L’ igiene intima: quello che c’è da sapere

Ultima modifica 24 Agosto 2020

Care nuove mamme oggi parliamo di un argomento che dovrebbe stare a cuore a tutte noi, e a tutta la nostra famiglia: l’ igiene intima.

L’ igiene intima e la flora vaginale

igiene intima

Come il cavo orale e l’intestino, nell’ambiente vaginale si sviluppa una flora di microrganismi diversi fra loro.
In condizioni di buona salute la flora vaginale è costituita prevalentemente da lactobacilli Gram+.

Questi lactobacilli tappezzano la mucosa interna e la proteggono dai patogeni esterni, inibendo la crescita di patogeni e rilasciando sostanze antimicrobiche. Insomma la nostra difesa contro le infezioni.

Quando questa flora viene meno, iniziano le infezioni, la cui principale è la vaginite.

Secondo il Giornale Italiano di Ostetricia e Ginecologia,  la vaginite è il problema più diffuso nelle donne che si rivolgono al proprio medico specialista. Su 100 di noi infatti, 75 accusano, nel corso della vita, almeno un episodio di infezione, e 5  soffrono di episodi ripetuti nel corso di un anno.

Sebbene la vaginite sia un problema comune, le cause e l’eziologia variano a seconda dei casi.
In genere la forma più comune di questa infezione è dovuta proprio alla diminuzione della carica di lattobacilli e conseguente aumento di batteri di origine intestinale. Sicuramente tra i test medici avremo notato che in caso di infezioni queste si distinguono in I, II e III grado a seconda della gravità dell’infezione.

Igiene intima: i sintomi dell’infezione

I sintomi di una infezione a carico della mucosa vaginale sono abbastanza comuni: prurito, bruciore, eritema, perdite, pH elevato (superiore a 6). Altre volte però si può essere in presenza di infezioni asintomatiche.

Igiene intima: Cosa fare in presenza di infezione?

Le infezioni vaginali possono dipendere da diversi fattori.
Tra questi si è ipotizzato anche un passaggio di batteri intestinali in vagina dovuto a stipsi o colon irritabile.

In genere il trattamento delle infezioni vaginali viene trattato con una terapia antibiotica, ma la prima raccomandazione che tutti gli specialisti fanno, e lo vuole anche il buon senso, è una corretta igiene intima.

L’ igiene intima previene le infezioni

Le parti intime sono una zona molto delicata del corpo umano, e vanno curate e preservate prima di tutto con una buona igiene intima.

Non dimentichiamo infatti che queste infezioni di cui abbiamo parlato, se trascurate, possono dare origine, nei casi più gravi anche a infertilità.

Regole per una corretta igiene intima

igiene intima

La prima cosa da ricordare è eseguire una corretta igiene intima.

E’ essenziale infatti lavarsi almeno un paio di volte al giorno, prima e dopo ogni rapporto, e ogni qual volta che se ne sente il bisogno.

Come si è scritto, il pH vaginale fisiologico è leggermente acido negli adulti (4,5), e questo deve essere mantenuto tale con detergenti specifici che non siano i normali saponi, che in genere sono più aggressivi e alterano questo valore fisiologico.

Inoltre è molto importante anche risciacquare le zone per evitare che residui di detergente provochino nel tempo irritazioni alla mucosa.

Un suggerimento utile è usare fazzoletti monouso al posto degli asciugamano.

Questi infatti possono trasmettere germi, e in caso di utilizzo anche la loro pulizia deve essere molto accorta (cambiarli frequentemente e lavarli ad alte temperature).

Un altro accorgimento da praticare è la pulizia delle parti intime.

Nel momento di asciugarsi infatti bisognerebbe fare attenzione a farlo verso l’ano e non viceversa: in tal modo si è al riparo da eventuali patogeni contenuti nelle feci che diversamente potrebbero arrivare nell’area vaginale e provocare vaginiti e cistiti. La detersione deve avvenire in modo attento, controllando che tra le pieghe non ristagnino secrezioni, oltre che residui di detergente.

In caso di una igiene intima più accurata si può optare per delle lavande vaginali. In alcuni casi infatti, come ad esempio dopo interventi chirurgici, le lavande detergono a fondo grazie al loro potere disinfettante.

Attenzione però a non abusarne, poiché proprio questo effetto altera la flora vaginale.

Sempre seguendo il parere medico, le lavande sono opportune dopo il ciclo, dopo l’uso di contraccettivi locali, in pubertà o menopausa, dopo la gravidanza e ogni volta che si altera l’equilibrio della flora vaginale.

Igiene intima: suggerimenti pratici

  • Durante la gravidanza o dopo un intervento è necessario curare bene l’igiene intima per ovvi motivi.
  • Il periodo della menopausa è un altro fattore da tenere in considerazione: la lubrificazione in menopausa è infatti ridotta, per cui è bene usare prodotti ancora più delicati.
  • L’abbigliamento è un’altra questione sui cui porre attenzione: gli indumenti intimi dovrebbero essere realizzati in tessuti naturali come il cotone, in quanto le fibre sintetiche hanno un potere traspirante inferiore e non fanno respirare la pelle.
  • Anche capi troppo aderenti sarebbero da evitare: essi infatti favoriscono la sudorazione e contribuiscono a mantenere l’ambiente umido, perfetto per la proliferazione batterica.

Igiene intima: attenzione ai bagni pubblici

Inutile dire che i wc pubblici sono un attentato alla salute vaginale. Inoltre la donna è il bersaglio più sensibile.
Se siete dei soggetti che usano spesso il bagno, provate a utilizzare quei copri-tazza usa e getta o, consiglio scontato ma sempre utile, evitate di “appoggiarvi”!

Anche i salvaslip sono potenziali nemici dell’igiene intima: essi infatti impediscono la normale traspirazione della pelle e aiutano le infezioni.

Durante il ciclo poi è indispensabile cambiare spesso l’assorbente. Quelli interni banditi almeno la notte!

Igiene Intima: una parola sui probiotici

Oltre all’igiene intima, che previene irritazioni e infezioni, gli ultimi studi in materia hanno evidenziato che i probiotici vaginali sono in grado di ripristinare la flora endogena, che rappresenta la migliore difesa del nostro apparato.
Prodotti probiotici a base di lattobacilli sono utili dopo trattamenti con antibiotici, in casi di stress che provoca un calo di difese immunitarie, al verificarsi di squilibri ormonali e in tutti quelle situazioni che alterano il normale stato fisiologico della mucosa vaginale.

igiene intima

Per concludere dunque, se teniamo alla salute di tutto il nostro corpo, una corretta igiene intima aiuta a prevenire e mantenerci sani.

Rispondi