Come gestire i bambini dal fenomeno Fortnite!

0
90

I bambini di tutte le età molto spesso giocano ossessivamente a Fortnite su telefoni, computer, PlayStation, Xbox e Switch.
E quando non ci giocano , invece , c’è la possibilità di trovarli su youtube mentre guardano le trasmissioni di gioco di altre persone mentre giocano a Fortnite o semplicemente guardando video che lo riguardano.

La popolarità quasi ipnotica di Fortnite comincia a preoccupare i genitori.

Questo perchè i loro figli sono sempre incollati a questo gioco, e farli uscire di casa, far fare loro i compiti o provare a chiamarli per la cena, sta diventando un problema.

Ma, cosa rende Fortnite così attraente per i bambini?
E come possono i genitori impedirgli di essere così presi da questo gioco, da risultare malsano?

Fortnite

Perché Fortnite è così avvincente?

Fortnite è un semplice Battle Royale, dove 100 giocatori combattono fino alla morte, con il vincitore che è l’ultimo giocatore a restare in vita.

In Fortnite i giocatori possono costruire fortezze o parti di esse dai materiali che trovano nell’ambiente di gioco. Possono anche saccheggiare rifornimenti e attrezzature dai giocatori sconfitti e da casse che si trovano sparse nella mappa di gioco.

Questi premi a sorpresa possono avere un forte appeal per i bambini.
L’eccitazione di trovare un baule, e la sorpresa di ciò che potrebbe essere all’interno, è una strategia degli sviluppatori di gioco fatta a rafforzare il desiderio di una persona di continuare a giocare e continuare a ricevere ricompense.

Un’altra caratteristica che rende Fortnite allettante è anche il fattore “ce l’avevo quasi fatta”.

Quando un giocatore viene ucciso a un passo dalla vittoria, lo stimola a ricominciare di nuovo e tentare di nuovo di arrivare alla tanto sudata vittoria.

Fortnite: il Progetto Sociale

Uno dei più grandi progetti di Fortnite è la sua componente sociale.
I bambini possono giocare con un amico o in una squadra di amici, cercando di aiutarsi a vicenda durante le battaglie.

Se giocare a un gioco è divertente da solo, sarà naturalmente più divertente se puoi farlo con gli amici.

Fortnite non è certamente il primo gioco che permette alle persone di giocare insieme in una squadra, ma questo gioco attira a sè molti bambini per la sua grafica a “cartone animato” e , allo stesso tempo, proprio per lo stesso motivo della grafica fumettesca, molti genitori consentono ai loro figli di giocarci.

Fortnite e problemi di comportamento

La cosa veramente importante da fare per un genitore, è monitorare il comportamento dei propri figli durante le sessioni di gioco, specialmente se interagiscono con altri bambini tramite microfono.

La cosa importante da fare, con i propri figli, è subito spiegare la differenza tra un semplice scherzo o battuta tra amici, che va anche bene, e il bullismo, che non va bene per niente. Anzi, è decisamente sbagliato.

Le cose, infatti, possono sempre degenerare in qualsiasi momento.

Nei videogiochi, quando i bambini si sentono in competizione, la loro adrenalina viene potenziata e può portare a far dire cose che normalmente non si direbbero.

Questo è seriamente importante perché le abitudini che i bambini sviluppano durante il gioco, possono generalizzare in altri contesti, come la scuola.

Fortnite

Imporre dei limiti 

Come in ogni disciplina che si va ad insegnare ai propri figli, è importante stabilire limiti chiari. Assicuratevi che i limiti che andrete a stabilire siano più chiari possibile ai vostri figli e assicuratevi di farli rispettare.

E ricordatevi che con i videogiochi vi troverete di fronte a un potente avversario!
Ma non demordete, perchè alla fine, con un po’ di impegno e tanta fermezza, alla fine potreste essere voi i vincitori!

Classe 1977, cittadino romano e giramondo. Sono DJ internazionale, produttore di musica elettronica e proprietario/fondatore di una etichetta discografica “Extrema Global Music”. Videogiocatore da sempre. Pronto a condividere e dare consigli su come vivere al meglio o avvicinarsi per la prima volta al mondo dei videogames

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here