Artieri un gruppo di artisti siciliani per supportare la Croce rossa

1
440

Ultima modifica 18 Novembre 2021

Sono sicura che ci ricorderemo sicuramente questo periodo…
Io, fortunatamente, non ho nessuna persona cara che ha contratto questo virus e quindi non posso capire a pieno il dolore che le altre persone stanno provando.
Posso però dirvi che in un momento così difficile di quarantena gli italiani sono delle persone davvero generose.

Grandi personaggi del mondo della moda, e non solo, hanno deciso di donare i loro soldi per la costruzione di reparti ospedalieri e per ampliare le terapie intensive.

Le persone comuni non sono state da meno!

Infatti, vi posso raccontare quello che sta succedendo qui a Catania.
Si sa che i siciliani sono persone dal cuore grande. Lo so perchè io non sono siciliana, sono forse una delle poche milanesi rimaste, ma l’ho notato appena ho messo piede sull’isola.
Ed io vivo qua, da quasi tre anni!

I catanesi hanno portato avanti diverse iniziati per aiutare i i più bisognosi.

La prima, è quella proposta da alcune realtà di volontariato che hanno deciso di distribuire beni di prima necessità alle famiglie più bisognose donate dalla popolazione catanese.
Anche il Comune di Catania ha avviato una raccolta fondi per sensibilizzare i suoi cittadini chiamandola: Catania aiuta Catania e la popolazione sta rispondendo bene.

Se volete sapere qualcosa di più e fare anche voi una donazione, vi rimandiamo al link del Comune!

Infine, vorrei parlarvi di un’iniziativa davvero bella che ha preso il via per supportare la Croce Rossa Italiana, che dobbiamo dirlo, sta facendo un grande lavoro.

Non ci stancheremo mai di ringraziare tutte quelle persone che stanno lavorando per noi, infermieri, medici, sanitari, ma anche i semplici adetti al supermercato, ancora una volta, GRAZIE INFINITE PER IL LAVORO CHE FATE.

Ma torniamo a noi, su facebook.
Artieri Mercato Creativo ha creato un gruppo pubblico chiamato: Artieri uniti contro il coronavirus.

Qui, potete trovate numerosi artisti, artigiani e design che hanno deciso di mettere all’asta una loro opera unica e devolvere il ricavato alla Croce Rossa.
Ho contattato una dell’organizzatrice di questa raccolta fondi, Angela Cacciola, per complimentarmi con lei per la bella iniziativa. Mi ha detto che l’idea è venuta ispirandosi a diverse aste già attive in Italia.
Avevano così voglia anche loro di contribuire nel loro piccolo.
Inoltre, alcuni artisti presenti nell’asta sono già loro soci, mentre altri hanno deciso di inserirsi spontaneamente per aiutare la Croce Rossa.

Non c’è che dire, davvero una bella iniziativa, soprattutto perchè stiamo parlando di pezzi unici fatti artigianalmente.

Tra le opere presenti c’è anche un’artista che conosciamo: Dria. Lei propone “l’abbraccio”, un mosaico di mattonelle in ceramica 30×30 cm su supporto in legno di 50×50 cm. La base d’asta è 50€. Ma insieme a lei trovate tanti bravissimi artisti ed artigiani.

Se sbirciate nel gruppo dell’asta, potrete trovare serigrafie, gioielli, quadri, tazze, borse e molto altro.

Partecipare è sempre, basta iscriversi al gruppo, Artieri uniti contro il coronavirus, scegliere l’opera che si vuole acquistare e sotto il post scrivere l’offerta.
Ovviamente questa deve essere pari o superiore a quella proposta dall’artista!
Alla fine dei tre giorni, se avrete fatto l’offerta più alta, l’opera sarà vostra, ma non prima di aver mandato all’artista la prova del vostro bonifico alla Croce Rossa.
Ad ogni modo all’interno del gruppo è spiegato molto bene.

L’asta sarà attiva dal 3 al 6 aprile e mi sembra proprio una bella iniziativa da parte di questi bravissimi artigiani siciliani.

1 COMMENT

Rispondi