10 giorni con Babbo Natale: un film per e sulla famiglia!

0
41

10 giorni con Babbo Natale è un film bellissimo da vedere in famiglia e non solo nelle feste natalizie. Il film del 2020 e della durata di 1 h e 40 minuti non è altro che il sequel della famiglia Rovelli di “10 giorni senza mamma“. Devo ammettere che il primo film non l’ho visto, ma sono riuscita senza problemi a vedere questo secondo episodio!

10 giorni con Babbo Natale

Questa divertentissima pellicola di Alessandro Genovesi con Fabio De Luigi nei panni del padre di famiglia è scorrevole e divertente e mai volgare.

Insomma, non assomiglia per niente ai classici cinepanettori che eravamo abituati, che vi devo dire la verità, detestavo anche!

Nel film, vengono trattate delle tematiche importanti all’interno della famiglia come la suddivisione dei compiti in casa, come gestire i figli e soprattutto il tempo di qualità da dedicare alla famiglia che non sempre si riesce a trovare.

La trama di 10 giorni con Babbo Natale

Allora immaginatevi la famiglia Rovelli composta da Carlo (Fabio De Luigi) e Giulia (Valentina Lodovini) insieme ai loro tre figli, Camilla adolescente, Tito e Bianca.

Carlo e Giulia sono ultimamente ai ferri corti perché lei lavora molte ore e non passa neanche un momento con i tre ragazzi.

Così è Carlo che si occupa della casa e della famiglia.
Sono davvero esilaranti le scene in cui lui commenta l’atteggiamento di sua moglie e racconta la ricetta appena provata alle altre mamme sue amiche.

Devo dirvi che in alcuni momenti mi sono rivista in lui e la cosa mi ha fatto molto sorridere!

Le cose tra di loro precipitano ancora di più quando Giulia gli confessa che il 24 dicembre avrà un importantissimo colloquio a Stoccolma per una possibile promozione di un lavoro all’estero.

Carlo come qualsiasi persona normale che tiene al Natale non la prende benissimo e così ha un’idea grandissima, riesumare il vecchio Camper anni 80 per un bel viaggio di famiglia a Natale!

10 giorni con babbo natale

Grandissima idea per passare tutti insieme del tempo in famiglia, peccato che a parte lui, nessuno sia davvero convinto e felice di questo viaggio. Da Roma partono all’avventura per un viaggio verso la Lapponia, che non sarà privo di imprevisti e gag.

Infatti, sbagliando strada per seminare un camionista albanese, Carlo travolge un uomo che si aggrega al gruppo perchè guarda caso sta andando proprio a Stoccolma.

Sapete chi è questo simpatico vecchietto vestito di rosso?
Già, è proprio lui: Babbo Natale.

Così Babbo Natale interpretato alla perfezione da un credibilissimo Diego Abatantuono, sparisce e ricompare durante tutto il viaggio combinando qualche piccolo pasticcio alla famiglia.

Ovviamente, loro non sanno come comportarsi con questo adulto, pazzo che crede di essere Santa Claus. Finalmente arrivano a destinazione prendendo molta più consapevolezza di sé e dei loro ruoli all’interno della famiglia.

10 giorni con Babbo Natale

I genitori si rendono conto come i loro litigi e le loro assenze stavano ledendo la personalità dei figli e come questi soffrissero in silenzio.

Il loro passeggero sarà davvero chi dice di essere oppure faceva solo finta?
Scopritelo guardando il finale e vi assicuro non ne resterete delusi!

#Spaventometro0

Come dicevo nella premessa, il film mi è piaciuto molto pur trattando dei temi importanti come la famiglia e le sue dinamiche interne non è mai pesante o banale.

Lo spettatore segue perfettamente la storia e a volte si immedesima nei protagonisti, sorridendo sempre alle battute di De Luigi, che tra l’altro adoro!

L’età che viene indicata è 7+ ma devo dirvi che ad Altea che ha quasi 5 anni è piaciuto molto, certo non ha capito tutte le battute ma è riuscita facilmente a seguire e comprendere la storia.

10 giorni con Babbo Natale

Ovviamente, di tutto il film era incuriosita da Babbo Natale e continuava a chiedere:

“Mamma è davvero Babbo Natale?” e noi non potevamo che dirle aspetta, vediamo il film e capiamolo insieme! E’ rimasta sicuramente affascinata dall’interpretazione di Abatantuono nei panni di Babbo Natale.

Un film che vi consiglio da vedere tutti insieme in famiglia! Quindi, Spaventometro zero!

Classe 1985 nata e cresciuta a Milano, meglio Cormano. Sono laureata in scienze sociali applicate ma ora faccio la mamma a tempo pieno di due piccole vivaci pesti. Da febbraio 2017 ho lasciato il nord per trasferirmi a Catania con la famiglia! Amo viaggiare, la lettura, il cinema e il baseball/softball.

Rispondi