Imparare a piacersi ed amarsi.

2
712

Spesso durante le mie riunioni Rosso Limone, incontro donne bellissime, con un fisico quasi statuario e mi sorprendo nel vedere l’insicurezza in loro stesse e nel loro corpo.
Questo si trasmette conseguentemente in un malessere anche nella sfera sessuale.

Imparare a piacersi ed amarsi

Imparare ad amarsi

Mentre, di contro, donne con delle imperfezioni a livello fisico, possiedono un’elevata autostima e una vita sessuale più che soddisfacente. Da cosa dipende?
Dal fascino e dal carisma che riusciamo a trasmettere a chi ci circonda, dal livello di autostima che abbiamo e dal fatto che dobbiamo star bene con noi a libello esteriore ed interiore.

Per piacere
dobbiamo prima
piacere a noi stessi

Nonostante nella società moderna la bellezza fisica sembri essere il principale elemento di successo sentimentale e sociale, nella quotidianità non è sempre così.
Fisicamente tendiamo a confrontarci sulla base di parametri molto elevati, spesso irreali, come i modelli del cinema o della televisione e siamo proprio noi i giudici più severi del nostro modo di essere, a partire dall’aspetto fisico, a quello caratteriale e comportamentale.

Se non siamo pronte a piacerci
non avremo mai modo
di essere notate dagli altri
per le qualità che ci appartengono.

Il “sex appeal” infatti non deriva unicamente dall’aspetto estetico, ma da come ci si sentiamo con noi stessi e con il nostro corpo. Non siamo solo una componente fisica, ma anche un’entità spirituale, mentale, intellettuale. Da qui il detto “Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace” che dovrebbe portare alla consapevolezza che ogni persona, anche se non ha un fisico da top model, può piacere semplicemente puntando sulla seduzione, sul fascino che ognuno di noi può trasmettere.

Imparare a piacersi.

La seduzione e il fascino vanno oltre la piacevolezza fisica e dipendono da diversi fattori. Prima di tutto dalla capacità di saper star bene con noi stessi, di accettare i nostri difetti, di essere positivi e anche autoironici.
E’ importante essere intriganti e avere carica empatica (ovvero la capacità di mettersi nei panni dell’altro per poi trovare la massima sintonia).

Quante donne con qualche chiletto in più riescono ad avere maggiore successo con gli uomini?

La maggior parte! La bellezza priva di fascino non porta infatti quasi mai a nulla, mentre l’essere affascinanti, fa arrivare ovunque e porta al successo sociale e sentimentale.
E’ importante dunque imparare ad accettare anche la normalità e le piccole imperfezioni.
Le imperfezioni che, se lette in modo diverso, diventano punti di forza, dal momento che ogni piccolo difetto ci rende diversi uno dagli altri, ci rende unici.

L’obiettivo da raggiungere è quello di “fare pace” con i piccoli naturali difettii, e valorizzarli per farli diventare pregi. In questo modo saremo più sicuri in noi stessi e trasmetteremo un fascino maggiore che va oltre la bellezza fisica.
Valorizzarsi quindi non solo da un punto di vista estetico (abbigliamento, acconciatura,…che esaltano i nostri punti di forza), ma anche da un punto di vista interiore. Allegria, serenità, dolcezza dovranno entrare a far parte della nostra vita quotidiana.
Tutte qualità interiori che ci aiutano a piacerci e a piacere a chi ci circonda.
Un sorriso in più illumina il nostro sguardo, un’espressione serena attenua le rughe, la dolcezza ci dona eleganza e leggerezza.

Donne padrone del proprio corpo e sicure di se sanno di certo vivere meglio la relazione sentimentale e sessuale.

2 COMMENTI

  1. Gloria,mi piace molto il tuo modo di vedere le cose e sono daccordissimo con te, le persone carismatiche e fascinose attirano piu’ di bei corpi “costruiti” nell’insicurezza.

    • Grazie Daniela per i complimenti, e aggiungo che non esistono dei parametri precisi per definire la bellezza, perchè la bellezza è soggettiva e ciò che può essere bello per noi, può non esserlo per altri. L’unica cosa che tutti condividiamo è che vedere una persona sorridente, solare e dolce piace a tutti. L’insicurezza spesso dipende dai nostri vissuti, da come abbiamo vissuto esperienze sentimentali e da come sono finite. La nostra bellezza interiore (e serenità interiore aggiungo) influisce su quella esteriore. Buona giornata

Rispondi