#UnLibroGioco: una rubrica per battere la noia

Ultima modifica 22 Aprile 2021

I tuoi bambini sembrano annoiati? Sei a corto di idee?

Cerchi disperatamente un modo per avere la loro attenzione per piu’ di cinque minuti durante queste che sembrano interminabili giornate casalinghe?

Smetti di preoccuparti! Perche’ sto per rivelarti uno dei miei trucchi preferiti che uso per tenere i miei super-attivi bambini occupati anche per piu’ di un’ora!

Credo che Instagram sia un potentissimo mezzo per chi e’ curioso, come me, ed e’ alla continua ricerca di ispirazione.
Da qualche anno seguo il profilo di brillanti mamme che amano condividere la loro esperienza nel crescere pargoli e le loro fantastiche idee.
C’e’ tanto lavoro dietro ognuna delle bellissime foto pubblicate, sempre accompagnate da esaustive descrizioni e innumerevoli links e hashtags.

Premetto che sono un’amante dei libri, adoro la letteratura per ragazzi e bambini, scrivo storie per ragazzi e, soprattutto, i miei figli sono degli adorabili topi di biblioteca.

Recentemente il mio campanello-curiosita’ ha trillato leggendo l’hashtag #UnLibroGioco.
E nemmeno sta volta ha suonato a vuoto.

Si tratta di una rubrica ideata da una mamma Food Blogger di Monza Brianza, Chi ha rubato le crostate? Questa ragazza è fantastica e attraverso la cucina, la fotografia e le parole, esprime se’ stessa in un modo del tutto inusuale e coloratissimo.

#UnLibroGioco e’ un modo carino e creativo di tenere occupati i nostri figli (e anche gli studenti) avvicinandoli alla lettura e promuovendo lo stare insieme.

Si sceglie un libro. E non si legge.
Non prima di aver creato i personaggi della storia con materiali di reciclo, ad esempio.

Il nostro primo libro e’ stato Bastoncino di Julia Donaldson, che tra l’altro e’ la nostra scrittrice inglese preferita.
Conoscendo bene il libro (credo di averlo letto trecento volte in italiano e duecentonovantanove in inglese!) e’ stato semplice trovare a un’attività accattivante che occupasse almeno mezz’ora delle lunghissime e piovosissime vacanze di natale: abbiamo fatto una piccola passeggiata, abbiamo raccolto cinque bastoncini che sono poi diventati la Signora e il Signor Bastoncino e i loro tre figli bastoncelli.

Un rotolo di carta igienica ha poi dato vita al nostro Babbo Natale, con l’ausilio di scampoli di stoffa rossa e nera e pom poms.
La mia bella Lavinia e Mr Adriano erano pronti, insieme ai protagonisti del libro appena nati, ad ascoltare la storia. La lettura del libro e’ stata decisamente piu’ divertente animata dai nostri personaggi inanimati… e pieni di colla! 

        

Leggendo Papa’, mi prendi la Luna per favore? Di Eric Carle abbiamo parlato della Luna.

Questa volta il libro lo ha letto Papa’, perche’ e’ il regalo per la festa del Papa’, appunto. Mentre lui leggeva abbiamo dipinto due bellissime Lune piene: abbiamo utilizzato un piatto e un coppapasta per fare la forma tonda su cartoncino nero, abbiamo poi dipinto con pittura ‘lunare’, fatta di farina, pittura lavabile bianca e colla vinilica.
Per formare i crateri sulla nostra Luna paffuta, abbiamo simulato la caduta di asteroidi, lanciando sassolini.
Si’, questa e’ stata decisamente la parte piè divertente di #UnLibroGioco

#UnLibroGioco

Durante un’interessantissima gita al British Museum di Londra, abbiamo comprato un libro sugli Egizi, perchè dopo aver visto le mummie di Cleopatra e di qualche gattino, la mia bambina voleva sapere tutto di questo enigmatico popolo.
Quindi abbiamo dedicato una mattinata a leggere 100 facts Ancient Egypt di Jane Walker, creando lapislazzuli e altre preziose con carta luccicante e disegnando il copricapo da Faraone che Mr Adriano ha indossato con molta eleganza, mentre io e Lavinia eravamo travestite e truccate da egiziane.

#UnLibroGioco
 

E per concludere un classico: I Tre porcellini, edizione Fiabe a Passeggio DeAgostini.

Usando una vecchia scatola di scarpe, qualche confezione di cereali, bastoncini e tantissima carta colorata, Lavinia ha costruito un sorprendente modello in tre dimensioni delle tre-case-in-una dei tre porcellini.
Il modello, un po’ ingombrante, fa tutt’ora da padrone nella mia sala da pranzo e quasi ogni giorno diventa scenario di giochi di ruolo tra bambole, Super Eroi e macchinine di ogni dimensione.

#UnLibroGioco

Cosa aspettate?

Sbizzarritevi: scegliete un libro e date libero sfogo alla vostra creativita’!

Aprite il vostro profilo Instagram (se ancora non lo possedete avete appena trovato una buonissima ragione per farlo!) e cercate tra gli hashtags #UnLibroGioco, e sono sicura che troverete l’ispirazione che stavate cercando.
Basta scegliere un’attività a tema del libro e sarete pronte a partecipare alla rubrica… e non dimenticatevi di aggiungere l’hashtag!

Da Mamma Fra, Lavirocks e Mr Adri per ora e’ tutto.

Alla prossima avventura!

Rispondi