Tampax alla marijuana. Sarà vero??

1
2812

La cannabis ha una lunga storia come afrodisiaco, e questo spunto è stato l’ispirazione iniziale che ha consentito ad una azienda californiana di produrre tampax alla marijuana.

Tampax alla marijuana. Cosa c’è di vero?

tampax alla marijuana

Anche io non ci credevo quando ho letto di questi tampax alla marijuana, e allora sono andata alla fonte.

E, si, ho scoperto qualcosa.

Se ne parla un po’ in giro in rete in questi giorni, e pensavo che questo tampax alla marijuana fosse l’ultima trovata di quei siti acchiappa clic.

E invece sempre online ho trovato l’azienda che li produce!!
In effetti non sono proprio tamponi mestruali.
Si tratta di… supposte! O meglio, di una sorta di ovuli medici contro i dolori mestruali.
E allora, dico io, la cosa assume una valenza addirittura scientifica!!

tampax alla marijuana

L’azienda che li produce, a leggere dal sito, è specializzata principalmente nella realizzazione di un olio “sensuale” a base di infuso di THC, un principio attivo presente nella cannabis.

È una sostanza psicotropa, ma non solo.
In effetti da sempre si conoscono le proprietà mediche di questa pianta.
Si va dall’azione antidolorifica a quella antispastica.
È un antiemetico, un antinausea e stimola l’appetito.
Per tutte queste proprietà, questa azienda con base in California, ha studiato dei prodotti per migliorare le prestazioni sessuali maschili.

E da poco ha messo anche in commercio questi tampax alla marijuana.

tampax alla marijuana

Viene sponsorizzata come il primo prodotto ad uso “locale” specificatamente studiato per diminuire i dolori mestruali.

Questi tamponi vengono venduti in confezioni da quattro. In pratica l’azione del THC aiuta a rilassare i muscoli e a far si che il dolore diminuisca, senza indurre altri stati psicotropi, specifica l’azienda!

Inoltre, grazie ai coformulati come il burro di cacao, i recettori del dolore di utero cervice e ovaie vengono bloccati. E il formato del prodotto aiuta a far arrivare il medicamento proprio dove serve.

E ne parlano in tanti! Da GQ a Cosmopolitan, da Vogue a Glamour.

Sarà vera questa storia del tampone antidolorifico alla marijuana?

Certo, se così fosse tutte quelle che avevano sperato nella legge per un congedo dal lavoro durante il ciclo (ne avevamo parlato qui) dovranno aspettarsi una bella confezione in regalo dal proprio datore.

Noi comunque, per toglierci ogni dubbio, abbiamo anche pensato di chiedere dei campioni… haivistomai possiamo anche a breve fare una recensione del prodotto!!

Classe 1971, dicono buona annata per il barolo, viaggiatrice per indole, blogger per caso, mamma per scelta di 2 ragazzi di 8 e 14 anni che come tutti i figli (maschi per giunta), mi fanno tribolare.

UN COMMENTO

  1. In California, come in pochi altri stati USA, la marijuana per uso medico è consentita. Devi avere più di 21 anni e una prescrizione medica. Al momento questo prodotto viene venduto solo in California e Colorado e con prescrizione medica.
    La casa che produce queste supposte, Foria, usa la marijuana come principio base dei suoi prodotti. Ma attenzione: la marijuana aumenta l’appetito (sessuale ma non solo…) quindi se siete a dieta fate molta attenzione!!! 🙂

Rispondi