San Valentino: la cena dei sensi

Ultima modifica 4 Febbraio 2020

Vi sono più pericoli nei tuoi occhi che in venti delle loro spade: se il tuo sguardo mi raggiunge” – William Shakespeare

Siamo in prossimità di San Valentino e traendo ispirazione da questa frase di Shakespeare vi racconto un piccolo aneddoto.

Non mi voglio dilungare e vado subito al dunque.
Fin da quando ero alta poco più di una spanna, mi ricordo che rimanevo incantata davanti alle persone con gli occhi chiari. Li guardavo, li ammiravo, provavo un’attrazione quasi inspiegabile e di conseguenza, crescendo e facendo nuovi incontri, mi resi conto che tutti i miei “morosetti”, compagni e fidanzati avevano tutti un’unica caratteristica in comune: gli occhi chiari!

Vi chiederete perché.
Beh non l’ho mai saputo.

Ma ho sempre avuto la fissa ed era ovvio che il mio principe sarebbe stato come Eric de “La Sirenetta”: moro con gli occhi chiari! ( è demenziale lo so, però ognuno ha le sue fisse eh!.). Saltando gli anni velocemente si susseguirono diversi fidanzati, ma 4 anni fa me lo sentivo, era davvero un periodo strano!
Mentre tornavo da una giornata di rafting, con un gruppo di amici, ci capitò di trovar coda in A13. Annoiata e stanca, di quel sedile posteriore nel quale  ero seduta, decisi di fare l’invadente, arrivare al pulsante della radio, cambiare stazione e mettere a tutto volume, per poi iniziare a cantare a squarciagola.

L’ autista,un ragazzo che mi stava pure poco simpatico, diciamola tutta, ad un certo punto nel bel mezzo dell’autostrada tirò il freno a mano! Scese! Apri la porta posteriore! e mi urlò!.”.ADESSO SCENDI!”
Con una calma assurda ma con un tono freddo e lo sguardo fisso su di me! Lo guardai esterrefatta! In quel momento rimasi totalmente bruciata, folgorata, ammaliata, una scarica elettrica che mi partì dalla testa e arrivò fino ai piedi. Da film!!!
E totalmente persa nel suo sguardo, scoppiando in una risata pensai…E’ l’uomo della mia vita!
Be…h lo diventò! E la cosa più strana sapete qual è?
HA GLI OCCHI MARRONI!
Vedete la sorte? Ora che avete capito quali potenzialità ha lo sguardo, ho deciso così di sfidarvi per la serata di San Valentino!

Tiriamo via lo sguardo! Ahahaah… voi direte: ma come?
Tutto questo elogio per poi tirarlo via?
Si! Voglio che risvegliate i vostri sensi attraverso, il gusto, l’olfatto e il tatto togliendo il senso più utilizzato, quindi si dia il via alla: CENA DEI SENS.

In primis preparate la stanza con degli aromi, cuscini, e una morbida trapunta.

Mettete una musica di sottofondo e accendete le candele da massaggio.
Preparate poi dei vassoi di pietanze che possono essere gustate con le mani.
Due spruzzate di feromoni nell’aria e attendete il suo arrivo.
Al suo arrivo, bendatevi a vicenda, sedetevi e poi con molta delicatezza iniziate a prendere il cibo, avendolo speziato ad ogni presa con le salse e imboccatevi l’un l’altro.

Sarà molto divertente decidere voi dove posare il cibo e come gustarlo.

Qualche suggerimento di cibo veloce. Quadratini di formaggio fresco, con marmellata, pinzimonio di carote, sedano, salmone affumicato in pan carrè, nachos triangolari e salsa piccante, grissini e affettato.
Vi farete delle gran risate e la serata continuerà nella fusione dei sensi, all’insegna della dolcezza e della sensualità.

Perché San Valentino?

Per ricordare che nella frenesia dei nostri tempi, anche se tutti siamo consapevoli che non dev’esserci un giorno dedicato agli innamorati per essere innamorati.
A volte avere un giorno dedicato ai “cuori” è come un dire: “ehi prenditi un momento e per un attimo ferma tutti i pensieri, il lavoro, lo sport, i problemi e prenditi un po’ di tempo da dedicare all’altro”.

Sappiate che non mi sono dimenticata di voi ragazze single.
Nella stessa maniera, potete dedicarvi la serata all’insegna del relax nella vostra vasca da bagno coperta di schiuma, una musica coccola, un bicchiere di vino sul bordo e lascio a voi l’immaginazione di lasciarvi andare ai vostri sensi!
Brindiamo al meglio soli che mal accompagnati.

Buon San Valentino

Rispondi