Kenosha: Vietato ammalarsi!

Ultima modifica 10 Ottobre 2019

Uno dei grandi problemi di questo angolo di mondo è la Sanità: vietato ammalarsi!
Chiunque voglia fare un viaggio negli USA deve provvedere a farsi un’assicurazione sanitaria. E’ stupido pensare “per pochi giorni perché dovrei farmela? Tanto non mi succederà nulla”

Per risparmiare uno o duecento Euro, si rischia di spendere diverse migliaia di Dollari.

Non esagero! Ricordo quando mia nipote andò in vacanza in California: dimenticarono di fare l’assicurazione, lei si ruppe un polso e l’operazione costò qualcosa tipo 20MILA $.

Trasferirsi qui non è da meno, solo che devi fare il conto con tutto quello di cui puoi aver bisogno: non è l’incidente o l’episodio sporadico, ma devi mettere in conto dentista, oculista, checkup vari, pediatra. Insomma tutto. Senza contare anche i farmaci: gli antibiotici o i farmaci speciali costano una fortuna.

Diverso è per la prevenzione.

Avete presente il motto: prevenire è meglio che curare? Ecco, decisamente è il motto di questo paese.

Per curare una carie, fra una cosa e l’altra, partono 1.500$ di tasca nostra, senza contare la parte che ha messo l’assicurazione. Le cure “estetiche” che includono anche le verrucche, non sono quasi per niente coperte dall’assicurazione.

prevenire è meglio che curare
prevenire è meglio che curare

Ma, ad esempio, la pulizia dei denti, il controllo periodico dal dentista, mammografia, ecc, si finisce per non pagare nulla. Ovvio, dipende tutto dal tipo di assicurazione che si ha e l’assicurazione è comunque un costo non indifferente nel badget familiare. Ma senza non si può stare. E’ quello che sta cercando di far capire Mr. Obama: fare in modo che tutti, anche gli indigenti, possano avere un’assicurazione. La MediCare è un’assicurazione base. Il problema è che pochi medici l’accettano perché, ovviamente, per loro è quasi come lavorare gratis. Sfatiamo la leggenda che in USA la gente viene lasciata morire se non ha l’assicurazione: nulla di più falso! Il primo soccorso è garantito a tutti. Sono le cure successive che non sono garantite. La scoperta di un tumore in una famiglia è un danno economico notevole e le famiglie rischiano la bancarotta. E le famiglia spesso devono accedere ai così detti fondi per il college: le famiglie cominciano a mettere da parte i soldi per il college fin dai primi giorni di vita dei figli. Spesso però devono usare quei soldi per curarsi. Insomma, gli imprevisti sono dietro ogni angolo.

E’ la nostra maggiore paura: ammalarci in questo paese.

ANGELINA-JOLIE

Ma qui sono quasi maniaci della prevenzione. Leggevo oggi la notizia secondo cui Angelina Jolie, dopo l’asportazione del seno, si farà asportare le ovaie per paura che abbia poi i problemi di sua madre. Non è una cosa strana davvero: ci sono appositi test genetici che vengono consigliati quando ci sono casi di tumori in famiglia, con questi test si può calcolare la percentuale di rischio di ricorrere nello stesso tipo di tumore. Se quella percentuale è alta, consigliano cure preventive.

Forse per Angelina non è un problema di potersi pagare le cure, ma, ovviamente, la paura di avere una malattia tanto debilitante. E’ madre e sicuramente vuole avere una vita lunga davanti. La capisco e approvo la sua scelta: perché rischiare? perché ammalarsi e poi curarsi quando puoi evitare il rischio?

Renata Serracchioli

Rispondi