Vacanze in Trentino Alto-Adige. Un paradiso per tutta la famiglia

0
77

Sono anni che vado in vacanza in Trentino Alto Adige.

Ci vado praticamente da quando cammino!
Una passione ereditata dai miei genitori.
Grandi camminatori in alta quota.

Il Trentino si adatta benissimo alle esigenze di una famiglia.

Anche di una famiglia numerosa come la mia.
Offre varie possibilità di alloggio e di ristorazione.
Tantissime attività da fare che spaziano dalla cultura alla natura e allo sport.

Ecco la nostra vacanza…

Vacanze in Trentino Alto-Adige

Generalmente noi alloggiamo vicino Brunico.
Nella splendida Val Pusteria. Abbiamo scelto come “base” il piccolo, ma grazioso paesino di San Lorenzo di Sebato.
È facile identificarlo già da lontano per la sua famosa chiesa con due campanili.
San Lorenzo di Sebato, così come i paesi nei dintorni offre varie possibilità per alloggiare. Bed & Breakfast, alberghi, pensioni o appartamenti.
Negli ultimi anni noi abbiamo apprezzato la possibilità di prendere un appartamento.
Ci consente di avere più libertà qualora i bimbi fossero stanchi (ma anche noi!) dopo una giornata in giro.
Non rinunciamo però alla possibilità di godere della prima colazione.
Assolutamente imperdibile! Spazia dai prodotti locali come burro e marmellata, allo speck, formaggi e yogurt. Menzione speciale meritano i dolci.
Noi ne siamo golosissimi! Il Krapfen (una specie di bomba ripiena di confettura all’albicocca)), la torta Linzer (fatta con grano saraceno e confettura di lamponi) e l’immancabile strudel di mele.
Se non li gustiamo a colazione meritano sicuramente una sosta nella giornata!

Quando si arriva consiglio di fare subito due cose.

Recarsi alla più vicina Pro Loco e informarsi sugli eventi in programma.
Nei mesi estivi, infatti, le feste e le manifestazioni di vario genere sono tantissime.
E consentono di conoscere e apprezzare il territorio.
Consiglio inoltre di attivare la Guest Card.
Ha un prezzo vantaggioso per i turisti e consente accesso illimitato a treni, pullman ed alcune cabinovie. In Alto Adige ci si sposta benissimo con i mezzi pubblici.
Sono puntuali e puliti. Consentono di arrivare praticamente ovunque nelle varie valli e di evitare il problema del parcheggio. Infatti nelle mete turistiche i parcheggi sono quasi tutti a pagamento e non facili da trovare.
Inoltre, le agenzie di viaggio lasciano alle Pro Loco anche proposte di escursioni o visite guidate che potrebbero essere interessanti (noi per esempio siamo andati a visitare un suggestivo castello in Baviera).

Altra cosa da fare è scaricare l’app “trekking sudtirol”.

È un’applicazione che io utilizzo molto. Consente di scegliere le passeggiate o escursioni in base alla composizione del gruppo e agli interessi. Sono indicati con precisione i livelli di difficoltà e la durata del sentiero.
Vi consiglio di organizzare la giornata partendo la mattina presto e prevedendo il pranzo al sacco. Le zone attrezzate son presenti praticamente ovunque.
In questo modo si può sfruttare tutta la giornata.
E tornare in alloggio intorno alle 17/18. È importante ricordare che si cena molto presto!
Le cucine dei posti più caratteristici come rifugi e baite chiudono generalmente intorno alle 20. È consigliabile anche sempre prenotare.
Qui c’è una vera e propria “cultura del bambino” per cui i piccoli ospiti sono sempre ben accetti. Tutti i locali prevedono specifici menù golosi e giochini a disposizione di tutti.

Partendo da San Lorenzo di Sebato, Brunico dista pochi chilometri.

Ci si può arrivare anche a piedi o in bicicletta (è possibile affittarle ovunque con facilità).
Si costeggia il torrente e ci si immerge nella piacevole e silenziosa ombra del bosco.
Il percorso è facile e rilassante. Brunico è un paesino in pieno stile altoatesino.
Con caratteristici negozi di artigianato e diversi posti dove si possono gustare le specialità del luogo. Da visitare anche il castello e il cimitero militare monumentale.Vacanze in Trentino Alto-Adige

Il venerdì mattina poi da non perdere è il “Mercato del contadino.
Una vera esposizione e degustazione dei prodotti locali. Merita una visita anche la fiera del libro. Resta aperta ogni anno nei mesi estivi ed è promotrice di diversi interessanti incontri con gli autori. 

Sicuramente da vedere è anche Bressanone.

Cittadina bellissima con il suo palazzo vescovile e i caratteristici porticati dove si nascondono negozi di altissima qualità.
Consiglio una visita anche a Campo Tures e al suo castello. Molto suggestivo.
Si può pensare di abbinare la visita alla giornata dello Street Food serale (generalmente il martedì). Qui si può gustare la cucina tipica altoatesina e godere dell’animazione locale.
Da segnalare anche la sfilata di Ferragosto. Ogni paesino ha la sua, ma quella di Campo Tures è famosa! È possibile vedere i costumi tipici, la banda musicale locale, i vigili del fuoco che sfilano con mezzi di locomozione vecchi e nuovi. Viene distribuito pane, burro, formaggio e caramelle per i bambini. Sempre nei pressi di Campo Tures da vedere ci sono le cascate. È possibile arrivare al sentiero seguendo le indicazioni per “Caminata”.
Le cascate sono tre e tutte spettacolari. Ma il sentiero in salita con grosso dislivello e ciottoli non è particolarmente adatto per i passeggini.

