Viaggiare con ITALO al tempo del Coronavirus

0
502

Ultima modifica 18 Novembre 2021

Quest’anno più di sempre abbiamo voglia di esplorare l’Italia.
Abbiamo vissuto in Inghilterra per qualche anno, ma le vacanze per la mia famiglia erano soprattutto tornare in Italia a trovare i familiari e gli amici appena ci era possibile e, d’Estate, andare al mare in Italia che, senza dubbio, è il più bello del Mondo.
Tornati stabili nel bel Paese da poche settimane, abbiamo voglia di godere a pieno delle meraviglie che ci circondano e che, soprattutto vivendo la Pandemia lontani, ci sono mancato immensamente.
Vivendo ora in Lombardia, la meta delle vacanze di fine agosto sarà la montagna, vicina, fresca e piena di avventure, come piace a noi.
Nel frattempo, esploriamo curiosi Bergamo che ci ospita e le verdissime zone che circondano la città.
E i nonni? I nonni stanno a Roma, con zii, cugini e quasi tutti i nostri amici. Ma papà lavora e ha bisogno della macchina. E allora Lavinia, Mr. Adri e io prendiamo il treno da Milano Rogoredo direzione Roma Termini, lasciando papà in compagnia di Roma il cane e Fiore il pesce, nel caso così di sicuro non si annoia.

Viaggiare con ITALO al tempo del Coronavirus

Viaggiare con ITALO al tempo del CoronavirusITALO in 2 ore e 58 minuti ci ha accompagnato nella Capitale, che non vedevamo da esattamente 10 mesi.
Adriano adora i treni, quelli in miniatura, quelli rumorosi e quelli comodi e puliti come questo. Il viaggio effettivamente è stato piacevole ed economico, infatti, scendendo con la macchina, avremmo speso di più e avremmo impiegato almeno tre ore in più.

Viaggiare con ITALO al tempo del CoronavirusViaggiare in sicurezza al tempo del Covid-19

Gli accorgimenti presi sono semplici ed efficaci.

  • La temperatura corporea viene misurata da un addetto prima di salire sul treno
  • Una striscia verde adesiva e degli adesivi tondi sul pavimento di tutta la banchina del binario suggeriscono ai passeggeri in attesa dell’arrivo del treno dove sostare per rispettare la distanza intersociale di un metro.

Viaggiare al tempo del Coronavirus
La pulizia sul treno è stata implementata, il che non guasta mai.
Non è la prima volta che viaggio in treno con i bimbi, sono stata anche pendolare durante gli studi e subito dopo. Ma è la prima volta che salgo su ITALO, un treno pulito e confortevole. Durante il viaggio, un operatore ha pulito due volte porte e maniglie della carrozza
• All’ingresso e all’uscita di ogni carrozza è possibile igienizzare le proprie mani grazie alla presenza di distributori touch free. Adriano è diventato un esperto e non se ne lascia sfuggire uno!


L’uso della mascherina è obbligatorio all’interno della stazione e lungo tutto il viaggio, secondo la normativa vigente in entrambe le Regioni; Mr. Adri (21 mesi) non la indossava, ma Lavinia è stata bravissima e l’ha tolta solo per uno snack veloce e per scattare un paio di foto

Il 50% dei posti a sedere non è utilizzabile, questo permette di rispettare le distanze interpersonali di sicurezza tra i diversi nuclei familiari.

Noi eravamo comodamente seduti nei quattro posti dotati di tavolino
L’aria condizionata ha reso il viaggio decisamente piacevole, fuori c’erano 35˙C.
Devo ammettere che intraprendere il viaggio in solo con i bimbi mi preoccupava, ma l’efficienza del personale, sul treno e in stazione, mi ha tranquillizzato.
I miei monelli sono stati eccezionali, abbiamo riso tantissimo e fatto amicizia con i dirimpettai di posto…a debita distanza!
Su ogni treno ITALO c’è wi-fi gratuito.
Basta inserire la propria e-mail ed è possibile accedere a un’interessante lista di giochi, film, cartoni e libri a costo zero! I miei bambini hanno visto un breve film e per circa un’ora ho potuto godere del paesaggio.

Il momento del cambio pannolino di Adriano non è stato semplice.

Ci hanno assegnato una carrozza con bagno sprovvisto di fasciatoio e quello più vicino era due carrozze dopo la nostra. Non era possibile abbandonare le nostre valigie (che non erano poche!) alla ricerca del fasciatoio, così ho preferito cambiare il bambino in piedi nel bagno, stretto, sprovvisto di fasciatoio su un treno che viaggia veloce.
Il piccolo rideva, io sudavo, lui voleva toccare tutto e io, con calma per non trasmettergli traumi pandemici lo distraevo cantando. Avrei preferito ci avessero assegnato un posto più consono a una donna che viaggia con una minorenne e un infante, ma credo che l’assegnazione sia randomica.
Arrivati a Roma, abbracciare Nonno Checco dopo dieci mesi è stato bellissimo, pur indossando la mascherina e lavando le mani subito dopo per almeno venti secondi!

Viaggiare con ITALO con i bambini? Si!

Pulito, comodo, (quasi) puntuale, vi accompagna in giro per l’Italia senza lo stress del traffico e in modo sicuro.
Cosa aspettate a prenotare il vostro prossimo viaggio a spasso per la nostra bell’Italia?

Viaggiare con ITALO al tempo del Coronavirus

Rispondi