Pokémon Spada e Pokémon Scudo: La recensione [ Nintendo Switch ]

Ultima modifica 22 Aprile 2021

Pokémon Spada e Scudo sono finalmente arrivati.
Il che significa che è di nuovo arrivato il momento, per gli allenatori di Pokémon, di girare i loro cappelli all’indietro ed esplorare una regione nuova di zecca piena di ogni sorta di nuovi Pokémon e sfide entusiasmanti.

Pokémon Spada e Scudo: Recensione

La struttura principale rimane praticamente identica ai giochi precedenti.

Ancora una volta vestirete i panni di un giovane aspirante allenatore di Pokémon proveniente da una piccola città, con l’obiettivo finale di diventare il campione della regione.
A farvi compagnia nell’avventura ci sarà anche il vostro migliore amico, Hop, che sarà anche il vostro primo rivale durante tutto il gioco. Con Hop viaggerete per il mondo collezionando gli 8 stemmi delle palestre che vi serviranno per accedere alla Lega Pokémon.Pokémon Spada e Scudo

Durante la vostra avventura per diventare il migliore, scoprirete anche misteri che coinvolgono antiche creature e profezie oscure. Nulla di particolarmente complicato ed originale, ma comunque è abbastanza per darvi una scusa per esplorare ogni angolo del mondo di gioco.

L’avventura si svolge in una nuova regione chiamata Galar, che ricorda in più di un’occasione le terre del Regno Unito.

Pokémon Spada e Scudo

La vera star del gioco, senza dubbio, è la stessa regione di Galar.

Le molte aree del nuovo mondo colpiscono davvero.
Le imponenti colline che formano l’orizzonte alle città pittoresche colpiscono visivamente, dando a Galar una personalità che poche altre regioni in giochi Pokémon sono riuscite ad avere. Mostrando chiaramente il livello di cura che il team di sviluppo ha messo nella sua creazione.
Quel senso di grandezza è rafforzato dall’incredibile colonna sonora del gioco.
Ogni traccia si combina meravigliosamente con i paesaggi, in particolare il tema durante le battaglie con i Capipalestra risulta essere incredibilmente coinvolgente.

Le Terre Selvagge

L’enorme sezione aperta del gioco chiamata “Le terre selvagge” , è dove gli allenatori trascorreranno gran parte del loro tempo.
Questa location, creata rigorosamente per catturare Pokèmon selvaggi, è divisa in tante piccole sezioni , ognuna con il proprio set di mostri da catturare e terreno da esplorare. Fattori come le condizioni atmosferiche e l’ora del giorno giocano un ruolo importantissimo , influenzando in maniera attiva la comparsa di determinati Pokèmon.

Pokémon Spada e Scudo

Rintracciare e catturare le varie creature è dove il gioco brilla davvero, ma, sfortunatamente, combatterle non è così coinvolgente.

Questo non vuol dire che il sistema di battaglia non sia ben sviluppato, anche perchè è il solito sistema a turni Pokémon standard che abbiamo imparato a conoscere e ad amare fin dai bei tempi del Game Boy.

Con molte nuove funzionalità che mantengono interessante l’avventura, questo è uno dei capitoli più facili, ma comunque più coinvolgenti del franchise di lunga data.
Viaggerete per il mondo, combattendo contro molte creature e addestratori, e acquisterete esperienza per migliorare le statistiche delle vostre creature.
Fortunatamente, il gioco facilita questo meccanismo di crescita, dando la possibilità di condivisione dei punti esperienza con tutti i pokemon presenti nella nostra squadra dopo un combattimento.
Inoltre, sarete liberi di scambiare i pokemon della vostra squadra in qualsiasi momento e in totale in libertà senza dover tornare in città, il che consente di risparmiare molto tempo.

Dynamaxing

Durante il viaggio, scoprirete un mistero che circonda i leggendari Pokémon e la causa dietro l’abilità speciale nota come Dynamaxing, che li trasforma in versioni gigantesche di se stessi. Sbloccherete questo potere, che vi darà la possibilità di trasformare uno dei Pokémon presenti nella vostra squadra in queste enormi creature.

L’unico lato negativo di questa nuova abilità rimane nel fatto che nella maggior parte dei casi il Dynamaxing può rendere i combattimenti troppo facili da completare.

Raid e Multiplayer

Potrete collaborare con altri tre allenatori , controllati da giocatori reali o da intelligenza artificiale, per combattere bestie giganti nelle battaglie Max Raid, combattimenti di gruppo chiaramente ispirati alle incursioni stile Pokemon Go.

E’ anche presente una funzione di trading per raccogliere e scambiare Pokémon appena catturati. Ancora meglio, potrete accamparvi nelle terre e giocare con i Pokémon di altri giocatori, aiutandovi a vicenda durante la creazione di un piatto, guadagnando esperienza per rafforzare la vostra squadra.

Pokémon Spada e Scudo: il verdetto

Pokémon Sword and Shield vuole chiaramente essere la genesi di una nuova era di Pokémon, aprendo la strada ad un avvenire lungo e produttivo sulla console Switch.
La bellissima regione di Galar è una gioia da esplorare.
Anche se la storia raccontata al suo interno è tutt’altro che rivoluzionaria, ci sono centinaia di Pokémon da trovare, catturare , addestrare e combattere.
Le meccaniche di base del gioco sono per lo più rimaste invariate dai capitoli precedenti, ma la nuova funzionalità Dynamax è decisamente di grande impatto.
Tutto equivale ad un pacchetto che delizierà i fan dei Pokémon vecchi e nuovi.

VOTO : 8.5

NB: Il gioco presenta molte sezioni di dialoghi durante l’avventura, è quindi consigliato ai bambini con età minima di 7 anni.

Scheda Tecnica

Console : Nintendo Switch
Data di uscita : 20/11/2019
Numero giocatori : 1 locale / 4 multiplayer
Lingua : Italiano
Prezzo : 59,99 Euro

 

Rispondi