Si può arrivare facilmente però a vedere la prima cascata.Vacanze in Trentino Alto-AdigePartendo da Gais, altro paesino nei dintorni, si può attraversare il bosco.

Vedere un allevamento di caprioli e salire su al castello. Veramente molto suggestivo poiché lungo il tragitto ci sono dei punti dove è possibile ammirare il paesaggio.
E fermarsi per fare uno spuntino!boscoPartendo poi da Terento, sempre nei dintorni, c’è una passeggiata veramente bella.
Si può seguire il sentiero didattico dei mulini, dove sono stati anche allestiti dei pannelli che ne spiegano il funzionamento e la storia.

E a metà percorso si incontrano anche le “piramidi di terra”.

Queste sono state create dal torrente Terner . Sono una specie di colonne argillose formate a seguito delle intemperie.
Di sicuro poi non può mancare la salita in cabinovia a Plan de Corones (circa 2275 metri). La montagna più famosa della Val Pusteria, poiché offre un panorama unico sugli altri monti e le vallate intorno. Consiglio di salire solo se la giornata è veramente limpida, in modo tale da poter godere dello spettacolare panorama.
Da qui partono diversi sentieri per la ridiscesa.

Vacanze in Trentino Alto-AdigeDa vedere anche San Vigilio di Marebbe.

Si può abbinare la visita al giorno del Mercato contadino. Il paesino è piccolo, ma molto curato. Si può decidere di salire fino al paese vecchio, su per i sentieri passando nel bosco. Oppure si può salire con la cabinovia fino a Piz de Planes (circa 1650 metri).
Quando si arriva in cima c’è un rifugio. Qui si può gustare un buon dolce e i bimbi possono giocare liberamente con altalene e scivoli. È possibile anche vedere animali di allevamento come conigli, capre e mucche. La discesa si può fare tranquillamente a piedi.
E lungo il tragitto, se si è fortunati, si possono ammirare le biciclette che si lanciano in acrobazie lungo i sentieri riservati.

Partendo dal paesino di Vandoies, non può mancare per i bambini percorrere il sentiero degli elfi.

Questa è un’escursione interattiva.
Ci sono pannelli e costruzioni che ricordano le leggende legate agli elfi. Il paesaggio che si snoda tra la vallata il bosco è quasi tutto piano.
Se volete poi fare un’esperienza golosa, vi consiglio di visitare la fabbrica della Loacker ad Heinfels in Austria. È possibile visitare il museo.
Degustare prodotti unici non sempre in vendita nei negozi comuni. Acquistare nello shop. Se poi si prenota in anticipo si può partecipare con i bambini ad un laboratorio interattivo. Si possono produrre i famosi wafer scegliendone il gusto.
Come dei veri pasticceri!

Per chi ama la bicicletta poi, consiglio senza dubbio una delle piste ciclabili più famose e apprezzate dell’Alto Adige.
Si snoda da San candido a Lienz. È lunga circa 44 chilometri, ma non è particolarmente faticosa. Adattissima per famiglie. Con seggiolini da bicicletta per i più piccoli. E i più grandi possono seguire senza problemi mamma e papà. Noi l’abbiamo fatta due volte e quest’anno speriamo nella terza!.
Le biciclette si possono affittare a San Candido e lasciare a Lienz. Da dove poi si può tornare comodamente con il treno.
E anche San candido è un tipico paesino montuoso, che merita la di essere visitato.

Infine vi consiglio di programmare una visita ad Innsbruck.

È una cittadina austriaca molto bella, non troppo distante.

Qui è possibile visitare il palazzo imperiale, residenza estiva, degli imperatori e della famosa principessa Sissi. La visita è molto suggestiva.
Lungo le strade del centro si incontrano negozi tipici, pasticcerie e le famose cristallerie Swarovski.
Per ultimi ecco un paio di posti dove mangiare nei pressi di San Lorenzo di Sebato.
Sempre consigliabile la prenotazione! L’Agriturismo Lercner’s e il Berggastof Hausler.
Tutto molto buono con un rapporto qualità/prezzo ottimo.

Ma vi consiglio di provare i taglieri di salumi e formaggi, birra e strudel di mele.
Gli imperdibili sapori del luogo!
Buon viaggio e buon divertimento a tutti!

40 anni, sono nata e vivo a Roma nello storico e suggestivo quartiere della Garbatella. Insegnante, psicologa/psicoterapeuta, mamma di tre piccole pesti: Gabriele 6 anni, “l’ingegnere/scienziato della famiglia”, Gaia 4 anni, la “nostra lettrice e ballerina” e Zoe 2 anni, “il sindaco”, con una capacità più unica che rara di decidere cosa fare e gestire i fratelli.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here