Kindness is contagious

Ultima modifica 10 Ottobre 2019

 

Sapete tutti chi era Martin Luther King Jr.?
Sì, c’era anche un Senior, suo padre, meno noto. Martin Luther, nato Michael ma il padre gli cambiò il nome in onore del monaco tedescoè stato importante perché ha PACIFICAMENTE e GENTILMENTE lottato contro la segregazione dei neri in America. Inizialmente era un Pastore, un Ministro Battista. Poi divenne un attivista per i diritti civili dei neri. Parliamo di anni in cui ovunque, i tutti gli Stati, si trovavano cartelli come questi:

Black and White Segregation3                                 Black and White Segregation

Perché vi racconto questo? Perché il 15 Gennaio è il giorno del suo compleanno e ogni anno nella settimana che va dal primo lunedì successivo al 15, in tutto il Paese, si celebra questa ricorrenza: il Martin Luther King Day, con scuole e uffici chiusi. Non ovunque ma in molti posti. Qui sì!

Come viene celebrato? Qui a Kenosha durante tutta la settimana si svolgono eventi celebrativi – ANNUAL KINDNESS WEEK EVENTS – che vanno dal concerto gospel, messe, cene o colazioni, convegni… tutti riguardanti il tema della gentilezza. Il tema di quest’anno è “Creating Kindness in Our Community”. E la gente va in giro con una spilla con scritto “KINDNESS IS CONTAGIOUS” (LA GENTILEZZA E’ CONTAGIOSA)

Ricordo ancora il primo anno che eravamo qui. Un giorno riceviamo una lettera in cui ci spiegano che nostro figlio era candidato a ricevere un Kndness Award in quanto è un ragazzo sempre disponibile e attento a chi è in difficoltà. Inoltre, sempre spiegato nella lettera, un giorno, durante il pranzo di una gita scolastica, mentre tutti gli studenti erano già saliti sull’autobus, lui si è fermato a pulire i tavoli e a buttare la spazzatura di chi non l’aveva fatto. Senza che nessuno glielo chiedesse. Lui non ci aveva mai raccontato questa cosa, anche perché per lui, evidentemente, non vi era NULLA da raccontare.

Quindi scopriamo che ogni anno le scuole segnalano ad un’apposita commissione, gli studenti che secondo loro sono meritevoli di questo Attestato. Devono ovviamente motivare con fatti concreti la candidatura e poi la Commissione sceglierà quelli che lo meritano davvero.

Riceviamo l’invito a presentarci alla consegna degli AWARD

IMG782

E poi l’ha ricevuto anche l’anno successivo, senza però la cerimonia, come Custode dei Sogni!

sogni

La cerimonia non viene più fatta. Forse per risparmiare.

Ma quell’anno è stato interessante perché era una vera e propria cerimonia con un oratore, ovviamente nero, che esaltava le folle. Proprio come quelle che si vedono nei film. E la folla che, in coro, rispondeva e batteva le mani a ritmo. Meraviglioso. E orgogliosi noi! Alla fine, come ogni cerimonia Americana, siamo stati invitati ad un piacevole buffet.

Tutti questi Attestati devono essere conservati perché un domani saranno determinanti: quando lo studente farà domanda per la borsa di studio al college, questi saranno documenti importanti a certificare la serietà dello studente! Ne abbiamo già una discreta collezione!

Renata Serracchioli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

GLI ULTIMI ARTICOLI

More article