Un felice ritorno ai villaggi turistici!

Ultima modifica 25 Ottobre 2022

Sono passati più di dieci anni dalla nostra ultima esperienza in un villaggio turistico. Complici la voglia di girovagare, di affittare per brevi periodi casette a due passi dal mare, e non ultimo, il desiderio di tornare dai genitori nella nostra amata Puglia, per goderci il mare liberamente a due passi da Brindisi.

Invece quest’anno, grazie anche alla voglia di viaggiare con coppie di amici con bimbi molto piccoli, per i quali trovare un pasto già pronto diventava fondamentale per rilassarsi al mare, abbiamo optato per una vacanza “all inclusive” in un villaggio italiano, non sapendo che così avremmo accontentato non solo il seienne, ma anche il quattordicenne con gusti e necessità imperscrutabili.

Blu Hotel Paradise

Ci siamo mossi con largo anticipo, è vero, perché a metà febbraio avevamo già prenotato tutto e versato persino la caparra, ignari della bufera Covid che ci avrebbe lasciato in sospeso fino a una settimana prima della partenza.

Ad ogni modo la nostra scelta, in base a un’attentissima valutazione del rapporto qualità/prezzo e alla recensione diretta di un’amica che c’era già stata, è caduta sul BLU HOTEL PARADISE di Mandatoriccio, in Calabria.

Come quasi tutti i villaggi si trova abbastanza lontano dalle città più turistiche.
Ci sono dei paesini vicino per acquisti nei supermercati o in farmacia, ma nulla che meriti un’uscita dal villaggio, quindi scegliete questa formula se davvero avete voglia di dimenticare l’auto per una settimana e godervi mare e piscina.

A proposito di acqua: l’abbiamo trovata veramente pulita e trasparente, alta dopo pochissimo (come nella maggior parte dei lidi calabresi) e con sassolini, quindi munitevi di scarpette adatte o sopportate stoicamente.

Piscina molto bella e grande, con spazio riservato ai bambini con l’acqua bassa e getti d’acqua..bagnino attentissimo e tuffi vietati!

Animazione presente nel rispetto delle regole anti-Covid.

Tutto veniva sanificato e bisognava registrarsi alle attività tramite app, per tracciare le presenze. Noi ci siamo stati nella prima metà di agosto e la situazione era veramente molto tranquilla.

Mascherine necessarie nei luoghi chiusi, quindi al ristorante, quando ci si alzava per prendere i primi o i secondi, mentre l’antipasto veniva servito a tavola (niente buffet), così come frutta e dolci.

Sempre prevista l’alternativa pasta in bianco o al sugo per i piccoli, scelta tra almeno tre primi e tre secondi, devo dire che il servizio di ristorazione è stato veramente buono, il cuoco è siciliano quindi ci sono stati anche dei picchi di golosità con cannoli e brioche col gelato.

Il seienne non ha frequentato moltissimo il miniclub.

Presente sia mattina che pomeriggio. Mentre il quattordicenne dopo qualche sbuffo iniziale (della serie lasciatemi in pace) ha legato con gli altri ragazzi e non l’abbiamo quasi più visto per tutta la settimana, erano sempre impegnati in mille attività.
Ora conserva bellissimi ricordi e una maglietta reduce dalla battaglia di colori con tutte le dediche degli amici!

Immagino che con queste credenziali l’anno prossimo ci toccherà optare di nuovo per un villaggio, ci siamo davvero divertiti tutti!

Qualche info utile:

Sito internet: https://www.hotelvillageparadise.it/

Dove si trova: Mandatoriccio (CS)
Come raggiungerlo: autostrada Salerno-Reggio Calabria fino all’uscita di Sibari in direzione Reggio Calabria lungo la strada statale 106
Quanto costa: noi abbiamo prenotato in anticipo e quindi abbiamo usufruito di uno sconto, in totale circa 1460 € + tessere club da pagare in loco

Rispondi