qualcosa e ti manca un ingrediente. O ti hanno invitato ad una cena all’ultimo minuto… insomma, qualsiasi cosa.

E così ho scoperto questi due link utili: gli orari dei grandi magazzini in Italia, e gli orari dei grandi magazzini in USA!

Ci sono anche le farmacie che sono aperte 24h (CVS o WALGREENS) e lì non trovate solo medicine, anzi, le medicine occupano uno spazio ridotto.
Trovate anche splendide idee regalo e generi alimentari di ogni tipo, anche i surgelati.

Considerate comunque che negli USA, credo un po’ ovunque, non esiste la chiusura in orario di pranzo. Si fanno i turni ma gli orari sono tutti continuati. I negozi però spesso aprono più tardi, verso le 9:30-10. Intendo i piccoli negozi individuali, non quelli all’interno dei centri commerciali.

L’ufficio postale apre dalle 6 del mattino alle 6:30 del pomeriggio. Il sabato dalle 9 alle 5.

La banca dalle 8 del mattino alle 7 di sera (ORARIO CONTINUATO) e sabato fino all’1.

I concessionari auto il sabato pomeriggio e la domenica sono chiusi.

I ristoranti che servono anche la colazione aprono dalle 6 del mattino alle 8:30-9 di sera. Orario continuato! Gli altri aprono per pranzo, verso le 11 e chiudono poi alle 9. Il venerdì sera e il sabato aprono anche fino alle 10. Ovvio che a NY o Chicago o comunque nelle città grandi, hanno altri orari. Ma nelle cittadine di provincia dopo le 9 è praticamente impossibile trovare un ristorante aperto. Se avete fame, vi consiglio un supermercato dove trovate qualcosa di già pronto!

Poi ci sono gli orari della scuola: alle elementari fanno dalle 8.10 alle 3.10 con 10 minuti di intervallo a metà mattina e 30 minuti per il pranzo. Mica quegli intervalli lunghissimi italiani! Alle medie facevano dalle 8:40 alle 3:58… non fino alle 4, no! Fino a settimana scorsa perché ora hanno cambiato orario: 8:40 – 3:46! Con solo 30 minuti di intervallo a pranzo. Nessun altro intervallo!!! Nemmeno al liceo dove però le lezioni iniziano alle 7:10 e finiscono alle 2:36.

E ora veniamo al bello: l’orario di cena… qui non sono come noi che quando i figli tornano a casa da scuola noi prepariamo delle belle merende e magari la torta fatta in casa (sì ok, sto vaneggiando!). No, qui… si cena! Alle 5-5:30 qui si cena. E fate MOLTA attenzione perché quando invitano vostro figlio o figlia a dormire dall’amichetta, e vi dicono “Portala alle 6”, ricordatevi di farla mangiare prima, altrimenti quella povera creatura, quando andrete a riprenderla l’indomani mattina, vi azzanna anche il volante! Anche perché come minimo a colazione ti presentano un bel bicchierone di latte freddo (freddo freddo!) con un cinnamon roll. Perché qui nemmeno prendono in considerazione che a qualcuno possa non piacere la cannella… Pignola io!

2 COMMENTS

  1. Hai ragione, gli orari sono molto diversi.
    Trovo fantastico il super aperto h24, anche diversi negozio..
    un pò meno l’orario scolastico…alle 7.15 tutti in classe e si finisce alle 12.

    Renata le tue finestre sulla realtà americana mi piacciono sempre tanto

Rispondi