L’ora della pappa è un incubo? Ecco l’idea!

Ultima modifica 7 Gennaio 2020

Anche voi avete bambini che non stanno fermi, impazienti, o sono annoiati quando è l’ora di mangiare?

Sono mamma di due maschi. Non so se sia un luogo comune ma si dice che i maschi mangino sempre tanto e più volentieri delle femmine.
Sarà perché devono diventare “più grandi delle femmine”, sarà perché sono spesso più scalmanati e bruciano più calorie…ma sta di fatto che, luogo comune o meno, almeno i miei mangiano veramente di gusto. Sicuramente sono una buona forchetta ora che sono più grandi (8 e 10 anni) ma la loro attitudine al cibo si notava fin dai primi mesi quando si attaccavano al seno con quanta voracità, o nei mesi successivi quando il piatto alla fine del pasto era sempre vuoto.

cibo

Ma ho molte amiche disperate. Devo dire, per la maggiorparte, mamme di femmine.

Ogni pasto è un incubo che dura anche ore. I figli, svogliati e completamente disinteressati al cibo che hanno davanti, mettono in bocca la forchetta una volta ogni 5 minuti. E nel frattempo si distraggono, si lamentano, si arrabbiano perché non vogliono mangiare.

Dall’altra parte del tavolo ci sono mamme disperate (perché immagino comunque che vedere un figlio che non mangia desti molta preoccupazione) sull’orlo di una crisi di nervi ad ogni pranzo e cena, o mamme più pazienti che però devono mettere ogni volta su un teatrino.
C’è quella che fa il classico aeroplanino, quella costretta a cantare (giuro! ho un’amica che per far mangiare il suo terzo figlio di 7 mesi, è costretta a cantare per tutto il pasto o il bambino smette di aprire la bocca), quella che racconta favole o quella che si traveste…e chi più ne ha più ne metta!

E poi c’è anche un altro tipo di problema che spesso si presenta durante i pasti, specie se al ristorante.
Bambini che si annoiano, che non riescono a stare seduti in attesa della portata successiva, che si alzano e iniziano a correre a casa o per il ristorante, magari disturbando gli altri clienti.
Beh, se vi ritrovate in una di queste situazione, ecco un’idea intelligente che può fare al caso vostro.

Ricordate quando vi ho parlato dei vestiti disobbedienti?
Le stesse ideatrici di quei capi d’abbigliamento, si sono da poco inventate tovaglie e tovagliette con disegni prestampati da colorare con gli appositi pennarelli. Un modo per far passare il tempo e divertirsi durante il pasto, per inventare storie e distrarre il bambino inappetente o per occupare il tempo in modo creativo per quelli che si annoiano.

tovaglia_facce2
Le tovaglie hanno due temi: Pagine e Facce.

tovaglia_facce
Il set di tovagliette invece ha il tema della Giungla o il Castello.

tovagliette_giungla
Tutte sono in cotone 100% e una volta finite di colorare si possono mettere in lavatrice…torneranno bianche e pronte per essere colorate di nuovo.

tovagliette_castello
Neanche a dirlo…sono una bellissima idea anche da regalare agli amici che hanno figli che fanno storie durante i pasti. Bambini e genitori apprezzeranno sicuramente!

Valentina Babymama

Rispondi